ARTICOLI CORRELATI

Epatite A: cosa sapere

L’epatite A è un’infezione epatica contagiosa causata dal virus dell’epatite A, il virus HAV, uno dei virus che causano infiammazione e che possono compromettere le funzioni del fegato. La patologia si

I danni dell’alcool

Nel mondo 1 persona su 3 consuma regolarmente bevande alcoliche (pari a 2,4 miliardi di persone, delle quali 1 miliardo e mezzo uomini e 900 milioni donne): questo il risultato

Il Cranberry in cucina

Dopo la raccolta i frutti del cranberry possono essere consumati freschi, essiccati oppure trasformati in sciroppi o marmellate. I cranberry vengono utilizzati, quindi, sia per preparazioni dolci che salate e

Il frutto della salute: il Cranberry

CARATTERISTICHE NUTRIZIONALI DEL CRANBERRY FRESCO I cranberries presentano un elevato contenuto d’acqua, ma anche di zuccheri. Le bacche contengono fibre, sali minerali e vitamine A, B e C. I composti

Cosa mangiare durante l’allattamento

Una donna che allatta il proprio bambino necessita di un fabbisogno energetico in corrispondenza al latte prodotto. Per calcolarlo viene tenuto conto di una perdita di peso di 0,5 kg

L’alimentazione in età evolutiva

alimentazione-bambini

Durante i primi anni di vita è il pediatra a seguire l’alimentazione del bambini. Per i ragazzi dai 6 ai 12 anni una corretta alimentazione è molto importante, per garantire una normale crescita. È necessario, quindi, educare i bambini sin da piccoli a mangiare correttamente, assicurandosi che assumino le giuste quantità di proteine, vitamine e sali minerali. Purtroppo oggigiorno le abitudini alimentari dei ragazzi sono quasi sempre scorrette, recando non poche preoccupazioni sul piano salute. Genitori ed educatori hanno il compito di impegnarsi affinchè i propri figli evitino di commettere errori alimentari e si abituino a mangiare in maniera corretta. Inoltre è necessario che i giovani non si limitino in scelte monotone, ma si abituino a mangiare di tutto.

Ecco come comportarsi:

  • Consumare con regolarità la prima colazione preferendo latte e yogurt
  • Consumare una merenda a base di frutta
  • Per i principali pasti preferire pasta o riso in associazione a legumi e verdura
  • Prevedere sia per il pranzo che per la cena un contorno a base di verdure o ortaggi e una porzione di frutta di stagione
  • Dedicare almeno un’ora al giorno all’attività fisica.

È utile fare riferimento a queste indicazioni anche per gli anni a seguire, tenendo sempre conto delle indicazioni del medico generico o del pediatra e dei fabbisogni legati alle singole fasce d’età.

Fonte: Manuale di dietetica e nutrizione clinica di Franco Contaldo e collaboratori.

SPECIALISTI IN EVIDENZA

  • Foto del profilo di Dott.ssa Elisabetta Feliciani
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    • Via Del Lavoro 40 - Bologna
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Riccardo Corizza
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    • Via Nomentana 173 - Roma
    telefono
  • Foto del profilo di Prof. Claudio Corradini
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Neurologi, Fisiatri

    • Via Col di Lana 14 - Bolzano
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Valentina Sciubba
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Psicologi, Psicologo Clinico, Psicoterapeuti

    • Via del Pigneto 27 - Roma
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Raffaele Siniscalco
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Chirurghi, Chirurghi Estetici

    • Viale Giuseppe Mazzini 142 - Roma
    telefono

PATOLOGIE CORRELATE

Esofago di Barrett

L’esofago di Barrett è una complicanza grave della malattia da reflusso gastroesofageo. Nell’esofago di Barrett, il tessuto normale che riveste l’esofago – il tubo che trasporta il cibo dalla bocca

Epatite A

L’epatite A è l’infiammazione acuta del fegato più comune a livello mondiale ed è determinata dal virus omonimo, entrato accidentalmente nell’organismo attraverso alimenti o bevande contaminate. Nei Paesi in via

Tumore dello stomaco

Il cancro dello stomaco inizia quando le cellule tumorali si formano nel rivestimento interno dello stomaco, per poi crescere in maniera incotrollata. Il carcinoma gastrico è il tumore maligno più

Epatite D

L’epatite D è un’infiammazione acuta del fegato determinata dall’Hepatitis D virus (HDV): un virus “difettivo” che per poter infettare le cellule epatiche, moltiplicarsi e causare la malattia necessita della contemporanea

Ernia inguinale

L’ernia è la fuoriuscita di un viscere dalla cavità che normalmente lo contiene, attraverso un orifizio o un canale anatomico. Nell’ernia inguinale, il peduncolo esce dall’addome attraverso l’orifizio inguinale esterno

Appendicite

L’appendicite è un’infiammazione dell’appendice, una formazione tubulare che fa parte dell’intestino crasso, a cui in passato non veniva riconosciuto uno scopo specifico; recentemente si è però scoperto il suo ruolo

Morbo di Crohn

Il morbo di Crohn è una malattia infiammatoria cronica intestinale. Provoca un’infiammazione del tratto digestivo e, in persone diverse, può coinvolgere diverse aree del tubo digerente. L’infiammazione causata dal morbo

Intolleranza al lattosio

Le persone con intolleranza al lattosio non sono in grado di digerire completamente lo zucchero contenuto nel latte. La condizione, che è anche chiamata malassorbimento del lattosio, è solitamente innocua,

Poliposi intestinale

I polipi sono crescite anomale di tessuto che sporgono verso una tonaca mucosa; sono escrescenze patologiche che, nell’intestino, si formano specialmente nel colon e nel retto. Per la maggior parte,

Ragadi anali

Le ragadi anali sono piccole lacerazioni nella mucosa che riveste l’ano; possono verificarsi al passaggio di feci dure o grandi durante un movimento intestinale, in genere causano dolore e sanguinamento
CULTURA E SALUTE
 
AGGIORNAMENTI
 
PERCORSI
 

la tua pubblicità
in esclusiva SU
MY SPECIAL DOCTOR

completa il form e sarai ricontattato da un nostro responsabile