ARTICOLI CORRELATI

I benefici del vino rosso

Secondo una ricerca condotta dall’Università di Alberta in Canada, bere un bicchiere di vino al giorno equivale ad un’ora di attività fisica. I ricercatori hanno scoperto che il vino rosso

Ottobre-Novembre ecco il CACO: il CIBO DEGLI DEI

COME E’ ARRIVATO A NOI I cachi, grazie alla loro colorazione accesa, sono frutti che portati in tavola mettono subito allegria. Il Caco (Diospoyros kaki, cibo degli dei) appartiene alla famiglia delle Ebenaceae,

Coltivazione e produzione intensiva del Cranberry

Habitat L’arbusto di cranberry in origine cresceva nei suoli sabbiosi e nelle paludi dell’America settentrionale. Oggi, come ben sappiamo è diffuso e coltivato in molti stati dell’unione per scopi alimentari.

Quegli strani mal di pancia ricorrenti

Se pensiamo alla nostra infanzia, tra le numerose esperienze che siamo in grado di ricordare non manca certamente almeno un mal di pancia: associato a una classica indigestione, a una

I 10 falsi miti sulle diete

Allenamento cardio, niente carboidrati a cena e pasti frequenti? E’ la ricetta ideale per… non dimagrire. Il personal trainer Nick Mitchell ha sfatato i falsi miti sull’alimentazione e sull’esercizio fisico.

Il vestiario da evitare in caso di Cellulite

Quando si parla di prevenzione della Cellulite, oltre che soffermarsi su abitudini alimentari, esercizio fisico e stili di vita, bisogna anche soffermarsi su uno degli aspetti di vita quotidiana: il modo di vestire.

Dieta vegana riduce il peso corporeo e migliora la sensibilità all’insulina

descarga
 
Una dieta vegana a basso contenuto di grassi induce cambiamenti nel microbiota intestinale e migliora la sensibilità all’insulina, secondo i risultati di uno studio randomizzato controllato condotto su adulti in sovrappeso o obesi.
L’intervento ha avuto una durata di 16 settimane, durante i quali il peso corporeo si è ridotto in modo significativamente superiore nei soggetti a dieta vegana rispetto a quelli che hanno continuato il regime alimentare precedente. Con il piano alimentare vegano, si è avuta una perdita media di peso di 5,8 kg, dovuta in gran parte a un calo della massa grassa, nonostante non sia stata imposta alcuna restrizione calorica.
Il lavoro è stato coordinato da Hana Kahleova, direttrice del Physicians Committee for Responsible Medicine di Washington, che già in precedenza aveva dimostrato come le persone possano perdere il doppio del peso con una dieta vegana rispetto a una dieta non vegana dallo stesso apporto calorico. «Il nuovo studio – ha dichiarato Kahleova in un’intervista a Medscape Medical News – è nato con l’obiettivo di scoprirne la ragione».
Per la sperimentazione, sono stati reclutati 148 adulti che, pur essendo in sovrappeso, non avevano mai sofferto di diabete; sono stati suddivisi in due gruppi per seguire una dieta vegana a basso contenuto di grassi oppure nessuna modifica dietetica. L’età media nei gruppi vegani e di controllo era rispettivamente di 53 e 57 anni, mentre le donne erano il 60% e il 67%; l’indice di massa corporea era di circa 33 kg /m3 in entrambi i gruppi.
I risultati suggeriscono che gli effetti benefici siano mediati da cambiamenti indotti nella comunità di microrganismi che sono presenti nell’intestino. « Una dieta a base vegetale con un buon apporto di fibre migliora la composizione del microbiota intestinale, favorendo i ceppi batterici che svolgono un ruolo positivo per la salute, in particolare il Faecalibacterium prausnitzii, che produce molti benefici metabolici, tra cui perdita di peso, aumento della sensibilità all’insulina e riduzione della massa grassa, inclusa quella viscerale».
Fonte:
Hana Kahleova ha presentato i risultati del suo studio al meeting annuale della European Association for the Study of Diabetes (EASD), che si è tenuto a Barcellona dal 17 al 20 settembre 2019

SPECIALISTI IN EVIDENZA

  • Foto del profilo di Dott.ssa OLGA PETROVSKAIA
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Terapisti del Dolore, Medici di Base, Terapeuta

    • Via Giulio Romano 3 - Valle Martella
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Lucia Catalano
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Ginecologi, Senologi, Medici di Base

    • Via Belluno 1 - Roma
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Lorenzo Cerreoni
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici Estetici, Medici di Base

    • Via Macero Sauli 52 - Forlì
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Floriana Di Martino
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici Estetici, Medici di Base

    • Piazza della Rinascita 13 - Pescara
    telefono
  • Foto del profilo di Dott. Sandro Morganti
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Ortopedici, Medici di Base, Osteopati

    • Via Foligno 6 - Roma
    telefono

PATOLOGIE CORRELATE

Morbo di Cushing

Il “morbo” o “sindrome di Cushing”, talvolta indicata come “ipercortisolismo”, è una condizione caratterizzata da un insieme variabile di sintomi caratteristici indotti dall’esposizione dell’organismo a eccessivi livelli di glucocorticoidi e,

Tumori delle ghiandole surrenali

Le ghiandole surrenali (o surrene) sono due piccole strutture triangolari “appoggiate” sui reni e deputate alla produzione di diversi ormoni fondamentali per l’equilibrio metabolico e idroelettrolitico e per la risposta

Irsutismo e virilizzazione

L’irsutismo è una condizione che interessa essenzialmente le donne e che consiste nella crescita di peli scuri in aree cutanee nelle quali, di norma, è presente una peluria significativa soltanto

Ipotiroidismo

L’ipotiroidismo è una condizione determinata dall’insufficiente produzione di ormoni tiroidei, tetraiodotironina o tiroxina (T4) e triodotironina (T3), da parte della tiroide, con conseguente riduzione dell’efficienza metabolica generale e insorgenza di

Menopausa

La menopausa è un evento fisiologico che riguarda tutte le donne nella fascia d’età che va dai 46 ai 53 anni e corrisponde al graduale venir meno della funzionalità ovarica

Tumore dell’ipofisi

I tumori dell’ipofisi (o ghiandola pituitaria) sono un gruppo di neoplasie prevalentemente benigne che interessano una piccola struttura posta al centro del cervello, posteriormente alla radice del naso, che ha

Diabete e sindromi ipoglicemiche

Il diabete o, più precisamente, “diabete mellito” è una malattia metabolica complessa in cui si riscontra un aumento dei livelli di glucosio nel sangue (iperglicemia) conseguente a un’insufficiente produzione di

Iperprolattinemia

L’iperprolattinemia corrisponde a una condizione determinata dalla produzione eccessiva dell’ormone prolattina da parte dell’ipofisi (piccola ghiandola neuroendocrina presente al centro del cervello che media la comunicazione tra l’ipotalamo e il

Sindrome metabolica

La sindrome metabolica non è propriamente una malattia, ma una condizione complessa definita dalla simultanea presenza di noti fattori di rischio cardiovascolare quali obesità (soprattutto di tipo “centrale”, ossia a

Tiroide di Hashimoto

La tiroidite di Hashimoto è una malattia autoimmune che colpisce la tiroide, facendola infiammare in modo cronico e causandone la graduale degenerazione e perdita di funzionalità, con conseguente sviluppo di
CULTURA E SALUTE
 
AGGIORNAMENTI
 
PERCORSI
 

la tua pubblicità
in esclusiva SU
MY SPECIAL DOCTOR

completa il form e sarai ricontattato da un nostro responsabile