ARTICOLI CORRELATI

Bilancia bloccata? Ecco alcuni errori da evitare

Quanti errori si commettono quando si decide di seguire una dieta e perdere peso! Ma quali sono in particolare quelli che bloccano la bilancia e sono responsabili di non far buttare giù quei chili di troppo che compromettono forma fisica e salute?

Scheda botanica del Cranberry

Tassonomia Mirtillo è la denominazione di diverse specie arbustive spontanee del genere vaccinium, tra cui il cranberry. Si tratta di arbusti semilignei con foglie ovali e fiori penduli di colore

La disautonomia familiare

La disfunzione del sistema nervoso involontario, o disautonomia di tipo familiare è una malattia genetica che va ad interessare dei gruppi di cellule nervose, che non non risultano adeguatamente sviluppate e che non sopravvivono.

Alterata ripartizione dei fluidi corporei

Il nostro corpo è composto principalmente da acqua: nell’adulto possiamo trovarne circa il 60% con valori maggiori nell’uomo rispetto alla donna. Il grasso è idrofobo, per cui l’acqua totale corporea

I pregi dell’anguria

Tra gli allegri colori della frutta estiva prevale tra tanti quel bel rosso intenso dell’anguria, che è dato dal licopene, un antiossidante contenuto nella polpa. L'anguria è davvero un frutto completo.

Allergia alle proteine del latte vaccino

Si tratta di una reazione avversa alle proteine del latte in soggetti ipersensibili. Se non è riconosciuto un meccanismo imunologico si parlerà di intolleranza. È necessario sospendere immediatamente la somministrazione

Peso sotto controllo in gravidanza con un’App

pregnant-776506_960_720-1

Essere in sovrappeso non è mai consigliabile e all’inizio della gravidanza può rappresentare un problema di non poco conto, soprattutto se i chili in eccesso sono numerosi. L’ulteriore incremento ponderale atteso durante i nove mesi può, infatti, comportare criticità ostetrico-ginecologiche e metaboliche sia per la futura mamma sia per il bambino.

In particolare, sovrappeso e obesità in gravidanza aumentano il rischio della donna di sviluppare ipertensione (preeclampsia) e diabete gestazionale e di far crescere troppo il bambino (macrosomia fetale), impedendo il parto per via naturale e aumentando il rischio di obesità nell’infanzia e in età adulta; inoltre, rendono più probabili le complicanze infettive durante il parto con taglio cesareo.

Per aiutare le donne già in sovrappeso al momento del concepimento a non ingrassare troppo durante i mesi successivi, un gruppo di medici della North Western University di Chicago (Stati Uniti) ha messo a punto un’App per smartphone specifica per la donna in gravidanza, in grado di fornire consigli nutrizionali e di stile di vita, sostenere la motivazione con messaggi mirati e migliorare il controllo dei parametri metabolici.

L’impiego di questa App da parte di 140 donne in sovrappeso od obese a partire dalla 16esima settimana di gravidanza, nel contesto del progetto MOMFIT (Maternal Offspring Metabolics: Family Intervention Trial) finanziato dai National Institutes of Health americani, ha effettivamente permesso di ridurre in media di 1,7 kg l’aumento di peso nei 6 mesi successivi rispetto ad altrettante donne con caratteristiche iniziali paragonabili (gruppo di controllo).

Può sembrare poco, ma secondo i medici è un ottimo inizio, soprattutto se si considera che le donne arruolate erano evidentemente ben poco propense a seguire una dieta sana e a praticare attività fisica prima della gravidanza e che i cambiamenti ormonali tipici della gestazione certo non aiutano ad autocontrollare l’assunzione di cibo né a dimagrire.

Cuore dell’App e del programma MOMFIT è la cosiddetta dieta DASH (Diet Approach to Stopping Hypertension): uno schema alimentare ad apporto calorico bilanciato basato sul consumo prevalente di verdura, frutta, cereali integrali, frutta secca, pesce e altre fonti proteiche non grasse e a ridotto tenore di sale e grassi saturi, già utilizzato da anni per contrastare l’ipertensione arteriosa. In aggiunta, per tutte, l’invito costante da parte dell’App a camminare per almeno 30 minuti o 10.000 passi al giorno.

«Una volta innescato, l’incremento di peso che porta all’obesità è difficile da invertire», ha sottolineato ha sottolineato la prof. Linda Van Horn, coordinatrice dello studio. «Con questa App si offre la possibilità di disinnescarlo in una fase in cui la donna è particolarmente motivata a prendersi cura di se stessa per tutelare la salute del bambino e si pongono le basi per la successiva persistente adozione di uno stile di vita più sano da parte di tutta la famiglia».

