ARTICOLI CORRELATI

Ecco le 8 peggiori insalate da mangiare

Tutto bene se parliamo di verdure e condimenti, giusto? Non sempre. Scopriamo quali sono gli ingredienti che possono trasformare una insalata da nutriente ad alimento insufficiente.

Peso sotto controllo in gravidanza con un’App

Essere in sovrappeso non è mai consigliabile e all’inizio della gravidanza può rappresentare un problema di non poco conto, soprattutto se i chili in eccesso sono numerosi. L’ulteriore incremento ponderale

Epatite A: cosa sapere

L’epatite A è un’infezione epatica contagiosa causata dal virus dell’epatite A, il virus HAV, uno dei virus che causano infiammazione e che possono compromettere le funzioni del fegato. La patologia si

Obesità, malattia o scelta?

Nel 2013, l’American Medical Association (AMA) ha dichiarato l’obesità una malattia, che richiede una serie di interventi per promuoverne la prevenzione e il trattamento. Cinque anni dopo, gli operatori sanitari

Nel 2022 i bambini obesi supereranno quelli sottopeso

o

Tutti sappiamo quanto sia importante, per il benessere dell’organismo, tenere un regime alimentare corretto. Questo aspetto risulta particolarmente fondamentale soprattutto quando si parla di bambini. I problemi alimentari sono purtroppo molto diffusi tra i più giovani, anche se stiamo assistendo ad un sostanziale cambiamento di rotta rispetto al passato. Fino ad oggi infatti il problema della malnutrizione interessava principalmente i bambini  che si trovano nella condizone di sottopeso, soprattutto nelle zone più povere del pianeta. I numeri però stanno cambiando e sembra si stia per verificare un nuovo scenario, per certi versi opposto rispetto al passato.

Lo studio

Secondo una ricerca pubblicata su Lancet, la più importante (in termini di numeri) sullo studio dell’obesità svolta negli ultimi 40 anni, da qui a 5 anni il numero dei ragazzi obesi supererà quello dei bambini in sottopeso. Sono stati analizzati peso e altezza di circa 129 milioni di soggetti in una fascia d’età compresa tra i 5 ed i 19 anni. Il primo dato preoccupante che risulta da questo studio è che negli ultimi 40 anni il numero dei ragazzi sovrappesso è diventato di 10 volte più grande, passando da 11 milioni nel 1975 fino a raggiungere i 124 milioni nello scorso anno (inoltre nel 2013 erano circa 213 milioni i bambini appena sotto la soglia d’obesità).

Colpa di uno stile di vita sicuramente più sedentario rispetto al passato ma non solo. Una delle cause principali, secondo gli esperti, sarebbe anche l’aumento della povertà. La crisi economica infatti ha tolto la possibilità ad un numero sempre maggiore di persone di acquistare cibi sani e con alti valori nutritivi, costringendole a ripiegare su cibo spazzatua, il più delle volte più economico rispetto agli altri.

Le statistiche

Secondo l’indagine a cura dell‘Imperial College London, il numero di bambini obesi è passato dall’1% registrato nel 1975, fino a raggiungere nel 2016 il 6% per le bambine e, addirittura, l’8% nei bambini. Un’intera generazione, quindi, sta crescendo colpita dalla malnutrizione. Questa volta però, a differenza del passato, la tendenza si sta invertendo a favore di bambini in sovrappeso, in numero semrpe crescente.

Nonostante questo anche dal lato dei bambini sottopeso la situazione non sembra affatto migliorare. Infatti nel 2016 i soggetti mediamente o gravemente sottopeso erano circa 75 milioni per le ragazze, e ben 117 milioni per i ragazzi, concentrati maggiormente nelle zone più povere al mondo (i due terzi di essi vivono nel su dell’Asia dove la forte crescita demografica non riesce a fare i conti con le politiche messe in atto dal governo contro la malnutrizione).

SPECIALISTI IN EVIDENZA

  • Foto del profilo di Dott. Flavio Della Croce
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Psicoterapeuti, Medici di Base

    • Via Sacconi 1 - Borgonovo Val Tidone
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Vittorio Margutti
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Ortopedici, Medici di Base

    • Via Marco Simone Poli 1 - Guidonia Montecelio
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Erminia Maria Ferrari
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medicina Omeopatica, Medici di Base, Pediatri

    • Via San Carlo 3 - Castel Rozzone
    telefono
  • Foto del profilo di Dott. Cristiano Crisafulli
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Diabetologo, Medici di Base, Internista

    • Via Vittorio Emanuele II 181 - Acireale
    telefono
  • Foto del profilo di Dott. Giovanni Adamo
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Angiologi, Medici di Base

    • Provincia di Ragusa - Ragusa
    telefono

PATOLOGIE CORRELATE

Tiroide di Hashimoto

La tiroidite di Hashimoto è una malattia autoimmune che colpisce la tiroide, facendola infiammare in modo cronico e causandone la graduale degenerazione e perdita di funzionalità, con conseguente sviluppo di

Sovrappeso e obesità

Lungi dall’essere un mero problema estetico, sovrappeso e obesità rappresentano un fattore di rischio accertato per lo sviluppo di numero patologie metaboliche (prima tra tutte il diabete), cardiovascolari acute (come

Ipotiroidismo

L’ipotiroidismo è una condizione determinata dall’insufficiente produzione di ormoni tiroidei, tetraiodotironina o tiroxina (T4) e triodotironina (T3), da parte della tiroide, con conseguente riduzione dell’efficienza metabolica generale e insorgenza di

Diabete e sindromi ipoglicemiche

Il diabete o, più precisamente, “diabete mellito” è una malattia metabolica complessa in cui si riscontra un aumento dei livelli di glucosio nel sangue (iperglicemia) conseguente a un’insufficiente produzione di

Iperprolattinemia

L’iperprolattinemia corrisponde a una condizione determinata dalla produzione eccessiva dell’ormone prolattina da parte dell’ipofisi (piccola ghiandola neuroendocrina presente al centro del cervello che media la comunicazione tra l’ipotalamo e il

Morbo di Basedow

Il morbo di Basedow, noto anche come morbo di Basedow-Graves, è una malattia autoimmune che colpisce la tiroide e determina la comparsa dei sintomi tipici dell’ipertiroidismo, oftalmopatia/esoftalmo e dermopatia. Il

Menopausa

La menopausa è un evento fisiologico che riguarda tutte le donne nella fascia d’età che va dai 46 ai 53 anni e corrisponde al graduale venir meno della funzionalità ovarica

Piede diabetico

Il piede diabetico è una patologia complessa che si sviluppa come complicanza del diabete non controllato in fase avanzata e che rappresenta la prima causa di amputazione non traumatica nella

Morbo di Cushing

Il “morbo” o “sindrome di Cushing”, talvolta indicata come “ipercortisolismo”, è una condizione caratterizzata da un insieme variabile di sintomi caratteristici indotti dall’esposizione dell’organismo a eccessivi livelli di glucocorticoidi e,

Irsutismo e virilizzazione

L’irsutismo è una condizione che interessa essenzialmente le donne e che consiste nella crescita di peli scuri in aree cutanee nelle quali, di norma, è presente una peluria significativa soltanto
CULTURA E SALUTE
 
AGGIORNAMENTI
 
PERCORSI
 

la tua pubblicità
in esclusiva SU
MY SPECIAL DOCTOR

completa il form e sarai ricontattato da un nostro responsabile