ARTICOLI CORRELATI

Maculopatia: cause, diagnosi e terapia

La maculopatia è una malattia che colpisce la retina, per l’esattezza la sua parte più importante per la visione cioè quella centrale, chiamata macula. Questa importante regione dell’occhio può andare

Raffreddore: cause, sintomi e cure

Il raffreddore è un’infezione respiratoria acuta di origine virale che interessa principalmente il naso e la gola e che può essere accompagnata da tosse. Una volta colpite dai virus, le

Come proteggersi dal sole in estate

abbronzatura

Con l’arrivo dell’estate e con le belle giornate ci si espone sempre di più al sole. Relax, vacanze e abbronzatura, ma anche eritemi, scottature e invecchiamento della pelle. A questo punto ci si chiede se il sole faccia davvero bene alla salute.

Se da una parte favorisce la sintesi della vitamina D, fissa il calcio nelle ossa, combatte i batteri e la depressione, dall’altra parte un’esposizione solare massiccia e senza protezione può provocare danni permanenti alla nostra pelle. Quando ci si espone al sole la pelle assorbe parte dei raggi solari, avviando una reazione chimica che si sviluppa, in modo da proteggere gli strati profondi della cute. Nel momento in cui la pelle è a contatto diretto con il sole i melanociti vengono stimolati a produrre più melanina e quindi ci si abbronza. L’abbronzatura, quindi, è una sorta di autodifesa che la pelle attua per proteggersi dal sole, specialmente dai raggi ultravioletti, che sono quelli più dannosi per la nostra pelle.

Questi ultimi si dividono in raggi UVA, che stimolano l’abbronzatura ma che provocano anche l’invecchiamento della pelle e tumori cutanei, raggi UVB che favoriscono l’abbronzatura veloce e la sintesi della vitamina D, ma provocano scottature ed eritemi e i raggi UVC, che per fortuna non arrivano alla Terra, perché fermati dallo strato di ozono. Queste radiazioni danneggiano la pelle e il DNA, facendo aumentare anche il rischio di tumori.

Come proteggersi dal sole?

Le zone del corpo più a rischio sono sicuramente il viso, le braccia e la parte superiore delle spalle, in quanto sono quelle più esposte al sole. Per chi ha la carnagione chiara e gli occhi azzurri o verdi l’esposizione diretta ai raggi solari dovrebbe essere di 5-10 minuti, per le persone con carnagione scura e capelli e occhi scuri, invece, dovrebbe essere di massimo 45 minuti. Le creme protettive sono un buon metodo per proteggersi dai raggi ultravioletti e oggi in commercio ne esistono di diversi tipi. Ovviamente più è alto il fattore di protezione minore è il rischio di scottarsi. Si consiglia, quindi, di comprare sempre un solare con indice di protezione più alto rispetto a quello indicato per il proprio tipo di pelle, infatti queste creme vengono testate in laboratorio su quantità maggiori rispetto a quelle che vengono, poi, utilizzate realmente al sole. Altra cosa fondamentale è riapplicare la crema ogni volta che ci si espone al sole e quando si torna a casa, lavare per bene la pelle, togliendo ogni residuo e applicare un doposole che abbia proprietà lenitive e idratanti.

Una delle cose più importanti, ovviamente, è evitare le ore più calde della giornata, soprattutto se si tratta di portare dei bambini al mare. È consigliabile che questi prendano il minor sole possibile quindi portateli la mattina presto dalle 7.30 alle 9.00 e il pomeriggio dalle 17.30 alle 19.00. Inoltre, è consigliabile bere molto e proteggersi anche se ci sono nuvole o siete sotto l’ombrellone.

SPECIALISTI IN EVIDENZA

  • Foto del profilo di Studio Medico San Pellegrino
    attivo 3 anni, 5 mesi fa

    Medici dello Sport, Medici di Base

    Fai passa parola!

    Consiglia questo special

    doctor ad un amico

    messaggio telefono visita a
    domicilio
    video
    consulenza
    WhatsApp conferenze
    e webinar
  • Foto del profilo di Dott.ssa Monica Calcagni
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Ginecologi, Medici Estetici, Medici di Base

    • Via Casilina 32 - Arce
    telefono
  • Foto del profilo di Dott. Domenico Napolitano
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Ginecologi, Medici di Base, Medici Estetici

    • Viale Orazio Flacco 5 - Bari
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Lorenzo Cerreoni
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici Estetici, Medici di Base

    • Via Macero Sauli 52 - Forlì
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Cinzia Maria Zurra
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici di Base, Medici Estetici, Nutrizionisti

    • Viale Rimembranze 5 - Triuggio
    telefono

PATOLOGIE CORRELATE

Epidermolisi bollosa

L’epidermolisi bollosa (EB) corrisponde a un gruppo di malattie genetiche rare e invalidanti caratterizzate dalla comparsa di bolle e lesioni sulla pelle e nelle mucose interne, che possono svilupparsi spontaneamente

Cellulite

La cellulite è un’alterazione su base infiammatoria del tessuto sottocutaneo ricco di grasso (pannicolo adiposo), innescato dal ristagno di liquidi dovuto alla cattiva circolazione venosa e linfatica (la linfa è

Angioma

Gli angiomi, detti anche “emangiomi”, sono malformazioni vascolari di tipo benigno che coinvolgono i capillari arteriosi o venosi e possono interessare ogni punto del corpo, ma tendono a comparire più

Epitelioma

L’epitelioma è un tumore dovuto a una crescita anomala dell’epitelio, che corrisponde al tessuto che riveste la superficie di tutte le strutture e gli organi cavi del corpo umano (dall’epitelio
Dermatite atopica

Dermatite atopica

La dermatite atopica o “eczema atopico” è una malattia cutanea infiammatoria cronica, associata a prurito, che tipicamente esordisce nei primi anni di vita, persistendo poi per tutta l’età pediatrica e

Candidiasi

La candida Albicans e le altre specie relative possono determinare diversi tipi di infezioni. Le candidiasi cutanee includono la condizione di pelle erosa tra le dita dei piedi, le balanini

Acne

Il termine acne deriva dalla parola greca acmé o acné, ossia schiuma o sommità, e indica una malattia cutanea molto diffusa nella popolazione giovanile, caratterizzata dalla comparsa sulla pelle di

Gonorrea

La gonorrea è una delle malattie a trasmissione sessuale (MST) più diffuse a livello mondiale, in entrambi i sessi, già a partire dall’adolescenza; se non riconosciuta e trattata adeguatamente in

Micosi

Le micosi cutanee sono un gruppo abbastanza ampio e diversificato di affezioni dermatologiche determinate dalla colonizzazione dell’epidermide da parte di microrganismi come Malassezia furur (responsabile della pitiriasi versicolor), funghi dermatofiti

Foruncolosi

La foruncolosi è una dermatite caratterizzata dalla presenza di agglomerati di foruncoli che tendono a svilupparsi sul collo, sui glutei, sul volto e sulle braccia. Generalmente è dovuta all’infezione cutanea
CULTURA E SALUTE
 
AGGIORNAMENTI
 
PERCORSI
 

la tua pubblicità
in esclusiva SU
MY SPECIAL DOCTOR

completa il form e sarai ricontattato da un nostro responsabile