ARTICOLI CORRELATI

Ipertensione arteriosa

L’aumento della pressione arteriosa rappresenta una patologia molto diffusa nei paesi industrializzati e la sua prevalenza nella popolazione di ogni fascia d’età e sesso dipende anche dallo stile di vita

Epitelioma: cause e sintomi

Gli epiteliomi, pur essendo dei tumori maligni, raramente producono metastasi. Quindi la loro malignità si esprime prevalentemente nella zona di insorgenza e la loro rimozione chirurgica è quasi sempre risolutiva. Si

Dente del giudizio: sintomi e cure

I denti del giudizio, scientificamente chiamati “terzi morali” o “ottavi”, crescono solitamente nell’età in cui teoricamente si acquista la maturità – da qui il nome – ovvero tra i 18 e i

La medicina narrativa (anticipazione)

Oggi molto spesso i medici identificano i pazienti non più con il loro effettivo nome, ma con il numero della stanza nella quale risiedono e magari con la patologia di

Suoni, rumori e patologie dell’udito

Suoni, rumori e patologie dell'udito

Il suono, sia quando prodotto da strumenti musicali che quando prodotto da altre fonti come automobili, strumenti di lavoro o apparecchiature industriali, viene percepito dal sistema uditivo umano, ma anche dal cervello, con diverse reazioni da parte del corpo umano.
Cosi come un certo genere di musica può risultare gradevole e rilassante, un altro genere può risultare stressante o anche insopportabile.

Disponiamo di una specifica unità di misura per il l suono, il decibel (dB), con il quale si possono classificare tutti suoni, siano esso bisbiglio della voce umana che raggiunge circa poco più di 30 decibel o il suono/rumore del motore di una moto ci circa 60-70 decibel. Rumori che superano valori di 70-80 e che possono superare i 100-120, non solo dopo prolungate esposizioni ma anche da subito.

Ma quali sono le conseguenze di questo inquinamento da decibel per la salute dell’udito?

  • Le voci delle persone attorno giungono come coperte e spesso confuse con suoni circostanti. Un esempio per tutti è quello di non comprendere le parole dei nostri interlocutori in una stazione rumorosa o durante un pranzo al ristorante.
  • Difficile ascolto e comprensione delle voci attraverso la cornetta del telefono.
  • Una difficoltà a sentire e spesso ad accorgersi di suoni acuti come la sveglia del mattino o lo squillo del telefono di casa.
  • L’esigenza di alzare sempre più il volume della televisione non riuscendo a seguire i discorsi o chiedere alle persone di voler ripetere quel che hanno appena detto.
  • Talvolta fastidiosi ronzii o anche improvvisi acufeni.

Dunque se si riconosce come propria una di queste difficoltà allora vuol dire che si ha un calo dell’udito ed un potenziale problema per le future capacità uditive, da prevenire attraverso un’accurata indagine con lo specialista otorinolaringoiatra.
Un esame otoscopio e poi audiometrico dell’orecchio appurerà il livello del danno e proporrà le migliori soluzioni.
Evitare di tenersi il problema sperando in un miglioramento spontaneo dell’udito poiché senza far nulla si potrà solo avere un sicuro peggioramento.
Se si sono svolti lavori in cui permane una continua esposizione a rumori ad alto valore in decibel  (es. operatori di macchine industriali) o talvolta se oltre al rumore nocivo sono presenti prodotti chimici tossici per l’orecchio , se si svolgono lavori o si hanno abitudini che espongano ad ascoltare suoni potenzialmente dannosi (es. Operatori di discoteca) in questi casi bisognerà adoperarsi per una immediata riorganizzazione della propria vita quotidiana, sia per il lavoro che per le abitudini.

Nel tempo il rumore in eccesso, oltre ad alterare le capacità auditive e percettive, produce un forte stress che può comportare per il soggetto ulteriori problemi di salute e un aumentato indice di rischio per incidenti o per eventi pericolosi, per via che alla perdita di udito possono associarsi conseguenze neurosensoriali.
Una buona capacità uditiva consente il mantenimento di rapporti sociali e delle relazioni, mentre un udito che peggiora e senza cure mediche può condurre ad isolare la persona che ne soffre e a incidere negativamente sulla qualità della vita.

SPECIALISTI IN EVIDENZA

  • Foto del profilo di Dott.ssa Federica Filigheddu
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici di Base

    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Monica Gamba
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici Estetici, Chirurghi Plastici, Medici di Base

    • Viale Radich 21/N - Grugliasco
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Izabella Sylwia Bartosiewicz
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici di Base, Reumatologi

    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Vittorio Margutti
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Ortopedici, Medici di Base

    • Via Marco Simone Poli 1 - Guidonia Montecelio
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Giuseppe Panico
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Dermatologi, Medici di Base

    • Viale Prassilla 41 - Roma
    telefono

PATOLOGIE CORRELATE

Sindrome delle apnee ostruttive del sonno

Le apnee ostruttive del sonno sono il tipo più diffuso di apnee del sonno: una categoria di disturbi accomunati dal verificarsi di ripetute interruzioni della normale respirazione mentre si dorme,

Ansia

L’ansia o, più precisamente, il “disturbo d’ansia generalizzata”, come indicato nel “Manuale diagnostico statistico dei disturbi mentali – DSM 5”. È una malattia psichiatrica caratterizzata da: preoccupazione e ansia intense

Bruxismo

Il bruxismo è una condizione in cui si digrignano i denti: può accadere, in maniera inconsapevole, in stato di veglia o, più spesso, durante il sonno. Le persone che stringono

Attacco di panico

Cosa si intende per attacco di panico? Si intende come la manifestazione improvvisa di una forte paura accompagnata da un’altrettanto intensa sintomatologia fisica pur in assenza di un reale pericolo

Shock, emergenza medica

Può accadere che la circolazione del sangue attraverso il corpo subisca una improvvisa modificazione dando luogo ad una condizione di shock fisiologico, con diminuzione del flusso e di crisi da

Poliposi nasale

I polipi nasali sono escrescenze molli, indolori e non cancerose che si formano sul rivestimento della cavità nasale o dei seni paranasali e che, aumentando di volume, possono procurare ostruzione

Laringite

Per laringite si indica l’infiammazione della laringe, il tratto anteriore della trachea, in cui hanno sede le corde vocali e che è l’organo fondamentale della fonazione. In caso di laringite,

Otiti

Le otiti sono processi infiammatori che possono colpire diverse parti dell’orecchio. Le due forme più diffuse sono l’otite esterna, che interessa il padiglione auricolare e la prima porzione del condotto

Tracheite

La trachea è un organo dell’apparato respiratorio, fa parte delle vie aeree inferiori ed è situata tra la laringe e i bronchi. È un viscere cavo tubulare la cui funzione

Cefalea

La cefalea, il cosiddetto “mal di testa”, è probabilmente la forma più comune di dolore. Si tratta di un dolore cronico o ricorrente che interessa varie strutture del capo, come
CULTURA E SALUTE
 
AGGIORNAMENTI
 
PERCORSI
 

la tua pubblicità
in esclusiva SU
MY SPECIAL DOCTOR

completa il form e sarai ricontattato da un nostro responsabile