ARTICOLI CORRELATI

Allergie ai farmaci: poco comuni, ma non rare

Quando si assume un farmaco, accanto agli effetti terapeutici desiderati, si possono sperimentare uno o più fastidi connessi ad azioni collaterali caratteristiche e non eliminabili dei principi attivi che contengono

Farmaci: gli errori da evitare

Qualcuno non vorrebbe assumerli mai; altri vorrebbero una pillola per curare ogni malessere e non uscirebbero di casa senza un kit d’emergenza nella borsa. In pochi ambiti come nell’impiego dei

Vaccini, è allarme in tutta Italia

È preoccupante la situazione in Italia per quanto riguarda i vaccini: quasi in tutte le regioni c’è una copertura inferiore al 95%, soglia che non garantisce l’immunità di gregge. Negli

Come proteggere la salute del rene

I due reni elaborano tutto quello che mangiamo o beviamo, compresi i medicinali, gli integratori e tutto ciò che può farci male. LE 10 REGOLE Prevenire è l’unica soluzione efficace

Empowerment del paziente

“Nothing about me, without me” “Niente che io non sappia, non senza di me “ Questa la frase che meglio esprime il concetto di Empowerment del paziente nei termini del

Metodi di avvelenamento: farmaci antidepressivi

Oggi i pazienti con overdose da farmaci antidepressivi rappresentano una grossa fetta. Le proprietà farmacologiche degli antidepressivi sono molteplici ed includono l’interferenza con rilascio di adrenalina a livello dei neuromi

La disastrosa invasione degli antibiotici, negli USA li prescrivono addirittura con visite virtuali

la-disastrosa-invasione-degli-antibiotici-negli-usa-li-prescrivono-addirittura-con-visite-virtuali

La disastrosa invasione degli antibiotici nel mondo sta assumendo contorni ancor più preoccupanti: negli USA li prescrivono addirittura con visite virtuali. Meglio non importare questo fenomeno in Italia, diciamo: ma perché bisogna stare così attenti?

L’abuso e l’utilizzo inappropriato degli antibiotici hanno contribuito alla comparsa di batteri sempre più resistenti. La prescrizione esagerata da parte dei medici e l’uso dei prodotti negli allevamenti di bestiame sono tra i maggiori responsabili per questo fenomeno. E negli Stati Uniti la situazione sta peggiorando, a causa dei medici che stanno prescrivendo antibiotici ai bambini attraverso visite fatte con lo smartphone, tutto online e probabilmente tutto a caso.

Uno studio pubblicato sulla rivista ‘Pediatrics’ e finanziato dall’NIH (National Health Institute)Istituto Nazionale della Salute ha descritto il fenomeno in modo allarmante. Più della metà dei bambini che cercano cure online per infezioni respiratorie acute (sinusite, bronchioliti) hanno ricevuto antibiotici, una soluzione meno utilizzata dai bambini visitati di persona. La telemedicina e le sue falle sono in questo caso palesemente visibili.

Infatti è spesso difficile per i medici distinguere tra un’infezione batterica e una virale, con quest’ultima che non necessita l’uso di antibiotici; si può solo immaginare come sia possibile azzeccare la cura giusta con una ‘visita’ online. Nell’ultimo anno ben 2 milioni di persone negli Stati Uniti sono state colpite da batteri antibiotico-resistenti, sintomo di un uso esagerato di questi medicinali.

I ricercatori hanno esaminato nello studio ben 4604 visite in telemedicina, 38408 visite di pronto soccorso e 485201 visite pediatriche, escludendo tutti i casi limite come infezioni alle vie urinarie e altri disturbi non batterici o virali. Si tratta di un largo spettro di casi.

Mentre in Italia il contatto personale con il medico è una prerogativa fondamentale, grazie anche a un sistema sanitario accessibile, negli Stati Uniti il settore medico è spesso una questione di risparmio. Le visite virtuali, o telemedicina, rappresentano un business con ampi spazi di manovra. Il leader Teladoc, che ha aperto ad agosto il sito MinuteClinic, permette a pazienti sopra i due anni di vedere il dottore con una applicazione sullo smartphone, a soli 60 dollari. Altre compagnie stanno seguendo l’esempio.

Perché i cittadini americani amano questo genere di affare? Per la pigrizia: nelle pubblicità sulla telemedicina si vendono il tempo e la fatica risparmiata nel muoversi per andare personalmente dal medico. Ma tutte le associazioni, in particolare quelle pediatriche, stanno cercando di scoraggiare i genitori a usare questo tipo di cura, in particolare quando i bambini soffrono sintomi acuti

Attenti all’antibiotico (soprattutto se prescritto online)!