Il prossimo obiettivo dei ricercatori è capire se contenere l’incremento di peso della donna in gravidanza attraverso il programma MOMFIT può contribuire a ridurre anche la percentuale di bambini obesi dopo i 3-5 anni (che, in base ai dati epidemiologici, in oltre la metà dei casi restano obesi o in sovrappeso anche da adulti).

Nell’attesa di nuovi risultati, anche senza disporre dell’App specifica, è importante che tutte le aspiranti mamme con qualche chilo di troppo concordino con il ginecologo e il nutrizionista un piano dietetico personalizzato semplice da seguire e non troppo restrittivo, ma in grado di evitare incrementi di peso eccessivi, e che cerchino di muoversi di più ogni giorno (se non specificamente controindicato).

Fonte

  • Van Horn L et al. Dietary Approaches to Stop Hypertension Diet and Activity to Limit Gestational Weight: Maternal Offspring Metabolics Family Intervention Trial, a Technology Enhanced Randomized Trial. Am J Prev Med 2018; https://www.ajpmonline.org/article/S0749-3797(18)32025-7/abstract
  • National Institutes of Health – NIH Clinical Trial (https://clinicaltrials.gov/ct2/show/NCT01631747)

SPECIALISTI IN EVIDENZA

  • Foto del profilo di Dr. Giuseppe Panico
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Dermatologi, Medici di Base

    • Viale Prassilla 41 - Roma
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Squillante Gianni Erminio
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Agopuntori, Medicina Omeopatica, Medici di Base

    • Via Monterotondo 14 - Roma
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Giandomenico Mascheroni
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Endocrinologi, Medici di Base, Medico Certificatore

    • Via Petrarca 53 - Carnago
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Federica Filigheddu
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici di Base

    telefono
  • Foto del profilo di Dott. Cristiano Crisafulli
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Diabetologo, Medici di Base, Internista

    • Via Vittorio Emanuele II 181 - Acireale
    telefono

PATOLOGIE CORRELATE

Ulcera peptica

L’ulcera peptica è una lesione del rivestimento dello stomaco, della prima parte dell’intestino tenue o, occasionalmente, dell’esofago inferiore. L’ulcera nello stomaco è nota come ulcera gastrica mentre quella nella prima

Diverticolite

I diverticoli sono piccole tasche che si possono formare nel rivestimento del sistema digestivo. Di solito si producano più frequentemente nella parte inferiore dell’intestino crasso (colon). I diverticoli sono frequenti,

Tumore del fegato

Nel fegato si possono formare diversi tipi di tumore. Il tipo più comune di cancro al fegato è il carcinoma epatocellulare, che inizia origina negli epatociti, il tipo principale di

Stitichezza

La stitichezza è una condizione del sistema digestivo in cui un individuo produce feci difficili da espellere. Nella maggior parte dei casi, questo si verifica perché il colon ha assorbito

Epatite C

L’epatite C è un’infiammazione del fegato, determinata dall’infezione da parte dell’Hepatitis C virus (HCV), di cui esistono 6 varianti, caratterizzate da diversi genotipi, da differente distribuzione epidemiologica e sensibilità ai

Colite

La colite è una malattia infiammatoria intestinale, che si verifica quando il rivestimento dell’intestino crasso o del colon, e del retto sono infiammate. Tale infiammazione produce piccole ulcere alle pareti

Ragadi anali

Le ragadi anali sono piccole lacerazioni nella mucosa che riveste l’ano; possono verificarsi al passaggio di feci dure o grandi durante un movimento intestinale, in genere causano dolore e sanguinamento

Meteorismo

Il meteorismo è un disturbo gastrointestinale caratterizzato da distensione addominale causata da una eccessiva produzione o accumulo di gas nello stomaco o nell’intestino. Il gas intestinale di solito non si

Epatite E

L’epatite E è un’infiammazione del fegato poco comune nei Paesi occidentali, determinata da 4 possibili varianti dell’Hepatitis E virus (HEV), entrato accidentalmente nell’organismo attraverso alimenti o bevande contaminate. Nella maggioranza

Pirosi gastrica

La pirosi gastrica non è altro che il comune “bruciore di stomaco”, che talvolta può presentarsi in modo occasionale ma in altri casi tende a ripetersi fino a cronicizzarsi, con
CULTURA E SALUTE
 
AGGIORNAMENTI
 
PERCORSI
 

la tua pubblicità
in esclusiva SU
MY SPECIAL DOCTOR

completa il form e sarai ricontattato da un nostro responsabile