ARTICOLI CORRELATI

Addome acuto: cosa fare?

Nel momento in cui si presenta l’addome acuto è necessario intervenire chirurgicamente. Il dolore addominale è di diverso tipo a seconda dell’eziologia. I sintomi generali sono: dolore viscerale, dolore dal

Attacchi di panico e dipendenze

Talvolta disturbi come l’attacco di panico possono manifestarsi anche in presenza di altre problematiche come ad esempio quelle relative all’uso di sostanze che creano dipendenze, come l’alcol, la nicotina, la caffeina, e ancor di più anfetamine, farmaci o droghe come la cannabis o la cocaina.

Il fitness cognitivo-emotivo

Per promuovere e favorire la crescita personale occorre potenziare l’efficacia della mente nella molteplicità delle sue funzione. Il fitness cognitivo-emotivo ha l’obiettivo di aiutare una persona ad affinare la propria

Eccipienti dei farmaci: inattivi, ma non per tutti

Gli eccipienti, vale a dire le sostanze “biologicamente inerti” aggiunte a un farmaco per migliorarne sapore, colore, efficienza di assorbimento, modalità e tempi d’azione nell’organismo, sono generalmente ritenuti sicuri e

Sindrome della gamba senza riposo

I pazienti che ne soffrono riferiscono una sensazione di fastidio a una o a entrambe le gambe (con interessamento anche delle braccia nei casi più gravi) con la necessità indifferibile di muoverle, per esempio se

Ernia del disco: come curarla

L’ernia del disco è conosciuta anche come “ernia o prolasso discale”. Questa affezione consiste nella rottura di un disco vertebrale che, aprendosi, causa la fuoriuscita di materiale discale che va
L’Anemia può causare affaticamento?

L’Anemia può causare affaticamento?

Un’insufficienza di ferro nel sangue può provocare un’anemia, responsabile ius notevole senso di affaticamento. Nelle donne l’anemia è un fatto ricorrente per via del ciclo mestruale. Quando c’è un’anemia i

L’astinenza sessuale, come vederla nel panorama della salute e del benessere?

L'astinenza sessuale, come vederla nel panorama della salute e del benessere ?

Cosa succede quando si smette di fare sesso, quali sono i meccanismi del desiderio sessuale ?

Studiosi e ricercatori non sono ancora riusciti a definire esattamente in cosa consista il desiderio sessuale o come misurarlo negli uomini o nelle donne.
Sebbene gli ormoni abbiano un ruolo importante, non è del tutto chiaro in che percentuale possano concorrere alla costruzione del desiderio, dato che molti altri fattori, come lo stato generale di salute, le condizioni sociali e culturali, e lo stato psicologico delle persone, possono concorrere alla struttura del desiderio e poi della libido.
Alcuni ne sono convinti e altri meno che una regolare attività sessuale possa influenzare il proprio stato generale di salute fisica. Forse il sesso è l’ultima cosa a cui si pensa quando si è stressati, ma il praticarlo potrebbe aiutare proprio a ridurre l’ansia ed i suoi effetti.
La mancanza di sesso potrebbe indebolire il nostro sistema immunitario, aumentare la pressione sanguigna e persino influenzare la prostata. Sono quindi possibili effetti sulla salute delle persone.
Il sesso sembra limitare la quantità di ormoni che il corpo rilascia in risposta allo stress, limitandone l’azione negativa.
Una vita sessuale attiva può renderci più felici e più sani.

La ricerca riporta che le persone che fanno sesso una volta al mese o meno soffrono di malattie cardiache più spesso di quelle che lo fanno due volte a settimana circa. La pressione del sangue può tenersi più bassa se si pratica una regolare attività sessuale, si può comprendere il perché, dato che un certo esercizio aerobico unitamente ad un moderato sforzo muscolare concorrono ad un miglioramento pressorio, oltre ai già citati effetti positivi sui meccanismi dell’ansia.

Durante l’attività sessuale generalmente vengono bruciate circa 5 calorie al minuto, un pò come quando si fa una camminata veloce, e in aggiunta viene consumato anche più ossigeno.
Potrebbe non sembrare molto, ma tutte queste attività cominciano a sommarsi nel tempo alle diverse altre. E poiché il sesso può migliorare la salute mentale, di conseguenza vengono ad aumentare anche tutti gli esercizi sia operativi che sportivi.
Un’attività sessuale regolare sembra essere collegata a un miglioramento della memoria, soprattutto per i più anziani.

  • Nelle persone con problemi metabolici assicura un mantenimento della funzione sessuale , che potrebbe essere danneggiata (come nel diabete) da valori di laboratorio elevati.
  • Negli ipertesi e nei cardiopatici l’attività sessuale favorisce il mantenimento dell’esercizio fisico collegato e migliora il rilassamento fisico generale.
  • Nelle persone con disturbo dansia o depressione un’astinenza può aumentare la tendenza all’isolamento ed aumentare i sintomi, mentre una frequente attività sessuale (ove possibile, anche incoraggiata dal partner) può migliorare lo stato umorale.
  • Nelle persone con Malattia di Peyronie (pene curvo) l’astinenza, per via della mancanza di esercizio d’organo, può causare un peggioramento della curvatura peniena ed un atteggiamento generale di rinuncia, mentre una frequente attività sessuale, anche quando più limitata, aiuta la circolazione sanguigna e l’ossigenazione dei corpi cavernosi del pene, ed un miglioramento della condizione.

