ARTICOLI CORRELATI

Zona lombare dolente

La Lombalgia (Mal di schiena) come segnale di altre malattie

Il mal di schiena (Lombalgia) è un sintomo molto diffuso nella popolazione che può dipendere da abitudine errate o stili di vita non appropriati ma talvolta può essere anche un segnale di allarme per alcune malattie che possono scegliere come bersaglio proprio la colonna vertebrale e più specificamente la zona lombare.

Liberi dalla Meningite

Sabato 20 ottobre si è svolto a Roma il convegno “Liberi dalla meningite”. Sono intervenuti Piercarlo Salari, medico chirurgo specialista in pediatria, responsabile del gruppo di lavoro per il sostegno

Omega 3 salva cuore

Due grandi studi presentati all’American Heart Association Scientific Sessions 2018 e pubblicati sul prestigioso New England Journal of Medicine salva vita Monza, 11 novembre 2018 L’associazione degli acidi grassi Omega

Riacquistare l’udito potrebbe essere possibile, riproducendo meccanismi presenti negli uccelli

udito

Gli esseri umani non sono in grado di invertire gli effetti della perdita dell’udito, ma un processo biologico individuato in altre specie animali potrebbe offrire una modalità inattesa di affrontare questo diffuso problema.

L’avanzare dell’età o l’eccessiva esposizione a forti rumori possono danneggiare la coclea, una componente dell’orecchio interno, causando la perdita permanente dell’udito. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, una riduzione, più o meno grave dell’udito colpisce oggi più di 400 milioni di persone in tutto il mondo. Il trattamento tradizionale comporta l’uso di apparecchi acustici, la cui efficacia dipende fortemente dall’individuo.

Ma gli scienziati sanno da tempo che animali come pesci e uccelli sono in grado di mantenere intatto il loro udito rigenerando le cellule sensoriali presenti nella coclea: in effetti, i mammiferi sono gli unici vertebrati che non sono in grado di farlo.

Già nel 2012, Patricia White della University of Rochester aveva identificato un gruppo di recettori responsabili del processo di rigenerazione, in grado di attivare le cellule di supporto nel sistema uditivo degli uccelli: li avevano chiamati fattore di crescita epidermico, o Egf. Queste cellule di supporto attivano quindi la produzione di nuove cellule ciliate sensoriali.

Ora, in un nuovo studio che è stato pubblicato sullo European Journal of Neuroscience, la dottoressa White spiega di aver iniziato una serie di esperimenti per ricreare questo processo nei mammiferi. «Il processo di riparazione dell’udito – ha affermato la ricercatrice – è un problema complesso e richiede una serie di eventi cellulari. Occorre rigenerare le cellule delle cilia sensoriali dell’orecchio e queste cellule devono funzionare correttamente e connettersi con la corrispondente rete di neuroni. La nostra ricerca ha identificato un percorso di segnalazione che può essere attivato con metodi diversi e potrebbe rappresentare un nuovo approccio alla rigenerazione cocleare e, in definitiva, al ripristino dell’udito».

SPECIALISTI IN EVIDENZA

  • Foto del profilo di Dr. Monica Gamba
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici Estetici, Chirurghi Plastici, Medici di Base

    • Viale Radich 21/N - Grugliasco
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Emanuela Costantino
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    • Via Gallinara 2/B - Cagliari
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Lucia Catalano
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Ginecologi, Senologi, Medici di Base

    • Via Belluno 1 - Roma
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Giuseppe Lepore
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Dermatologi, Medici di Base, Chirurghi Generali

    • 19 Via Manzoni Alessandro - Garbagnate Milanese
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Federica Filigheddu
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici di Base

    telefono

PATOLOGIE CORRELATE

Sindrome di Menière

La sindrome di Menière è un disturbo dell’equilibrio caratterizzato da “attacchi” ricorrenti e imprevedibili, che comportano la comparsa di intense vertigini, associate a riduzione dell’udito, fischi e brusii. Ogni attacco

Sinusite

I seni paranasali sono quattro paia di cavità situate all’interno delle ossa del massiccio facciale; comunicano tramite canali ossei e orifizi con le cavità nasali, che a loro volta possono

Infiammazione del dente del giudizio

“Dente del giudizio” è il nome popolare per il terzo molare, uno dei tre denti molari presenti in ognuno dei quattro quadranti della dentatura umana. Questa denominazione deriva dal fatto

Ascesso dentale

Un ascesso dentale è una tasca di pus causata da un’infezione batterica. L’ascesso può verificarsi in diverse regioni del dente e per diversi motivi. Un ascesso periapicale si produce sulla

Labirintite

Per labirintite si intende un’infiammazione della struttura dell’orecchio interno chiamata labirinto. A volte il termine labirintite si riferisce ad altri problemi all’orecchio interno che non sono riferibili a un’infiammazione ma

Bruxismo

Il bruxismo è una condizione in cui si digrignano i denti: può accadere, in maniera inconsapevole, in stato di veglia o, più spesso, durante il sonno. Le persone che stringono

Poliposi nasale

I polipi nasali sono escrescenze molli, indolori e non cancerose che si formano sul rivestimento della cavità nasale o dei seni paranasali e che, aumentando di volume, possono procurare ostruzione

Ipersalivazione

Se la saliva inizia ad accumularsi, potrebbe iniziare a gocciolare fuori dalla bocca involontariamente. Se questo può essere ritenuto normale nei neonati, nei bambini più grandi e negli adulti può

Nevralgia del trigemino

Il nervo trigemino è il quinto delle dodici coppie di nervi cranici presenti nella testa; è il nervo responsabile di fornire sensazioni al viso. Un nervo trigemino corre sul lato

Sensibilità dentinale

Si parla di sensibilità dentinale quando, in risposta a certi stimoli, il paziente avverte un fastidio o un dolore, acuto e di breve durata, che non è attribuibile a cause
CULTURA E SALUTE
 
AGGIORNAMENTI
 
PERCORSI
 

la tua pubblicità
in esclusiva SU
MY SPECIAL DOCTOR

completa il form e sarai ricontattato da un nostro responsabile