ARTICOLI CORRELATI

Maculopatia: cause, diagnosi e terapia

La maculopatia è una malattia che colpisce la retina, per l’esattezza la sua parte più importante per la visione cioè quella centrale, chiamata macula. Questa importante regione dell’occhio può andare

L’invecchiamento cutaneo

Quando si parla di pelle si fa presto a ricondurre l’invecchiamento alla semplice comparsa di alterazioni macroscopiche: tutti i segni del passare degli anni sono invece frutto di fenomeni alquanto

Raffreddore: cause, sintomi e cure

Il raffreddore è un’infezione respiratoria acuta di origine virale che interessa principalmente il naso e la gola e che può essere accompagnata da tosse. Una volta colpite dai virus, le

Valvulopatie: Malattie delle valvole cardiache

Su 100 persone 60 sanno cos’è l’infarto ma soltanto 7 conoscono le malattie delle valvole cardiache (valvulopatie). È quanto emerge da un’indagine condotta lo scorso anno su quasi 13 mila

Fuoco di Sant’Antonio: scopriamone di più

Fuoco-di-SantAntonio-1

Il Fuoco di Sant’Antonio, chiamato anche sfogo di Sant’Antonio o Herpes zoster secondo la nomenclatura scientifica, è una malattia virale che colpisce individui che in passato hanno contratto la varicella, in quanto rappresenta una riattivazione del virus che generalmente non viene eliminato completamente dall’organismo, ma rimane latente in alcune parti del sistema nervoso. Questo virus deve il suo particolare nome all’antica tradizione, nata nel Medioevo ma presente soprattutto in età moderna, di invocare il Santo Antonio Abate per chiedere la guarigione dalla malattia. Il fuoco di Sant’Antonio può colpire anche i giovani, ma si presenta più frequentemente dai 40 anni in su.

Sintomatologia e contagio

Non si è ancora a conoscenza della causa specifica che scatena il fuoco di Sant’Antonio: il sistema immunitario dovrebbe sopprimere la riattivazione del virus latente, tuttavia in molti casi questo non avviene, soprattutto in persone con un sistema immunitario debole, a causa di vecchiaia, stress psicologico e altri fattori di rischio. Il contagio del fuoco di Sant’Antonio può avvenire solo per contatto diretto e non per via aerea, ma quello che viene trasmesso è in realtà il virus varicella-zoster (VZV), che scatena per l’appunto la varicella in individui che non l’hanno mai avuta. I primi sintomi del virus, quali mal di testa e febbre, sono molto generici e per questo possono essere scambiati per una semplice influenza. Compaiono in seguito i sintomi specifici del fuoco di Sant’Antonio quali bruciore, formicolio, prurito e forti dolori, sopratutto per le persone in età avanzata, e dopo qualche giorno un arrossamento della pelle(rash cutaneo) seguito dalla comparsa di vescicole. A seconda della zona colpita dal virus possono esserci delle complicazioni aggiuntive: nel caso in cui riguarda la zona oculare si parla di herpes oftalmico mentre se colpisce la zona dell’orecchio si può contrarre la Sindrome di Ramsay Hunt tipo II.

Trattamenti e vaccinazione

Il vaccino contro la varicella, che in Italia è diventato obbligatorio, contribuisce ovviamente anche a scongiurare il rischio del fuoco di Sant’Antonio; tuttavia secondo alcuni studi, dato che un adulto a contatto con un bambino che ha contratto la varicella sviluppa una immunità per l’herpes zoster, la diffusione del vaccino aiuta in un certo senso la diffusione del virus latente. Esiste anche un vaccino specifico per il fuoco di Sant’Antonio (Zostavax), indirizzato ad adulti che hanno contratto in passato la varicella, che secondo alcuni studi americani riduce il rischio di essere colpiti dal virus del 50-70%. Per chi invece ha già contratto il virus, un trattamento a base di antivirali previa prescrizione medica può aiutare a ridurre la durata e l’intensità dei sintomi fino alla completa regressione dell’infezione, che avviene generalmente dopo 2-4 settimane.

SPECIALISTI IN EVIDENZA

  • Foto del profilo di Dott. Massimo Carotenuto
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Chirurghi Generali, Medici di Base

    • Via Lepanto 95 - Pompei
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Irene Pistis
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici Estetici, Medici di Base, Medico Certificatore

    • Via della Reoubblica 461/3 - Vergato
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Francesca Marceddu
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Anestesisti, Medici di Base

    • Via del Risorgimento 49 - Pirri
    telefono
  • Foto del profilo di Dott. Domenico Napolitano
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Ginecologi, Medici di Base, Medici Estetici

    • Viale Orazio Flacco 5 - Bari
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Erminia Maria Ferrari
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medicina Omeopatica, Medici di Base, Pediatri

    • Via San Carlo 3 - Castel Rozzone
    telefono

PATOLOGIE CORRELATE

Parotite

La parotite è un’infezione virale acuta generalizzata, che colpisce principalmente bambini in età scolare e adolescenti. A malattia è diffusa in tutto il mondo e l’uomo è il solo ospite

Citomegalovirus

ll Citomegalovirus è un virus al DNA che appartiene al gruppo degli herpes virus. Dopo l’infezione primaria persiste in forma latente nell’organismo e può riattivarsi quando i sistemi di difesa

Varicella

La varicella a tutt’oggi rimane la malattia prevenibile da vaccino più diffusa nel nostro Paese. Si trasmette per via aerea, da persona a persona, attraverso le goccioline di Pflugge o

Candidiasi

La candida Albicans e le altre specie relative possono determinare diversi tipi di infezioni. Le candidiasi cutanee includono la condizione di pelle erosa tra le dita dei piedi, le balanini

Infezione da Coronavirus

In realtà il Coronavirus appartiene ad una tipologia di virus in grado di causare malattie varie dal semplice raffreddore alla sindrome respiratoria acuta grave (SARS) e la sindrome respiratoria mediorientale
Salmonellosi

Salmonellosi

L’infezione da salmonella o salmonellosi è una infezione batterica che colpisce l’intestino. Questo batterio abita nel tratto intestinale degli animali e dell’uomo e fuoriesce all’esterno con l’espulsione delle feci. Può

Shock, emergenza medica

Può accadere che la circolazione del sangue attraverso il corpo subisca una improvvisa modificazione dando luogo ad una condizione di shock fisiologico, con diminuzione del flusso e di crisi da

Rosolia

La rosolia è una malattia causata da un virus che si trasmette da persona a persona con le goccioline delle secrezioni naso-faringee. La rosolia è endemica in tutto il mondo

Morbillo

Il morbillo è un’infezione virale presente in ogni parte del mondo; è una malattia che colpisce solo l’uomo, non esistono riserve animali, non esiste uno stato di portatore asintomatico. L’OMS

Tetano

Il tetano è una malattia causata dal Clostridium tetani, batterio gram-positivo, anaerobio, sporigeno, che penetra nell’organismo attraverso una ferita e porta a manifestazioni sistemiche attraverso una tossina (esotossina). L’OMS riporta
CULTURA E SALUTE
 
AGGIORNAMENTI
 
PERCORSI
 

la tua pubblicità
in esclusiva SU
MY SPECIAL DOCTOR

completa il form e sarai ricontattato da un nostro responsabile