Praticare sesso con frequenza settimanale può rafforzare il sistema immunitario rispetto a quanti non lo praticano. In parte questo dipende dall’aumento dei livelli d immunoglobulina A o IgA, sostanza in grado di combattere i germi, anche se la stessa sostanza tenderebbe a diminuire quando l’attività sessuale diventa più intensa con molti rapporti nella settimana.
Una regolare attività sessuale, anche un solo rapporto a settimana, rafforza la relazione tra i partner, migliora la comprensione e la disponibilità alla collaborazione, migliorando anche la chimica e l’attività cerebrale.
E’ stato osservato da diversi studi scientifici che anche la prostata si beneficia di una continua attività sessuale, dove le eiaculazioni ricorrenti diminuiscono il rischio di contrarre il cancro prostatico.
Senza praticare sesso la qualità del sonno può peggiorare a causa della perdita di quegli gli ormoni, come l’ossitocina e la prolattina, in grado di assicurare un sonno ristoratore.
Nelle donne l’attività sessuale migliora l’azione degli estrogeni che apportano un generale miglioramento di tutte le funzioni, oltre che un sonno riposante.
La pratica sessuale impegna la mente e la distoglie dai pensieri negativi o da dolori e acciacchi, mentre  l’orgasmo fa sì che nel corpo vengano rilasciate le endorfine e altri ormoni che possono aiutare ad alleviare i dolori alla testa, alla schiena e alle gambe.
Anche il dolore da artrite può risultarne lenito.
La funzione sessuale va tenuta attiva se non la si vuole gradualmente perdere. Gli uomini che fanno sesso meno di una volta alla settimana hanno il doppio delle probabilità di avere la disfunzione erettile (DE), le donne in menopausa che hanno rapporti sessuali rari potrebbero vedere  ridursi il tessuto vaginale, le mucose divenire secche, con il risultato di un sesso doloroso e un forte abbattimento del desiderio.

SPECIALISTI IN EVIDENZA

  • Foto del profilo di Dott. Alessandro Albera
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    • Via Trinita' 14 - Santena
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Alessandra Cappai
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Ginecologi

    • Via Giuseppe Biasi 3 - Decimomannu
    telefono
  • Foto del profilo di Dott. Marco Fratini
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    • Via Alfredo Cotani 56 - Perugia
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Fabio Civitillo
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    • Via Ferdinando Palasciano - Caserta
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Vincenzo Barretta
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    • Via Mazzini 2 - Acerra
    telefono

PATOLOGIE CORRELATE

Cisti ovariche

Le cisti ovariche sono formazioni cave ripiene di fluido o altri materiali che possono occasionalmente formarsi all’interno o sulla superficie delle ovaie in diversi momenti della vita della donna, con
Ipertensione intracranica

Ipertensione intracranica

L’aumento della pressione all’interno della scatola cranica può essere legata ad un edema cerebrale o alla presenza di una lesione espansiva intracranica, ad un ostacolo alla circolazione liquorale o all’associazione

Apnee ostruttive notturne

Durante il sonno possono verificarsi degli episodi ripetitivi di ostruzione delle vie aeree superiori, spesso accompagnati a riduzione della saturazione di ossigeno. Tali episodi si accompagnano nella quasi totalità dei

Tumore del seno

Il tumore del seno è la neoplasia più diffusa nella popolazione femminile di ogni parte del mondo, seppur con prevalenza differente in funzione dell’area geografica, dell’etnia e delle abitudini di

Ecodoppler cardiaco

L’ecocardiogramma, detto anche ecocardiografia, è una tecnica diagnostica di imaging basata sull’impiego di ultrasuoni, semplice e rapida da eseguire, innocua, indolore e a basso costo che, proprio per queste sue

Ipertensione

In base a quanto stabilito dalle linee guida ESH-ESC, l’ipertensione arteriosa è definita dal riscontro di valori di pressione sistolica (massima) ≥ 140 mmHg e/o di valori di pressione diastolica

Irsutismo e virilizzazione

L’irsutismo è una condizione che interessa essenzialmente le donne e che consiste nella crescita di peli scuri in aree cutanee nelle quali, di norma, è presente una peluria significativa soltanto

Iperprolattinemia

L’iperprolattinemia corrisponde a una condizione determinata dalla produzione eccessiva dell’ormone prolattina da parte dell’ipofisi (piccola ghiandola neuroendocrina presente al centro del cervello che media la comunicazione tra l’ipotalamo e il

Varicocele

Il varicocele è una malformazione venosa che deriva dalla perdita di tono ed elasticità delle vene che raccolgono il sangue dal testicolo e lo trasportano verso l’alto, nei grossi vasi

Stenosi giugulare

La stenosi giugulare corrisponde a un restringimento del lume delle vene giugulari, che sono i principali vasi sanguigni che raccolgono il sangue povero di ossigeno proveniente dal cervello e lo
CULTURA E SALUTE
 
AGGIORNAMENTI
 
PERCORSI
 

la tua pubblicità
in esclusiva SU
MY SPECIAL DOCTOR

completa il form e sarai ricontattato da un nostro responsabile