ARTICOLI CORRELATI

Il rigurgito

Il rigurgito è la risalita involontaria di contenuto gastrico in faringe, all’interno o fuori dalla bocca, di solito senza sforzo e non proiettivo.

Epatite D: cos’è?

L’epatite D è causata da un virus a RNA difettivo (agente delta) che si può replicare solamente in presenza del virus dell’epatite B. L’infezione da epatite B raramente si configura
Forse sono i Farmaci ?

Forse sono i farmaci?

Alcuni farmaci possono causare sonnolenza o anche stanchezza, proprio in quanto possono favorire le apnee notturne. In particolare sono alcuni farmaci che rilassano la muscolatura, i miorilassanti, alcuni sedativi e

Sindrome di De Quervain: come curarla

La tenosinovite stenosante di De Quervain è un processo infiammatorio a carico della guaina sinoviale dei tendini del pollice (abduttore lungo ed estensore breve). La patologia è caratterizzata da un restringimento doloroso della sinovia, in corrispondenza

Aneurisma cerebrale: cos’è?

L’aneurisma cerebrale è una protuberanza permanente, cioè una dilatazione focale di un vaso arterioso del cervello in corrispondenza della quale la parete si tende, assottigliandosi e formando una bolla. Può sfociare nella
Riparazione della valvola aortica

Riparazione della valvola aortica

Quando la valvulopatia aortica presenta dei problemi rilevanti di qualità della vita per il paziente ma anche rischi evidenti di conseguenze gravi, si può rendere necessario ricorrere all’intervento del cardiochirurgo.

Scottature e ustioni. Acqua o olio?

Nella tranquillità della nostra cucina possiamo inavvertitamente incorrere in una scottatura. Quasi sempre ricorriamo subito ai metodi tradizionali, trasmessi dai nostri genitori. Attenzione però, non sempre questi rimedi sono giusti!

Reflusso gastro-esofageo

reflusso gastrico

Reflusso gastro-esofageo

Ecco le indicazioni principali per contrastare questo disturbo

Da recenti studi si evidenzia che il reflusso gastroesofageo in Italia colpisce circa il 20-25% della popolazione. Le cause principali dell’insorgenza del reflusso sono proprio le cattive abitudini alimentari e scorretti stili di vita e il sovrappeso. Il reflusso gastroesofageo si verifica quando il contenuto gastrico risale all’interno del lume esofageo. I sintomi sono variabili, ma il più comune è il bruciore.

Le indicazioni principali per affrontare questa problematica sono:
1. Ridurre la quantità dei pasti, aumentandone la frequenza (mangiare poco ma spesso).
2. Seguire un’alimentazione con un basso contenuto di grassi, prestando attenzione anche al consumo di dolci e bevande zuccherate.
3. Fare attenzione a non assumere cibi troppo caldi o troppo freddi.
4. Attenzione al consumo di alimenti che possono aumentare l’acidità gastrica quali: caffè, tè, latte, agrumi, pomodoro e cioccolato.
5. Prendersi il tempo necessario per mangiare, mangiare lentamente aiuta a ridurre i sintomi. Il pasto dovrebbe essere consumato in non meno di 25 minuti.
6. Se si è sovrappeso od obesi è consigliato cercare di perdere gradualmente peso attraverso un piano nutrizionale personalizzato sulla base delle preferenze e delle esigenze nutrizionali lavorative e famigliari di ognuno, praticando attività fisica.
7. Favorire una buona idratazione assumendo almeno 1,5 litri di acqua al giorno anche sotto forma di minestre, tisane e preferire il consumo di alimenti quali frutta e verdura oltre ad alimenti integrali.

In fine è bene evitare di sdraiarsi subito dopo aver mangiato, ma aspettando 1-2 ore. Se si fuma è bene naturalmente cercare di smettere.

 

SPECIALISTI CORRELATI

  • Foto del profilo di Dott.ssa Francesca Gargiulo
    attivo 2 anni, 5 mesi fa

    Otorinolaringoiatri

    • via Caccioppoli 1 - Vico Equense
    Telefono
  • Foto del profilo di Dott. Francesco De Peppo
    attivo 2 anni, 5 mesi fa

    Chirurghi Pediatrici

    • Via della Torre di Palidoro - Fiumicino
    Telefono
  • Foto del profilo di Dott. Danilo Consalvo
    attivo 2 anni, 5 mesi fa

    Gastroenterologi

    • Via A. Cardarelli 9 - Napoli
    Telefono
  • Foto del profilo di Dr. Franco Coppola
    attivo 2 anni, 5 mesi fa

    Gastroenterologi

    • Piazza Del Donatore Di Sangue 3 - Torino
    Telefono
  • Foto del profilo di Dr. Antonio Tempesta
    attivo 2 anni, 5 mesi fa

    Urologo

    • Via Vaccarella 20/D - Bari
    Telefono

PATOLOGIE CORRELATE

Varicocele

Il varicocele è una malformazione venosa che deriva dalla perdita di tono ed elasticità delle vene che raccolgono il sangue dal testicolo e lo trasportano verso l’alto, nei grossi vasi
L'anorgasmia

Anorgasmia

L’anorgasmia è la sindrome con la quale si indica la difficoltà ad avere orgasmi anche dopo una normale stimolazione sessuale. L’intensità e la frequenza di orgasmi nelle donne sono variabili

Enfisema polmonare

L’enfisema è una condizione respiratoria che fa parte del quadro clinico caratteristico della broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) ed è caratterizzato da una progressiva distruzione dei setti e degli alveoli polmonari

Bruxismo

Il bruxismo è una condizione in cui si digrignano i denti: può accadere, in maniera inconsapevole, in stato di veglia o, più spesso, durante il sonno. Le persone che stringono

Sindrome delle gambe senza riposo

La sindrome delle gambe senza riposo è un disturbo cronico caratterizzato dall’insorgenza di una sensazione di generico disagio alle gambe, che si manifesta quando le gambe sono tenute ferme anche

Pancreatite

La pancreatite è l’infiammazione nel pancreas, la ghiandola lunga e piatta posta trasversalmente nella parte superiore e posteriore della cavità addominale. Il pancreas produce enzimi che aiutano la digestione e
Capsulite adesiva della spalla

Capsulite adesiva della spalla

La capsulite adesiva è una condizione medica di sofferenza della spalla sia per la rigidità che per il dolore. Viene anche denominata “sindrome della spalla congelata” proprio per via della

Colite ulcerosa

La colite ulcerosa è una malattia infiammatoria intestinale che causa infiammazione a lungo termine e ulcere nel tratto digestivo. La colite ulcerosa colpisce il rivestimento più interno dell’intestino crasso (colon)

Arresto cardiaco

L’arresto cardiaco corrisponde all’interruzione della contrazione del cuore e della sua azione di pompa, conseguente a un’alterazione improvvisa e drastica della sua attività elettrica (fibrillazione ventricolare). L’arresto cardiaco è un’emergenza

Ipotiroidismo

L’ipotiroidismo è una condizione determinata dall’insufficiente produzione di ormoni tiroidei, tetraiodotironina o tiroxina (T4) e triodotironina (T3), da parte della tiroide, con conseguente riduzione dell’efficienza metabolica generale e insorgenza di

FORMAZIONE