ARTICOLI CORRELATI

Fuoco di Sant’Antonio: scopriamone di più

Il Fuoco di Sant’Antonio, chiamato anche sfogo di Sant’Antonio o Herpes zoster secondo la nomenclatura scientifica, è una malattia virale che colpisce individui che in passato hanno contratto la varicella,

Come la postura influenza la nostra vita

Problemi di circolazione, dolori alla cervicale, frequenti emicranie e dolenza muscolare sono dei disagi che, spesso quotidianamente, ci rendono difficile compiere attività qualsiasi nella vita di tutti i giorni, come

Come proteggersi dal sole in estate

Con l’arrivo dell’estate e con le belle giornate ci si espone sempre di più al sole. Relax, vacanze e abbronzatura, ma anche eritemi, scottature e invecchiamento della pelle. A questo

L’invecchiamento cutaneo

invecchiamento-pelle

Quando si parla di pelle si fa presto a ricondurre l’invecchiamento alla semplice comparsa di alterazioni macroscopiche: tutti i segni del passare degli anni sono invece frutto di fenomeni alquanto articolati e molto più complessi di quanto si potesse pensare fino a qualche tempo fa.

Due sono le tipologie di invecchiamento cutaneo: il Chronoaging, dovuto al passare del tempo, e il Photoaging, legato agli effetti dannosi sul genoma e sulle strutture cellulari della pelle dell’esposizione alla radiazione solare.

Per quanto riguarda il Chronoaging sono determinanti i radicali liberi, derivati dell’ossigeno molto reattivi che possono danneggiare varie strutture cellulari, dalle membrane alle proteine al materiale genetico. Relativamente al photoaging va ricordato che “gli UVB sono radiazioni con bassa lunghezza d’onda, molto energetiche, che interagiscono direttamente con il DNA, promuovendo invecchiamento e tumori, gli UVA sono radiazioni a lunghezza d’onda più lunga, meno energetica, ma in grado di penetrare in profondità nella pelle, con un’azione genotossica indiretta tramite la formazione dei radicali liberi e gli UVC sono molto energetici ma frenati dallo strato di ozono” osserva Edoardo Zattra, responsabile dell’Ambulatorio di Dermatologia presso l’Ospedale Sant’Antonio a Padova in occasione del 24° Congresso Mondiale di Dermatologia, svoltosi a Milano dal 10 al 15 giugno.

La ricerca ha compiuto notevoli progressi e si è focalizzata sul ruolo dell’infiammazione, coniando il termine “inflamm-aging”. “L’infiammazione acuta rappresenta un meccanismo difensivo attraverso cui l’organismo cerca di contrastare temporaneamente situazioni di pericolo senza lasciare conseguenze nel nostro organismo” precisa Zattra. L’inflamm-aging, anche se apparentemente priva di sintomi, può promuovere l’insorgenza di danni a cellule a tessuti. La condizione che più richiede attenzione è naturalmente la persistenza, o meglio la cronicizzazione, dell’infiammazione, che si verifica, per esempio, in alcune malattie quali dermatite atopica o psoriasi. Un’infiammazione di basso grado e protratta è insomma la vera insidia. Da questa concezione più recente dell’invecchiamento cutaneo scaturiscono due riflessioni. Innanzitutto l’invecchiamento non è più considerato come un fattore autonomo e ineluttabile ma come un processo fortemente imperniato sull’infiammazione, che evoca curiose analogie con numerose condizioni degenerative, quali ateroclerosi, diabete e degenerazione maculare senile. In secondo luogo è necessario rivedere le strategie per contrastare l’invecchiamento, che devono avvalersi non soltanto di specifici preparati topici ma anche di integratori, da assumere a dosaggio adeguato e per congruo intervallo di tempo, e dell’adozione di un corretto stile di vita. Una molecola promettente è l’isopalmide: si tratta di un nuovo endocannabinoide sintetico, appartenente a una nuova classe di cosmetici attivi nella regolazione dell’inflamm-aging. Studi condotti sui centenari, ancora sani e senza malattie gravi nonostante l’età avanzata, hanno evidenziato livelli significativi di marcatori pro-inflamm-aging insieme ad un alto livello di mediatori anti-infiammatori, suggerendo che “l’invecchiar bene” non è correlato all’assenza di infiammazione ma ad un equilibrio favorevole tra fattori infiammatori e anti-infiammatori.

SPECIALISTI IN EVIDENZA

  • Foto del profilo di Dr. Sabina Orlando
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Dentisti, Ortodontisti

    • 12 Via Toledo - Napoli
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Giuseppe Marinelli
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Dentisti, Ortodontisti

    • Via Gaspare Gozzi 111 - Roma
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Michele Lanciotti
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Urologo, Andrologo

    • Piazzale Michelangelo 41 - Firenze
    telefono
  • Foto del profilo di Dott. Matteo Schirò
    attivo 3 anni, 9 mesi fa

    Ortopedici

    • Piazza del Donatore di Sangue 3 - Torino
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Marco Maria Moscati
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Ortopedici, Chirurghi Pediatrici

    • Corso Giacomo Matteotti 10 - Milano
    telefono

PATOLOGIE CORRELATE

Verruche

Le verruche sono formazioni benigne che possono comparire sulla cute di qualunque punto del corpo in seguito all’infezione da parte di uno dei virus della famiglia dei papillomi umani o

Foruncolosi

La foruncolosi è una dermatite caratterizzata dalla presenza di agglomerati di foruncoli che tendono a svilupparsi sul collo, sui glutei, sul volto e sulle braccia. Generalmente è dovuta all’infezione cutanea

Emorroidi

Le emorroidi sono strutture vascolari dell’ano e del retto inferiore, che servono per mantenere la continenza fecale. Se si gonfiano o infiammano diventano patologiche e causano una sindrome nota come

Vitiligine

La vitiligine è una malattia della pelle dalle cause non note, caratterizzata dalla presenza di chiazze cutanee più chiare (o del tutto prive di pigmentazione) rispetto alla colorazione tipica della

Psoriasi

La psoriasi è un’affezione cronica della pelle, caratterizzata dalla comparsa di caratteristiche chiazze ispessite, desquamate e infiammate su aree cutanee ben definite, più o meno estese. La malattia colpisce lo
Dermatite atopica

Dermatite atopica

La dermatite atopica o “eczema atopico” è una malattia cutanea infiammatoria cronica, associata a prurito, che tipicamente esordisce nei primi anni di vita, persistendo poi per tutta l’età pediatrica e

Allergie e intolleranze alimentari

Le reazioni fisiche a certi alimenti sono comuni, ma per la maggior parte sono causate da un’intolleranza alimentare piuttosto che da un’allergia alimentare. Un’intolleranza alimentare può causare alcuni degli stessi

Gonorrea

La gonorrea è una delle malattie a trasmissione sessuale (MST) più diffuse a livello mondiale, in entrambi i sessi, già a partire dall’adolescenza; se non riconosciuta e trattata adeguatamente in

Epitelioma

L’epitelioma è un tumore dovuto a una crescita anomala dell’epitelio, che corrisponde al tessuto che riveste la superficie di tutte le strutture e gli organi cavi del corpo umano (dall’epitelio

Acne

Il termine acne deriva dalla parola greca acmé o acné, ossia schiuma o sommità, e indica una malattia cutanea molto diffusa nella popolazione giovanile, caratterizzata dalla comparsa sulla pelle di
CULTURA E SALUTE
 
AGGIORNAMENTI
 
PERCORSI
 

la tua pubblicità
in esclusiva SU
MY SPECIAL DOCTOR

completa il form e sarai ricontattato da un nostro responsabile