ARTICOLI CORRELATI

Probiotici-e-rinite-allergica

Probiotici e rinite allergica

La rinite allergica è una patologia molto comune e diffusa nella popolazione con percentuali abbastanza alte e con sintomi come starnuti, prurito e congestione nasale.

Ottobre-Novembre ecco il CACO: il CIBO DEGLI DEI

COME E’ ARRIVATO A NOI I cachi, grazie alla loro colorazione accesa, sono frutti che portati in tavola mettono subito allegria. Il Caco (Diospoyros kaki, cibo degli dei) appartiene alla famiglia delle Ebenaceae,

Celiachia: caratteristiche e numeri in Italia

Celiachia: Cos’è La celiachia è una delle malattie ereditarie più frequenti dell’età pediatrica ma fortunatamente anche una delle condizioni curabili: il rimedio consiste infatti nell’eliminazione di tutti gli alimenti contenenti

L’alimentazione in età evolutiva

Durante i primi anni di vita è il pediatra a seguire l’alimentazione del bambini. Per i ragazzi dai 6 ai 12 anni una corretta alimentazione è molto importante, per garantire

Uva: le sue molteplici proprietà

Uva: le sue molteplici proprietà Questo frutto, simbolo della stagione autunnale, è un importante antiossidante naturale, con numerosi effetti benefici per l’organismo. La pianta per la produzione dell’uva è la

Il bilancio idro-elettrolitico

L’acqua corporea si distribuisce in due diversi comparti: intracellulare ed extracellulare, a sua volta diviso in intra e extravascolare od interstiziale. Gli elettroliti si distribuiscono in modo differente nei due

Insufficienza renale cronica e alimentazione

Quando si parla di insufficienza renale cronica ci si riferisce al progressivo ridursi della funzione glomerulare, con una ridotta capacità filtrante del rene. Le patologie che favoriscono la comparsa dell’IRC

Coltivazione e produzione intensiva del Cranberry

Habitat L’arbusto di cranberry in origine cresceva nei suoli sabbiosi e nelle paludi dell’America settentrionale. Oggi, come ben sappiamo è diffuso e coltivato in molti stati dell’unione per scopi alimentari.

Regolarità intestinale: ecco gli alimenti più indicati

foto-ultimaaaaa

Il benessere del nostro corpo è legato in gran parte a quello del nostro intestino. Alcune delle patologie più diffuse e fastidiose per gli uomini, infatti, derivano proprio da problemi legati al tratto intestinale o a malfunzionamenti di quest’ultimo. Per evitare di incorrere in questi disturbi e quindi essere costretti ad utilizzare rimedi di natura farmaceutica, può essere utile conoscere quali sono i principali alimenti che aiutano a migliorare la regolarità intestinale e il corretto funzionamento del nostro organismo, inserendoli nel proprio programma alimentare quotidiano.

Gli alimenti consigliati

Fra gli alimenti che contribuiscono al corretto funzionamento dell’intestino prefigurano: i cereali integrali, i legumi, frutta secca/fresca e verdura. Tutti questi alimenti infatti sono ricchi di fibre, e sono proprio quest’ultime che contribuiscono al corretto funzionamento della flora intestinale. Oltre che una corretta alimentazione, per la cura del nostro intestino è fondamentale anche bere molta acqua, circa due litri al giorno, per favorire la pulizia del tratto intestinale ed eliminare le tossine e i residui rimasti all’interno del colon.

Frutta e verdura

Una dieta varia, con elevata presenza di verdure di stagione, è un toccasana per il benessere dell’intestino. C’è da fare però una distinzione tra le verdure che favoriscono una maggiore evacuazione come zucchine, cavoli, spinaci e lattuga, e invece i minestroni e i passati di verdura fresca che hanno, al contrario, un effetto astringente. Per quanto riguarda la frutta invece, essa rappresenta una fonte molto importante di vitamine utili per ottenere energia e rafforzare il sistema immunitario, oltre che ad essere ricca di proprietà antiossidanti e di fibre. C’è da fare attenzione però nel limitare il consumo di quella tipologia di frutta che contiene un elevato quantitativo di zuccheri.

