Prendi in mano la tua salute

Prendi in mano la tua salute

Prendi in mano la tua salute

ARTICOLI CORRELATI

Ma i frullati sono sempre salutari?

Freddo, vellutato, profumato e gustoso viene bevuto tutto d’un sorso per spegnere il fuoco della sete, ma anche per darci tanta energia rinnovata.


Celiachia: caratteristiche e numeri in Italia

Celiachia: Cos’è La celiachia è una delle malattie ereditarie più frequenti dell’età pediatrica ma fortunatamente anche una delle condizioni curabili: il rimedio consiste infatti nell’eliminazione di tutti gli alimenti contenenti

Una nutrizione inadeguata?

Un’alimentazione corretta completa dal punto di vista dei componenti nutrizionali degli alimenti, con livelli giusti di zuccheri, e basata su prodotti non nocivi assicurerà la giusta energia quotidiana.

Cosa mangiare durante l’allattamento

Una donna che allatta il proprio bambino necessita di un fabbisogno energetico in corrispondenza al latte prodotto. Per calcolarlo viene tenuto conto di una perdita di peso di 0,5 kg

I cibi grassi che fanno bene

Come componenti di una dieta salutare vi sono alcuni cibi grassi che fanno bene. Aiutano a mantenere notevolmente in salute cervello, cuore e pelle.

I benefici del vino rosso

Secondo una ricerca condotta dall’Università di Alberta in Canada, bere un bicchiere di vino al giorno equivale ad un’ora di attività fisica. I ricercatori hanno scoperto che il vino rosso

Alimenti per le ossa

Un nuovo video podcast di My Special Doctor a cura della Dott.ssa Maria Chiara Villa e del Dott. Piercarlo Salari

Quegli strani mal di pancia ricorrenti

stomach-3532098_1920-2

Se pensiamo alla nostra infanzia, tra le numerose esperienze che siamo in grado di ricordare non manca certamente almeno un mal di pancia: associato a una classica indigestione, a una gastroenterite, all’assunzione di un alimento scaduto piuttosto che a un viaggio. Un episodio, insomma, che ha lasciato una traccia memorabile. Di solito, in effetti, il mal di pancia è un evento acuto e per lo più occasionale.

In alcuni bambini, soprattutto verso l’età scolare, però, esso diventa ricorrente: gli attacchi di dolore, in pratica, si ripresentano con una cadenza abbastanza regolare, anzi ciclica, di solito con frequenza mensile. Inizialmente verrebbe da pensare al classico sotterfugio a cui i bambini ricorrono per sottrarsi ai propri impegni e responsabilità. Ma quello che prima o poi sorprende è che queste “crisi” compaiono indipendentemente dalla scuola o da altri fattori: magari prima di una gita, di una festa o di un altro momento piacevole, a cui il bambino si troverà costretto a rinunciare. Se poi indaghiamo più a fondo scopriamo che nella maggior parte di questi casi c’è familiarità per emicrania. E magari emerge anche una chinetosi, ossia un mal d’auto, un mal di mare o analogo disturbo correlato a mezzi di trasporto. Cosa significa allora tutto questo?

Questi mal di pancia ricorrenti, che non saltano quasi mai l’appuntamento, delineano la cosiddetta sindrome periodica o emicrania addominale: una curiosa manifestazione che può durare fino a 72 ore accompagnata da crampi al centro dell’addome, vomito, inappetenza e spesso pallore, ronzii alle orecchie e alterazioni visive. La denominazione di “emicrania” non è casuale se si considera che l’intestino è stato giustamente ribattezzato “secondo cervello” e condivide con il sistema nervoso centrale numerosi mediatori tra cui in particolare la serotonina: essa svolge infatti un ruolo determinante nella sindrome periodica, di cui peraltro non risultano del tutto chiare le dinamiche. Il trattamento deve essere necessariamente personalizzato e soprattutto deve tenere conto di tutti gli eventuali sintomi correlati, a partire da quelli che possono ricondurre a una forma iniziale e ancora sfumata di emicrania.

