ARTICOLI CORRELATI

La buona notte ed i suoi rituali

Si sa, ai bambini non piace andare a dormire. Sono capaci di crollare improvvisamente semitramortiti ma, se gli si dice che è ora di andare a letto tergiversano, trovano mille

Valvulopatie: Malattie delle valvole cardiache

Su 100 persone 60 sanno cos’è l’infarto ma soltanto 7 conoscono le malattie delle valvole cardiache (valvulopatie). È quanto emerge da un’indagine condotta lo scorso anno su quasi 13 mila

Lo stress cronico danneggia anche la vista

Seconda una ricerca condotta da Bernhard Sabel, direttore dell’Istituto di Psicologia Medica presso l’Università tedesca di Magdeburg e pubblicata sulla rivista EPMA Journal, lo stress fa male anche alla vista.

Eritema solare: alcuni pratici consigli contro le scottature

eritema-solare-1217

D’estate, si sa, è tempo di sole, mare e di meritato relax. Le giornate trascorse in spiaggia o in piscina sono una piacevole alternativa alle tante ore di lavoro o di studio trascorse in ufficio e a scuola. Occorre però proteggersi con la dovuta attenzione dai raggi solari, soprattutto nelle ore più calde, in quanto una non corretta esposizione ai raggi UV del sole potrebbe comportare gravi conseguenze per la nostra pelle, molte delle quali davvero dolorose. La più diffusa fra tutte è senza dubbio l’ eritema solare o, come viene più comunemente chiamata, scottatura da sole, dovuta ad una prolungata ed eccessiva esposizione ai raggi solari senza la dovuta protezione per la pelle.

L’eritema è una vera e propria ustione di primo o di secondo grado che solitamente si manifesta dalle 6 alle 12 ore dopo l’esposizione al sole e porta con se: arrossamento della pelle, bolle, vescicole, papule cutanee altamente pruriginose, estrema sensibilità della pelle al tatto e secchezza cutanea.

I principali rimedi per l’eritema solare

La prima cosa da fare quando ci si ritrova a combattere un eritema solare è idratare la pelle arrossata con lozioni, creme o latti specifici per avere un’immediata sensazione di sollievo e un’attenuazione del dolore. E’ opportuno poi fare una doccia fredda o applicare una borsa con del ghiaccio (avvolta su un panno morbido di cotone) sulle zone maggiormente interessate e dolorose. E’ utile anche applicare sulla pelle impacchi calmanti ed avvolgere braccia e gambe con dei panni imbevuti di acqua fresca, da sostituire appena il dolore ricomincia a farsi sentire.

Dopo la doccia od un bagno fresco, asciugare delicatamente la pelle con un panno estremamente soffice, in modo da evitare di graffiare od irritare ancor più la cute arrossata, e nutrire la pelle con un olio specifico per le scottature. L’applicazione di creme e altri impacchi idratanti deve essere effettuate per i 7-10 giorni successivi all’eritema solare.

Da evitare assolutamente

In una condizione come questa è assolutamente sconsigliato continuare ad esporsi al sole nei giorni immediatamente successivi all’eritema. Non bisogna graffiare o grattare con forza la pelle in quanto si rischia di aumentare l’irritazione e di conseguenza anche il dolore, tantomeno bisogna rompere eventuali vescicole o bolle formatesi in seguito all’ustione, per evitare infezioni e complicazioni nella guarigione. Inoltre sarebbe meglio non asciugare la pelle con panni di spugna ruvida (anche se a prima impressione possono rappresentare un aiuto contro il prurito) dato che possono aggravare l’arrossamento.

Prevenzione

Per evitare eritemi solari occorre esporsi al sole muniti di una buona quantità di crema solare, da spalmare sulla pelle ogni 2 ore e dopo ogni bagno in acqua. Evitare di esporsi ai raggi solari dalle ore 10.00 alle ore 15.00: in queste ore, il rischio di eritema solare è maggiore. Inoltre è sconsigliato, soprattutto per i più piccoli, evitare l’esposizione diretta al sole, ma utilizzare bandane, cappellini ed occhiali.

SPECIALISTI IN EVIDENZA

  • Foto del profilo di Dr. Tiziana Volpe
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Ginecologi, Medici di Base, Professional Counselor

    • Piazzale Jonio 50 - Roma
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Giuseppe Panico
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Dermatologi, Medici di Base

    • Viale Prassilla 41 - Roma
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Anna Puccio
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Ginecologi, Medici di Base

    • Via Vincenzo Ponsati 69 - Volvera
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Virgilio De Bono
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici Estetici, Medici di Base, Dermatologi

    • Via Ripense 4 - Roma
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Antonio Varriale
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici Estetici, Dentisti, Medici di Base

    • Via Grotta dell Olmo 20 - Giugliano in Campania
    telefono

PATOLOGIE CORRELATE

Gonorrea

La gonorrea è una delle malattie a trasmissione sessuale (MST) più diffuse a livello mondiale, in entrambi i sessi, già a partire dall’adolescenza; se non riconosciuta e trattata adeguatamente in

Epidermolisi bollosa

L’epidermolisi bollosa (EB) corrisponde a un gruppo di malattie genetiche rare e invalidanti caratterizzate dalla comparsa di bolle e lesioni sulla pelle e nelle mucose interne, che possono svilupparsi spontaneamente

Herpes simplex

L’herpes simplex è un disturbo di natura infettiva causato dal virus omonimo (Herpes simplex virus – HSV di tipo 1 o 2) e caratterizzato dalla comparsa delle tipiche bollicine, ulcerazioni

Emorroidi

Le emorroidi sono strutture vascolari dell’ano e del retto inferiore, che servono per mantenere la continenza fecale. Se si gonfiano o infiammano diventano patologiche e causano una sindrome nota come
Dermatite atopica

Dermatite atopica

La dermatite atopica o “eczema atopico” è una malattia cutanea infiammatoria cronica, associata a prurito, che tipicamente esordisce nei primi anni di vita, persistendo poi per tutta l’età pediatrica e

Micosi

Le micosi cutanee sono un gruppo abbastanza ampio e diversificato di affezioni dermatologiche determinate dalla colonizzazione dell’epidermide da parte di microrganismi come Malassezia furur (responsabile della pitiriasi versicolor), funghi dermatofiti

Angioma

Gli angiomi, detti anche “emangiomi”, sono malformazioni vascolari di tipo benigno che coinvolgono i capillari arteriosi o venosi e possono interessare ogni punto del corpo, ma tendono a comparire più

Acne

Il termine acne deriva dalla parola greca acmé o acné, ossia schiuma o sommità, e indica una malattia cutanea molto diffusa nella popolazione giovanile, caratterizzata dalla comparsa sulla pelle di

Vitiligine

La vitiligine è una malattia della pelle dalle cause non note, caratterizzata dalla presenza di chiazze cutanee più chiare (o del tutto prive di pigmentazione) rispetto alla colorazione tipica della

Allergie e intolleranze alimentari

Le reazioni fisiche a certi alimenti sono comuni, ma per la maggior parte sono causate da un’intolleranza alimentare piuttosto che da un’allergia alimentare. Un’intolleranza alimentare può causare alcuni degli stessi
CULTURA E SALUTE
 
AGGIORNAMENTI
 
PERCORSI
 

la tua pubblicità
in esclusiva SU
MY SPECIAL DOCTOR

completa il form e sarai ricontattato da un nostro responsabile