ARTICOLI CORRELATI

Forza, vitalità… vitamine?

Esercizio fisico, dieta adeguata, e le vitamine giuste possono veramente aiutare ad avere una vita più sana e duratura. Ma come assumere le vitamine in modo da trarne i maggiori

Obesità infantile, la colpa è delle madri?

Secondo uno studio italiano realizzato dai ricercatori dell’Università di Padova, guidata dal professore Dario Gregori che si occupa di biostatistica, epidemiologia e sanità pubblica, si ritiene che l’amore possa in

La gotta: consigli dietetici

La gotta è una malattia del metabolismo che colpisce principalmente gli uomini adulti, ma anche le donne nel periodo successivo alla menopausa. Essa è dovuta all’eccesso di acido urico, che

I cibi grassi che fanno bene

Come componenti di una dieta salutare vi sono alcuni cibi grassi che fanno bene. Aiutano a mantenere notevolmente in salute cervello, cuore e pelle.

I 10 falsi miti sulle diete

Allenamento cardio, niente carboidrati a cena e pasti frequenti? E’ la ricetta ideale per… non dimagrire. Il personal trainer Nick Mitchell ha sfatato i falsi miti sull’alimentazione e sull’esercizio fisico.

Alimentazione ed effetti sul microbioma intestinale

microbioma

La struttura microbica nell’intestino è notevolmente influenzata dal tipo di alimentazione, ed essa di suo va ad influenzare una serie di processi metabolici, ormonali e neurologici, sulla base di uno studio dei lavori disponibili  eseguito da studiosi della George Washington University (GW) e del National Institute of Standards e Tecnologia (NIST). L’articolo è stato poi pubblicato su Nutrition Reviews.
Il microbioma umano è stato fino a poco tempo fa un tema poco esaminato per cercare nuove strategie per la diagnosi  e  lea cura delle malattie. Al momento sembra aumentare e  prevalere il numero di quelle malattie che possono comportare l’interruzione del microbioma intestinale e la comunità scientifica non è allineata su un consenso di ciò che può definire un microbioma  come “intestino sano”.
La revisione di GW e NIST ha sistematicamente fatto delle valutazioni del pensiero attuale sulle interazioni esistenti  tra nutrizione e microbioma intestinale negli adulti sani.
Leigh A. Frame, PhD, MHS, direttore del programma di medicina integrativa presso la GW School of Medicine and Health Sciences ha dichiarato ”Man mano che impariamo di più sul microbioma intestinale e sulla nutrizione, apprendiamo anche  quanto siano influenti l’uno per l’altro e quale sia il ruolo che entrambi svolgono nella prevenzione e nel trattamento delle malattie, argomento molto centrale per la salute pubblica“.

Attraverso la loro revisione dei lavori, gli autori hanno dedotto che la relazione nelle due direzioni tra nutrizione e microbioma intestinale sia emergente ,  mentre altre ricerche vengono condotte sul processo attraverso il quale  il microbiota utilizza e produce sia macro che micronutrienti. 
Gli autori hanno scoperto che la ricerca si è concentrata principalmente sui benefici della fibra alimentare, che funge da carburante per il microbiota intestinale, ed osservando anche che le proteine ​​favoriscono il metabolismo delle “proteine ​​microbiche”  e dei sottoprodotti potenzialmente dannosi che possono rimanere nell’intestino, causando un aumento del rischio di esiti negativi sulla salute.”Questa osservazione rivela che gli strumenti di misurazione attuali in nostro possesso sono inefficaci per identificare i segni distintivi  microbici e molecolari che possono servire da validi indicatori di salute e malattia“, ha affermato Scott Jackson, professore assistente aggiunto di ricerca clinica e leadership presso SMHS e leader di SMHS, il gruppo di sistemi microbici complessi del NIST.

Gli autori suggeriscono che le ricerche future dovranno considerare le risposte individuali alle diverse diete e il modo in cui il microbioma intestinale risponde alle stesse, ma anche la funzione enfatizzata del microbioma.

Fonte: Ricerca internazionale

SPECIALISTI IN EVIDENZA

  • Foto del profilo di Dott.ssa Cinzia Maria Zurra
    attivo 3 anni, 12 mesi fa

    Medici di Base, Medici Estetici, Nutrizionisti

    • Viale Rimembranze 5 - Triuggio
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Floriana Di Martino
    attivo 3 anni, 12 mesi fa

    Medici Estetici, Medici di Base

    • Piazza della Rinascita 13 - Pescara
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Squillante Gianni Erminio
    attivo 3 anni, 12 mesi fa

    Agopuntori, Medicina Omeopatica, Medici di Base

    • Via Monterotondo 14 - Roma
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Carmela Tizziani
    attivo 3 anni, 12 mesi fa

    Medico Legale, Medico Certificatore, Medici di Base

    • Via Gaetano Bruno 25 - Napoli
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Anna Puccio
    attivo 3 anni, 12 mesi fa

    Ginecologi, Medici di Base

    • Via Vincenzo Ponsati 69 - Volvera
    telefono

PATOLOGIE CORRELATE

Appendicite

L’appendicite è un’infiammazione dell’appendice, una formazione tubulare che fa parte dell’intestino crasso, a cui in passato non veniva riconosciuto uno scopo specifico; recentemente si è però scoperto il suo ruolo

Epatiti (generale)

Le epatiti sono infiammazioni del fegato che possono avere un livello di severità diverso, da lieve a estremamente grave, ed essere di tipo acuto o cronico, anche in funzione della

Colecistite

La colecistite è un’infiammazione della parete della cistifellea. Il processo infiammatorio, una volta iniziato, genera cambiamenti sia a livello microscopico che macroscopico, che evolvono da una semplice congestione, attraversano una

Gastrite

Gastrite è un termine generale e si riferisce a condizioni diverse che hanno però un elemento comune: l’infiammazione della mucosa gastrica. Spesso, questa infiammazione è il risultato di un’infezione da

Ragadi anali

Le ragadi anali sono piccole lacerazioni nella mucosa che riveste l’ano; possono verificarsi al passaggio di feci dure o grandi durante un movimento intestinale, in genere causano dolore e sanguinamento

Stitichezza

La stitichezza è una condizione del sistema digestivo in cui un individuo produce feci difficili da espellere. Nella maggior parte dei casi, questo si verifica perché il colon ha assorbito
Salmonellosi

Salmonellosi

L’infezione da salmonella o salmonellosi è una infezione batterica che colpisce l’intestino. Questo batterio abita nel tratto intestinale degli animali e dell’uomo e fuoriesce all’esterno con l’espulsione delle feci. Può

Esofagite

L’esofagite è un’infiammazione acuta o cronica che può danneggiare i tessuti dell’esofago, il tratto del canale alimentare che collega la faringe allo stomaco. Nell’esofagite lieve le alterazioni della mucosa sono

Meteorismo

Il meteorismo è un disturbo gastrointestinale caratterizzato da distensione addominale causata da una eccessiva produzione o accumulo di gas nello stomaco o nell’intestino. Il gas intestinale di solito non si

Intolleranza al lattosio

Le persone con intolleranza al lattosio non sono in grado di digerire completamente lo zucchero contenuto nel latte. La condizione, che è anche chiamata malassorbimento del lattosio, è solitamente innocua,
CULTURA E SALUTE
 
AGGIORNAMENTI
 
PERCORSI
 

la tua pubblicità
in esclusiva SU
MY SPECIAL DOCTOR

completa il form e sarai ricontattato da un nostro responsabile