Naturalmente è fondamentale differenziare il mal di pancia ricorrente da altre tipologie, per esempio da quello dovuto a intolleranza al lattosio. Quest’ultima, infatti, spesso può assumere un carattere alquanto subdolo, dando luogo a dolore addominale, diarrea e talvolta vomito non immediatamente dopo l’ingestione di questo zucchero ma al superamento di una determinata soglia.

SPECIALISTI IN EVIDENZA

  • Foto del profilo di Dr. Sergio Ettore Salteri
    attivo 4 anni, 1 mese fa

    Medici di Base, Chiropratici, Posturologi

    • Via Vial di Romans 8 - Cordenons
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Domenico D'Angelo
    attivo 4 anni, 1 mese fa

    Otorinolaringoiatri, Medici di Base, Medico Competente

    • Via Pola 5 - San Prisco
    telefono
  • Foto del profilo di Dott. Gianlorenzo Casani
    attivo 4 anni, 1 mese fa

    Geriatria, Medico Certificatore, Medici di Base

    • Via Costantino Baroni 71/73 - Milano
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Emanuela Costantino
    attivo 4 anni, 1 mese fa

    • Via Gallinara 2/B - Cagliari
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Francesca Marceddu
    attivo 4 anni, 1 mese fa

    Anestesisti, Medici di Base

    • Via del Risorgimento 49 - Pirri
    telefono

PATOLOGIE CORRELATE

Ernia iatale

L’ernia iatale si verifica quando la parte superiore dello stomaco si gonfia attraverso il diaframma, il grande muscolo che separa l’addome e il torace. Il diaframma ha una piccola apertura

Epatite C

L’epatite C è un’infiammazione del fegato, determinata dall’infezione da parte dell’Hepatitis C virus (HCV), di cui esistono 6 varianti, caratterizzate da diversi genotipi, da differente distribuzione epidemiologica e sensibilità ai

Diverticolite

I diverticoli sono piccole tasche che si possono formare nel rivestimento del sistema digestivo. Di solito si producano più frequentemente nella parte inferiore dell’intestino crasso (colon). I diverticoli sono frequenti,

Morbo di Crohn

Il morbo di Crohn è una malattia infiammatoria cronica intestinale. Provoca un’infiammazione del tratto digestivo e, in persone diverse, può coinvolgere diverse aree del tubo digerente. L’infiammazione causata dal morbo

Reflusso gastroesofageo

La malattia da reflusso gastroesofageo (MRGE) consiste in un’accentuata risalita di parte del contenuto acido dello stomaco verso l’esofago, favorita da una scarsa tenuta o da un’aumentata frequenza di apertura

Appendicite

L’appendicite è un’infiammazione dell’appendice, una formazione tubulare che fa parte dell’intestino crasso, a cui in passato non veniva riconosciuto uno scopo specifico; recentemente si è però scoperto il suo ruolo

Epatite E

L’epatite E è un’infiammazione del fegato poco comune nei Paesi occidentali, determinata da 4 possibili varianti dell’Hepatitis E virus (HEV), entrato accidentalmente nell’organismo attraverso alimenti o bevande contaminate. Nella maggioranza

Colite ulcerosa

La colite ulcerosa è una malattia infiammatoria intestinale che causa infiammazione a lungo termine e ulcere nel tratto digestivo. La colite ulcerosa colpisce il rivestimento più interno dell’intestino crasso (colon)
Salmonellosi

Salmonellosi

L’infezione da salmonella o salmonellosi è una infezione batterica che colpisce l’intestino. Questo batterio abita nel tratto intestinale degli animali e dell’uomo e fuoriesce all’esterno con l’espulsione delle feci. Può
Alcolismo

Alcolismo

L’alcolismo è una vera e propria malattia, per come si presenta, per i disturbi che causa, per i sintomi che procura al paziente. Si usa il termine Alcolismo quando i
CULTURA E SALUTE
 
AGGIORNAMENTI
 
PERCORSI
 

la tua pubblicità
in esclusiva SU
MY SPECIAL DOCTOR

completa il form e sarai ricontattato da un nostro responsabile