ARTICOLI CORRELATI

Caffè e Caffeina

Cosa sappiamo del caffè, una delle bevande più presenti nella nostra dieta quotidiana? Ne conosciamo gli effetti positivi sul nostro organismo? E in che misura possiamo berlo senza correre inutili rischi per il nostro organismo?

Il glutine non produce sintomi nelle persone sane

L’assunzione di alimenti contenenti glutine può essere molto dannosa per le persone celiache, ma non provoca alcun sintomo gastrointestinale nelle persone senza un disturbo correlato: lo conferma uno studio in

La colite ulcerosa

La colite ulcerosa è una IBD cronica in cui l’intestino crasso (colon) diventa infiammato e ulcerato (fissurato o eroso), con riacutizzazioni (crisi o attacchi) di diarrea emorragica, crampi addominali e

Il meccanismo della fame e l’insulina

Quando l’insulina non viene assorbita vuol dire che vi è una resistenza alla sua azione e allora i livelli di glucosio restano alti. Questo comporta che l’organismo necessità di maggiori quantità di insulina per ridurre i livelli glicemici.

Meteorismo: un disturbo che interessa grandi e piccoli

Meteorismo significa distensione della parete addominale dovuta a un accumulo di gas nell’intestino. È un termine ampiamente impiegato nell’adulto e talvolta proposto non tanto come sintomo, quale di fatto è, ma quasi come una malattia. Esso, in realtà, può verificarsi anche nel bambino, nel quale assume un significato differente a seconda della fascia d’età e delle conseguenze che può avere sia sulla digestione sia sul benessere generale.

Le cause

In altre parole si tratta di un fenomeno o, se si preferisce, disturbo, che può essere del tutto aspecifico oppure diventare un valido indizio di orientamento verso una diagnosi precisa. Nel lattante, per esempio, la causa più comune è l’aerofagia, ossia l’ingestione di aria, favorita il più delle volte da un ancoraggio al seno non ottimale o, in caso di allattamento artificiale, da un foro nella tettarella troppo piccolo. Sempre nelle prime settimane di vita un altro fattore determinante è l’alimentazione del piccolo non ai primi segnali di fame (risveglio dal sonno, movimento degli occhi, schiocco della lingua e movimenti delle labbra) ma dopo l’”esplosione” del pianto, che fa ingurgitare aria. Le coliche sono poi un altro fenomeno fisiologico che determina tensione della parete addominale e, secondo alcuni, è espressione di un processo di maturazione del tubo digerente.

Il ruolo del latte

Il meteorismo, però, può essere anche dovuto a gastroenteriti, difficoltà digestive e allergie alimentari: nel lattante al primo posto troviamo l’allergia alle proteine del latte vaccino, mentre a partire dallo svezzamento gli eventi più probabili sono l’intolleranza al lattosio e al glutine. Il lattosio, in particolare, per poter essere assorbito, richiede l’intervento della lattasi, che lo scinde nelle sue due unità costitutive, glucosio e galattosio. La riduzione di tale enzima, che si verifica in alcuni individui, determina la permanenza di questo zucchero e la sua fermentazione ad opera della flora batterica intestinale: ecco allora spiegati i due segni inconfondibili, il meteorismo e la diarrea, che si manifestano dopo l’assunzione di latte, latticini e altri alimenti contenenti lattosio. Il sospetto inizialmente si pone sulla base di questa associazione diretta, ma può trovare facile e definitiva conferma con l’esecuzione di un semplice test suggerito dal pediatra.Una volta posta la diagnosi, comunque, per il bambino non significa dover rinunciare a un alimento così importante come il latte e a tutti i cibi fonte di lattosio: grazie alla ricerca, infatti, è stato approntato un preparato che consente di degradarlo, ovviando in questo modo alla carenza di lattasi.

Se un bambino, dunque, non ha mai sofferto in precedenza di meteorismo è sempre bene osservare in primo luogo l’andamento di questo disturbo e in particolare se viene influenzato dalla dieta. Nel caso di sua persistenza o accentuazione è sempre bene consultare il pediatra di fiducia al fine di un’attenta valutazione, che consentirà di intraprendere le opportune indagini e i necessari provvedimenti per limitare o possibilmente evitare il disagio al bambino, piccolo o grande che sia.

SPECIALISTI IN EVIDENZA

  • Foto del profilo di Dr. Lorenzo Cerreoni
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici Estetici, Medici di Base

    • Via Macero Sauli 52 - Forlì
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Anna Puccio
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Ginecologi, Medici di Base

    • Via Vincenzo Ponsati 69 - Volvera
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Virgilio De Bono
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici Estetici, Medici di Base, Dermatologi

    • Via Ripense 4 - Roma
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Fabio Fabi
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici dello Sport, Internista, Medici di Base

    • Via Sarsina 147 - Roma
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Francesca Vittorelli
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Terapeuta, Agopuntori, Medici di Base

    • Corso Andrea Palladio 134 - Vicenza
    telefono

PATOLOGIE CORRELATE

Intolleranza al lattosio

Le persone con intolleranza al lattosio non sono in grado di digerire completamente lo zucchero contenuto nel latte. La condizione, che è anche chiamata malassorbimento del lattosio, è solitamente innocua,

Epatite B

L’epatite B è un’infiammazione del fegato abbastanza comune in tutti i Paesi del mondo, determinata dall’infezione da parte dell’Hepatitis B virus (HBV), che rappresenta la seconda causa di epatite acuta

Allergie e intolleranze alimentari

Le reazioni fisiche a certi alimenti sono comuni, ma per la maggior parte sono causate da un’intolleranza alimentare piuttosto che da un’allergia alimentare. Un’intolleranza alimentare può causare alcuni degli stessi

Meteorismo

Il meteorismo è un disturbo gastrointestinale caratterizzato da distensione addominale causata da una eccessiva produzione o accumulo di gas nello stomaco o nell’intestino. Il gas intestinale di solito non si

Ulcera peptica

L’ulcera peptica è una lesione del rivestimento dello stomaco, della prima parte dell’intestino tenue o, occasionalmente, dell’esofago inferiore. L’ulcera nello stomaco è nota come ulcera gastrica mentre quella nella prima

Cirrosi epatica

La cirrosi è una fase tardiva della cicatrizzazione (fibrosi) del fegato causata da molte forme di malattie e condizioni, come l’epatite e l’alcolismo cronico. Il fegato svolge diverse funzioni necessarie,

Ernia iatale

L’ernia iatale si verifica quando la parte superiore dello stomaco si gonfia attraverso il diaframma, il grande muscolo che separa l’addome e il torace. Il diaframma ha una piccola apertura

Esofagite

L’esofagite è un’infiammazione acuta o cronica che può danneggiare i tessuti dell’esofago, il tratto del canale alimentare che collega la faringe allo stomaco. Nell’esofagite lieve le alterazioni della mucosa sono

Tumore del fegato

Nel fegato si possono formare diversi tipi di tumore. Il tipo più comune di cancro al fegato è il carcinoma epatocellulare, che inizia origina negli epatociti, il tipo principale di

Tumore del pancreas

Il tumore del pancreas inizia nei tessuti di questo organo, posto orizzontalmente nell’addome dietro la parte inferiore dello stomaco e in genere si diffonde rapidamente agli organi vicini. Raramente viene
CULTURA E SALUTE
 
AGGIORNAMENTI
 
PERCORSI
 

la tua pubblicità
in esclusiva SU
MY SPECIAL DOCTOR

completa il form e sarai ricontattato da un nostro responsabile