Cereali e legumi

Un’altra importante categoria di alimenti fondamentali per la salute del nostro apparato digerente è sicuramente quella dei cereali e dei legumi. Tutti questi cibi infatti contribuiscono ad aumentare il movimento peristaltico nell’intestino, formando una sorta di protezione nell’apparato digerente al fine di evitare che si ammali col passare del tempo. Particolarmente indicati sono i cereali e il riso integrale, in quanto posseggono un più alto contenuto di fibre.

Altri alimenti importanti per il nostro organismo sono gli yogurt, fondamentali per la cura della flora batterica intestinale, e l’Olio Extravergine di oliva che favorisce il transito all’interno dell’intestino. In conclusione, per mantenere un corretto equilibrio del nostro apparato digerente occorre seguire un’alimentazione varia e che contenga tutti i principali  elementi che contribuiscono al benessere del nostro organismo, il tutto accompagnato da un’idratazione attenta e costante.

SPECIALISTI IN EVIDENZA

  • Foto del profilo di Dott.ssa Anna Puccio
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Ginecologi, Medici di Base

    • Via Vincenzo Ponsati 69 - Volvera
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Lorenzo Cerreoni
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici Estetici, Medici di Base

    • Via Macero Sauli 52 - Forlì
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Vittorio Margutti
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Ortopedici, Medici di Base

    • Via Marco Simone Poli 1 - Guidonia Montecelio
    telefono
  • Foto del profilo di Dott. Flavio Della Croce
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Psicoterapeuti, Medici di Base

    • Via Sacconi 1 - Borgonovo Val Tidone
    telefono
  • Foto del profilo di Dott. Massimo Carotenuto
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Chirurghi Generali, Medici di Base

    • Via Lepanto 95 - Pompei
    telefono

PATOLOGIE CORRELATE

Colecistite

La colecistite è un’infiammazione della parete della cistifellea. Il processo infiammatorio, una volta iniziato, genera cambiamenti sia a livello microscopico che macroscopico, che evolvono da una semplice congestione, attraversano una

Appendicite

L’appendicite è un’infiammazione dell’appendice, una formazione tubulare che fa parte dell’intestino crasso, a cui in passato non veniva riconosciuto uno scopo specifico; recentemente si è però scoperto il suo ruolo

Gastroenterite

La gastroenterite è una malattia caratterizzata da un’infiammazione del tratto gastrointestinale che coinvolge sia lo stomaco che l’intestino tenue. Se viene coinvolto anche l’intestino crasso, si parla di gastroenterocolite. 

Poliposi intestinale

I polipi sono crescite anomale di tessuto che sporgono verso una tonaca mucosa; sono escrescenze patologiche che, nell’intestino, si formano specialmente nel colon e nel retto. Per la maggior parte,

Sindrome da malassorbimento

Il ruolo dell’intestino tenue è di completare la scomposizione chimica degli alimenti e di assorbire quasi tutte le sostanze nutritive. Le sindromi da malassorbimento sono un gruppo di patologie accomunate

Gastrite

Gastrite è un termine generale e si riferisce a condizioni diverse che hanno però un elemento comune: l’infiammazione della mucosa gastrica. Spesso, questa infiammazione è il risultato di un’infezione da

Esofagite

L’esofagite è un’infiammazione acuta o cronica che può danneggiare i tessuti dell’esofago, il tratto del canale alimentare che collega la faringe allo stomaco. Nell’esofagite lieve le alterazioni della mucosa sono

Epatite A

L’epatite A è l’infiammazione acuta del fegato più comune a livello mondiale ed è determinata dal virus omonimo, entrato accidentalmente nell’organismo attraverso alimenti o bevande contaminate. Nei Paesi in via

Diarrea

La diarrea è un disturbo della defecazione caratterizzato da un aumento dell’emissione di una quantità giornaliera di feci superiore ai 200 g con diminuzione della loro consistenza e da un

Reflusso gastroesofageo

La malattia da reflusso gastroesofageo (MRGE) consiste in un’accentuata risalita di parte del contenuto acido dello stomaco verso l’esofago, favorita da una scarsa tenuta o da un’aumentata frequenza di apertura
CULTURA E SALUTE
 
AGGIORNAMENTI
 
PERCORSI
 

la tua pubblicità
in esclusiva SU
MY SPECIAL DOCTOR

completa il form e sarai ricontattato da un nostro responsabile