ARTICOLI CORRELATI

Probiotici-e-rinite-allergica

Probiotici e rinite allergica

La rinite allergica è una patologia molto comune e diffusa nella popolazione con percentuali abbastanza alte e con sintomi come starnuti, prurito e congestione nasale.

Dente del giudizio: sintomi e cure

I denti del giudizio, scientificamente chiamati “terzi morali” o “ottavi”, crescono solitamente nell’età in cui teoricamente si acquista la maturità – da qui il nome – ovvero tra i 18 e i

L’artrosi dell’anca: sintomi e cura

Per spiegarti meglio che cosa si intende per artrosi dell’anca, passerò velocemente in rassegna le diverse tipologie di questa patologia: La forma idiopatica o primitiva tipica dell’età avanzata è la conseguenza di uno squilibrio
Infezioni batteriche e viaggi internazionali

Infezioni batteriche e viaggi internazionali

Dovendo intraprendere un viaggio, sia per lavoro che per svago, occorre raccogliere informazioni dettagliate sui luoghi che si intende visitare, considerando che la mappa dei paesi dove più alto è il rischio di esposizione alle “malattie del viaggiatore”.

Vitamina D: dal sole alla prevenzione

Gli studi scientifici dimostrano che l’essere umano non possa fare a meno di questo prezioso elemento, necessario alla salute e alla prevenzione di malattie. Dove possiamo attingerlo in natura? In

Come proteggere le ferite?

Se sono presenti ferite proteggersi dalle infezioni indossando guanti di lattice. Se questi non sono disponibili, utilizzare strati di tamponi di garza o un indumento di plastica. Per capire dove

Vespe, api, calabroni: evitare le complicazioni

shutterstock_1779111431

Le punture di vespa e di altri insetti sono comuni, specialmente durante i mesi più caldi, quando le persone rimangono all’aperto più a lungo. In genere la maggior parte delle persone guarisce rapidamente e senza complicazioni. Le vespe, le api e i calabroni, sono dotati di un pungiglione che ha funzioni di autodifesa. Il pungiglione di una vespa contiene una sostanza velenosa, che viene trasmessa al malcapitato durante una puntura.

Tuttavia, anche quando il pungiglione non viene lasciato dopo la puntura il veleno di vespa può agire causando alla persona punta dolore e irritazione significativi.
È anche possibile avere una reazione seria se si è allergici al veleno. In entrambi i casi, un trattamento tempestivo è importante per alleviare sintomi e complicanze.

Ma quali sono i sintomi di una puntura di vespa, oppure di un calabrone?
La puntura da parte di una vespa, di un’ape o di un calabrone è quasi sempre dolorosa, anche se talvolta quella del calabrone può risultare quella che provoca una reazione dolorosa più intensa. Le punture da parte di questi insetti avvengono ad opera di un pungiglione che inocula un veleno irritante. In individui ipersensibili, ed è causa di reazioni allergiche più o meno importanti. La maggior parte delle persone non allergiche alle punture mostrerà solo lievi sintomi durante e dopo una puntura di vespa. Le sensazioni iniziali possono includere dolore acuto o bruciore nel sito della puntura. Possono verificarsi anche arrossamento, gonfiore e prurito. Tra le reazioni normali è probabile che possa svilupparsi un lieve rialzo della cute intorno al sito della puntura. Un piccolo segno bianco può essere visibile nel mezzo del rialzo in cui il pungiglione ha perforato la pelle. Di solito, il dolore e il gonfiore si ritirano entro alcune ore dalla puntura. Le reazioni locali più evidenti e i sintomi più pronunciati associati a una puntura da parte di api o altri insetti possono essere vari e fastidiosi soprattutto per le persone allergiche alle punture di vespa, ma non presentano sintomi potenzialmente letali, come lo shock anafilattico. Le reazioni locali più importanti alle punture di vespa includono arrossamenti e gonfiori estremi che aumentano per due o tre giorni dopo la puntura. Possono anche verificarsi nausea e vomito. Il più delle volte, le reazioni locali si placano da sole nel corso di una settimana circa.

È consigliabile di informare il proprio medico se si è interessati da una grande reazione locale dopo una puntura di insetti. Potrebbe essere necessaria l’assunzione di un farmaco antistaminico da banco (OTC) per ridurre il disagio. Avere una grande reazione locale dopo una puntura di vespa per una volta non significa necessariamente che reagiremo alle punture future allo stesso modo. Potrebbe accadere di avere una forte reazione ma senza necessariamente essere interessati dagli stessi sintomi. Tuttavia, una reazione locale più significativa potrebbe essere il modo in cui il corpo risponde abitualmente alle punture di insetti. Naturalmente bisogna cercare di evitare di essere punti, quindi meglio spostarsi rispetto alla zona di volo dell’insetto, evitando anche di liberarsene provando a eliminarlo in quanto aumenterebbe il rischio di essere punti. Inoltre, bisogna prestare attenzione a che non ci si trovi vicini ad un nido di insetti, dal quale potrebbero venir fuori sciami particolarmente aggressivi.

