ARTICOLI CORRELATI

Una nutrizione inadeguata?

Un’alimentazione corretta completa dal punto di vista dei componenti nutrizionali degli alimenti, con livelli giusti di zuccheri, e basata su prodotti non nocivi assicurerà la giusta energia quotidiana.

Cosa mangiare durante l’allattamento

Una donna che allatta il proprio bambino necessita di un fabbisogno energetico in corrispondenza al latte prodotto. Per calcolarlo viene tenuto conto di una perdita di peso di 0,5 kg

Forza, vitalità… vitamine?

Esercizio fisico, dieta adeguata, e le vitamine giuste possono veramente aiutare ad avere una vita più sana e duratura. Ma come assumere le vitamine in modo da trarne i maggiori

La celiachia: cos’è e come affrontarla

La celiachia si presenta come una risposta immunitaria anomala a livello dell’intestino tenue dopo ingestione del glutine, proteina presente in molti cereali: grano, ma anche farro, orzo, segale, avena, grano

I cibi grassi che fanno bene

Come componenti di una dieta salutare vi sono alcuni cibi grassi che fanno bene. Aiutano a mantenere notevolmente in salute cervello, cuore e pelle.

Rosacea: bere caffè riduce i rischi di esserne colpiti

rosacea

Aggiungendosi alla lunga lista di approfondimenti scientifici che hanno dimostrato benefici per la salute associati al consumo di caffè, un nuovo studio pubblicato su JAMA Dermatology riporta che le donne che bevono regolarmente caffè non decaffeinato hanno una ridotta probabilità di essere colpite dalla rosacea.

Si tratta di un’alterazione patologica della cute, che interessa di solito l’area centrale del volto e si manifesta con eritemi e lesioni infiammatorie simili a quelle prodotte dall’acne.

I ricercatori della Brown University di Providence, Rhode Island, hanno correlato l’effetto protettivo alla quantità di caffè consumato: chi ne beve almeno quattro tazzine al giorno ha il 23% di probabilità in meno di contrarre rosacea rispetto a coloro che non bevono caffè.

Gli autori della ricerca, guidati dal professore di Dermatologia e di Epidemiologia Wen-Qing Li, hanno analizzato i dati prodotti da un precedente studio di coorte che aveva raccolto informazioni dietetiche e mediche da decine di migliaia di infermiere tra gli anni novanta e i primi anni duemila, allo scopo di esaminare i fattori di rischio per le principali malattie.

Per la loro analisi statistica, Li e i suoi colleghi hanno incluso le informazioni sull’assunzione di caffeina riferite da ciascun soggetto, raccolte tra il 1991 e il follow-up finale nel giugno 2005. Per ridurre il più possibile il rischio di fattori confondenti, il team ha adeguato i calcoli per tener conto dell’influenza del fumo, dell’assunzione di alcol, dell’indice di massa corporea e del livello di attività fisica, tutti elementi che sono stati collegati all’insorgenza della rosacea.

Si è così evidenziato che la caffeina contenuta in altre bevande o nel cioccolato non si associa a una riduzione della rosacea, così come il caffè decaffeinato. Pertanto, gli autori ipotizzano che soltanto la combinazione unica di caffeina e altri composti bioattivi presenti nel caffè possa contrastare i sintomi della rosacea attraverso meccanismi vasocostrittori e antinfiammatori, anche se questo dovrà essere confermato da ricerche future.

Li S et al. Association of Caffeine Intake and Caffeinated Coffee Consumption With Risk of Incident Rosacea In Women. JAMA Dermatol. 2018 Oct 17.

SPECIALISTI IN EVIDENZA

  • Foto del profilo di Dr. Roberto Zaffaroni
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici di Base, Terapeuta

    • Via San Francesco D' Assisi 5 - Varese
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Francesca Vittorelli
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Terapeuta, Agopuntori, Medici di Base

    • Corso Andrea Palladio 134 - Vicenza
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Anna Puccio
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Ginecologi, Medici di Base

    • Via Vincenzo Ponsati 69 - Volvera
    telefono
  • Foto del profilo di Dott. Domenico Napolitano
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Ginecologi, Medici di Base, Medici Estetici

    • Viale Orazio Flacco 5 - Bari
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Fabio Fabi
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici dello Sport, Internista, Medici di Base

    • Via Sarsina 147 - Roma
    telefono

PATOLOGIE CORRELATE

Psoriasi

La psoriasi è un’affezione cronica della pelle, caratterizzata dalla comparsa di caratteristiche chiazze ispessite, desquamate e infiammate su aree cutanee ben definite, più o meno estese. La malattia colpisce lo

Epitelioma

L’epitelioma è un tumore dovuto a una crescita anomala dell’epitelio, che corrisponde al tessuto che riveste la superficie di tutte le strutture e gli organi cavi del corpo umano (dall’epitelio

Varicella

La varicella a tutt’oggi rimane la malattia prevenibile da vaccino più diffusa nel nostro Paese. Si trasmette per via aerea, da persona a persona, attraverso le goccioline di Pflugge o

Verruche

Le verruche sono formazioni benigne che possono comparire sulla cute di qualunque punto del corpo in seguito all’infezione da parte di uno dei virus della famiglia dei papillomi umani o
La Malattia di Peyronie o del Pene Curvo

Malattia di Peyronie o del pene curvo

La malattia di Peyronie è una patologia derivante da una anomalia del pene dovuta ad un tessuto cicatriziale fibroso che compare sul pene modificandone la forma in erezione, che diventa
La rinite allergica

Rinite allergica

La rinite allergica è un’infiammazione della mucosa che riveste le cavità interne del naso (mucosa nasale).

Emorroidi

Le emorroidi sono strutture vascolari dell’ano e del retto inferiore, che servono per mantenere la continenza fecale. Se si gonfiano o infiammano diventano patologiche e causano una sindrome nota come

Gonorrea

La gonorrea è una delle malattie a trasmissione sessuale (MST) più diffuse a livello mondiale, in entrambi i sessi, già a partire dall’adolescenza; se non riconosciuta e trattata adeguatamente in

Angioma

Gli angiomi, detti anche “emangiomi”, sono malformazioni vascolari di tipo benigno che coinvolgono i capillari arteriosi o venosi e possono interessare ogni punto del corpo, ma tendono a comparire più

Sifilide

La sifilide è una malattia a trasmissione sessuale (MTS) causata dal batterio Treponema pallidum e caratterizzata da tre fasi successive di gravità crescente (sifilide primaria, secondaria e avanzata), a evoluzione
CULTURA E SALUTE
 
AGGIORNAMENTI
 
PERCORSI
 

la tua pubblicità
in esclusiva SU
MY SPECIAL DOCTOR

completa il form e sarai ricontattato da un nostro responsabile