Negli Stati Uniti uno studio pubblicato sulla rivista ‘Pediatrics’ e finanziato dall’NIH (National Health Institute) ha esaminato un altissimo numero di visite pediatriche (nello specifico 485201 visite ambulatoriali, 38408 visite di Pronto Soccorso, 4604 visite fatte online) per verificare la percentuale di prescrizioni di antibiotici per infezioni respiratorie acute (quali sinusiti e bronchioliti). Bene: è risultato che, a differenza de gli altri due gruppi, a più della metà dei bambini visitati on line sono stati prescritti degli antibiotici.

Questo apre a due considerazioni:

  • La prima, già nota ma purtroppo riattualizzata, relativa all’uso inappropriato ed eccessivo degli antibiotici (sia per esagerata prescrizione da parte dei medici sia per  il loro uso negli allevamenti di bestiame) che ha contribuito alla comparsa di batteri sempre più resistenti (si calcola che nell’ultimo anno solo negli Stati Uniti sono stati colpiti da batteri resistenti ben due milioni di persone)
  • La seconda fa riferimento alla pratica delle visite online, tramite smartphone, che rendono ancora più difficile per i medici distinguere tra un’infezione batterica o virale, proprio perché vengono a mancare tutti quei complessi elementi fondamentali per l’osservazione clinica

Sicuramente una visita online è meno cara e più comoda, ma fortunatamente il nostro sistema sanitario ha ancora come obiettivo la salute della popolazione. e non unicamente ed esclusivamente risparmio e comodità.

SPECIALISTI IN EVIDENZA

  • Foto del profilo di Dott. Domenico Napolitano
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Ginecologi, Medici di Base, Medici Estetici

    • Viale Orazio Flacco 5 - Bari
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Cinzia Maria Zurra
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici di Base, Medici Estetici, Nutrizionisti

    • Viale Rimembranze 5 - Triuggio
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Domenico D'Angelo
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Otorinolaringoiatri, Medici di Base, Medico Competente

    • Via Pola 5 - San Prisco
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Floriana Di Martino
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici Estetici, Medici di Base

    • Piazza della Rinascita 13 - Pescara
    telefono
  • Foto del profilo di Dott. Massimo Carotenuto
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Chirurghi Generali, Medici di Base

    • Via Lepanto 95 - Pompei
    telefono

PATOLOGIE CORRELATE

Citomegalovirus

ll Citomegalovirus è un virus al DNA che appartiene al gruppo degli herpes virus. Dopo l’infezione primaria persiste in forma latente nell’organismo e può riattivarsi quando i sistemi di difesa

Morbo di Crohn

Il morbo di Crohn è una malattia infiammatoria cronica intestinale. Provoca un’infiammazione del tratto digestivo e, in persone diverse, può coinvolgere diverse aree del tubo digerente. L’infiammazione causata dal morbo

Epilessia

L’epilessia è una patologia neurologica cronica del sistema nervoso centrale, caratterizzata da attacchi acuti (crisi epilettiche) ricorrenti, imprevedibili per frequenza, intensità e durata, intervallati da periodi di benessere nei quali

Adenoide

Le adenoidi sono masse di tessuto linfatico che aiutano il corpo a combattere le infezioni. Le adenoidi si trovano nella faringe, appena dietro al naso; insieme alle tonsille, rappresentano la

Psoriasi

La psoriasi è un’affezione cronica della pelle, caratterizzata dalla comparsa di caratteristiche chiazze ispessite, desquamate e infiammate su aree cutanee ben definite, più o meno estese. La malattia colpisce lo

Otiti

Le otiti sono processi infiammatori che possono colpire diverse parti dell’orecchio. Le due forme più diffuse sono l’otite esterna, che interessa il padiglione auricolare e la prima porzione del condotto

Sindrome dell’intestino irritabile

La sindrome dell’intestino irritabile è un disturbo comune che colpisce l’intestino crasso. Si tratta di una condizione cronica che deve essere gestita a lungo termine. Solo un piccolo numero di

Ipersalivazione

Se la saliva inizia ad accumularsi, potrebbe iniziare a gocciolare fuori dalla bocca involontariamente. Se questo può essere ritenuto normale nei neonati, nei bambini più grandi e negli adulti può

Varicocele

Il varicocele è una malformazione venosa che deriva dalla perdita di tono ed elasticità delle vene che raccolgono il sangue dal testicolo e lo trasportano verso l’alto, nei grossi vasi

Piede diabetico

Il piede diabetico è una patologia complessa che si sviluppa come complicanza del diabete non controllato in fase avanzata e che rappresenta la prima causa di amputazione non traumatica nella
CULTURA E SALUTE
 
AGGIORNAMENTI
 
PERCORSI
 

la tua pubblicità
in esclusiva SU
MY SPECIAL DOCTOR

completa il form e sarai ricontattato da un nostro responsabile