Le reazioni allergiche più gravi alle punture di vespa sono indicate come anafilassi. L’anafilassi si verifica quando il corpo subisce uno shock in risposta al veleno di vespa.
La maggior parte delle persone che sono sotto shock dopo una puntura di vespa lo subiscono molto rapidamente. È importante cercare cure di emergenza immediate per curare l’anafilassi.

I sintomi di una grave reazione allergica alle punture di vespa includono:

  • grave gonfiore del viso, delle labbra o della gola;
  • orticaria o prurito in zone del corpo non interessate dalla puntura;
  • difficoltà respiratorie, come respiro sibilante o respiro affannoso;
  • vertigini;
  • improvviso calo della pressione sanguigna;
  • giramento di testa;
  • perdita di conoscenza;
  • nausea o vomito;
  • diarrea;
  • crampi allo stomaco;
  • polso debole o accelerato.

È possibile che non si verifichino tutti questi sintomi dopo unaprima puntura ma è probabile in una nuova occasione possano verificarsi solo alcuni dei sintomi di cui si è fatta esperienza. Se si è vissuta una storia di anafilassi, è consigliabile portare con se un kit di protezione dalle conseguenze mediche delle punture di insetti. I “kit “ contengono iniezioni di adrenalina che ci si può autosomministrare opo una puntura di vespa. L’Adrenalina pronto uso ha diversi effetti che aiutano a stabilizzare la pressione sanguigna, aumentano la frequenza cardiaca e la forza e aiutano la respirazione a tornare alla normalità.

Lo shock anafilattico è un’emergenza medica che richiede un trattamento immediato.

SPECIALISTI IN EVIDENZA

  • Foto del profilo di Dott. Giovanni Adamo
    attivo 3 anni, 11 mesi fa

    Angiologi, Medici di Base

    • Provincia di Ragusa - Ragusa
    telefono
  • Foto del profilo di Dott. Cristiano Crisafulli
    attivo 3 anni, 11 mesi fa

    Diabetologo, Medici di Base, Internista

    • Via Vittorio Emanuele II 181 - Acireale
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Floriana Di Martino
    attivo 3 anni, 11 mesi fa

    Medici Estetici, Medici di Base

    • Piazza della Rinascita 13 - Pescara
    telefono
  • Foto del profilo di Dott. Sandro Morganti
    attivo 3 anni, 11 mesi fa

    Ortopedici, Medici di Base, Osteopati

    • Via Foligno 6 - Roma
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Irene Pistis
    attivo 3 anni, 11 mesi fa

    Medici Estetici, Medici di Base, Medico Certificatore

    • Via della Reoubblica 461/3 - Vergato
    telefono

PATOLOGIE CORRELATE

Vitiligine

La vitiligine è una malattia della pelle dalle cause non note, caratterizzata dalla presenza di chiazze cutanee più chiare (o del tutto prive di pigmentazione) rispetto alla colorazione tipica della

Emorroidi

Le emorroidi sono strutture vascolari dell’ano e del retto inferiore, che servono per mantenere la continenza fecale. Se si gonfiano o infiammano diventano patologiche e causano una sindrome nota come

Cellulite

La cellulite è un’alterazione su base infiammatoria del tessuto sottocutaneo ricco di grasso (pannicolo adiposo), innescato dal ristagno di liquidi dovuto alla cattiva circolazione venosa e linfatica (la linfa è

Idrosadenite suppurativa

L’idrosadenite suppurativa (HS, Hidradenitis Suppurativa), chiamata anche acne inversa o malattia di Verneuil, è una malattia infiammatoria cronica della pelle caratterizzata dalla comparsa di noduli sottocutanei (cisti), ascessi singoli o

Acne

Il termine acne deriva dalla parola greca acmé o acné, ossia schiuma o sommità, e indica una malattia cutanea molto diffusa nella popolazione giovanile, caratterizzata dalla comparsa sulla pelle di

Gonorrea

La gonorrea è una delle malattie a trasmissione sessuale (MST) più diffuse a livello mondiale, in entrambi i sessi, già a partire dall’adolescenza; se non riconosciuta e trattata adeguatamente in

Angioma

Gli angiomi, detti anche “emangiomi”, sono malformazioni vascolari di tipo benigno che coinvolgono i capillari arteriosi o venosi e possono interessare ogni punto del corpo, ma tendono a comparire più
La rinite allergica

Rinite allergica

La rinite allergica è un’infiammazione della mucosa che riveste le cavità interne del naso (mucosa nasale).
La Malattia di Peyronie o del Pene Curvo

Malattia di Peyronie o del pene curvo

La malattia di Peyronie è una patologia derivante da una anomalia del pene dovuta ad un tessuto cicatriziale fibroso che compare sul pene modificandone la forma in erezione, che diventa

Morbo di Kaposi

Il morbo o sindrome di Kaposi è una forma neoplastica maligna multifocale non molto frequente, che coinvolge principalmente la cute, i visceri  e le mucose. Morbo di Kaposi epidemico (correlato
CULTURA E SALUTE
 
AGGIORNAMENTI
 
PERCORSI
 

la tua pubblicità
in esclusiva SU
MY SPECIAL DOCTOR

completa il form e sarai ricontattato da un nostro responsabile