ARTICOLI CORRELATI

La dieta nella malattia renale cronica

La dieta nella malattia renale cronica

La finalità della dieta è quella di migliorare la funzionalità renale, evitando che si arrivi ad una condizione di grave “Insufficienza”, evitando anche che nel sangue si riversino elementi come “rifiuti” provenienti dall’alimentazione, non adeguatamente filtrati dal rene.

Otto consigli per combattere lo stress

Viviamo in un mondo che ci mette costantemente sotto stress! Lavoro, studio, problemi familiari, sport, ormai tutto è motivo di stress se non siamo in grado di organizzare le varie
Tiroide rallentata?

Tiroide rallentata?

La tiroide è una ghiandola di piccole dimensioni che ha il compito di regolare il metabolismo, cioè la velocità di trasformazione dell’apporto alimentare in energia. Se l’attività tiroidea rallenta troppo

Fattori di rischio, complicazioni e prevenzione della salmonellosi

Normalmente l’infezione da salmonella non rappresenta un rischio di vita per adulti in buona salute, ma può rappresentarlo per quelle categorie di pazienti come neonati o bambini piccoli, anziani o pazienti trapiantati, donne gravide, o in pazienti sottoposti a interventi chirurgici.
Coppie separate dal Covid-19

I rapporti sessuali al tempo del Covid 19

Le direttive adottate per ridurre il rischio di contagio da Covid 19 limitano i contatti interpersonali, influenzando anche la vita sessuale. Sebbene il Covid-19 non sia classificabile come malattia sessualmente trasmissibile. Tutto questo causa degli effetti nelle abitudini sessuali delle persone.

L’empowerment del paziente diabetico

Quando si parla di empowerment si parla in pratica di un processo lento e progressivo di alfabetizzazione sanitaria, cioè un’azione di diffusione di un concetto sociale di salute, dove tutte le persone hanno il diritto, ma anche il dovere, di essere ben informati sui temi della salute e sulle patologie che li riguardano.

Il fenomeno del Cutting: cosa spinge gli adolescenti a tagliarsi ?

Il rapporto con il corpo è decisamente centrale in adolescenza, sia che si tratti di aggressività auto o eteroriferita, o di rapporto conflittuale con il cibo, o di preoccupazioni di tipo ipocondriaco sia di interruzioni di gravidanza. Il corpo diventa un manifesto, un’arma, un nemico, il campo della propria battaglia. Lo psichiatra e psicanalista Charmet sottolinea come il corpo sessualmente maturo dell’adolescente, liberatosi nella nostra società dalla colpa, sia passato dall’ambito etico a quello estetico. Sia diventato cioè oggetto di espressione, di esibizione, di manipolazione in maniera strumentale, erotizzata, a volte spudorata. Basta pensare alle tante “iscrizioni” corporee : pearcing, tatuaggi, distanziatori ecc.

Il corpo cosa ci racconta?

Ad esempio, cosa ci racconta il corpo graffiato, tagliato, “seviziato” in quella forma di aggressività autodiretta, divenuta sempre più frequente, che è classificata con il nome di Cutting?  Il cutting può rappresentare tante cose: una sorta di rito di passaggio; la ricerca di attenzione;  la ricerca di auto stimolazione; il rivolgimento verso di sé dell’aggressività; la ricerca di un limite del sé corporeo. Chi si taglia ha spesso degli amici o dei compagni di classe che lo fanno, quindi inizia a farlo per una sorta di emulazione o perché ha conosciuto il fenomeno attraverso il web, i social network ed i blog. Inutile dire che quando si inizia per imitazione, le ferite sono più superficiali e in parti del corpo più accessibili e la gravità del fenomeno può ritenersi ridotta. Questi comportamenti dunque possono essere legati proprio all’adolescenza, a sostegno della fragilità narcisistica e con la funzione di supporto di identità o denotare, soprattutto se associati con altre situazioni (disturbo alimentare, depressione ecc.), quadri più problematici e pericolosi.

Il corpo del cutter sembra essere un corpo vissuto come esterno, un oggetto e non un oggetto a caso: il primo disponibile su cui scaricare rabbia narcisistica e dolore. Un corpo vissuto con una sorta di dissociazione affettiva da esso, come se corpo e pelle fossero al centro di un “gioco narcisistico scisso”.

Le motivazioni del cutting

Il Cutting tende a regolare stati emotivi di rabbia, frustrazione, senso di vuoto, vergogna. Ad esempio frequentemente il cutting rappresenta un tentativo di controllare il dolore suscitato dalla vergogna conseguente a traumi narcisistici (anche di piccola entità),un tentativo di gestire la rabbia per delle mortificazioni. Sempre secondo Charmet infatti la vergogna è un affetto tipicamente adolescenziale, molto diverso dalla colpa. La colpa si può riparare chiedendo perdono, espiando, la vergogna no, è corrosiva dell’autostima, “denutrisce il Sé”.

SPECIALISTI IN EVIDENZA

  • Foto del profilo di Dott.ssa Ilaria Berto
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici di Base, Agopuntori, Medici Estetici

    • Via Antonio Corradini 1 - Este
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Sergio Ettore Salteri
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici di Base, Chiropratici, Posturologi

    • Via Vial di Romans 8 - Cordenons
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Francesca Vittorelli
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Terapeuta, Agopuntori, Medici di Base

    • Corso Andrea Palladio 134 - Vicenza
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Lorenzo Cerreoni
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici Estetici, Medici di Base

    • Via Macero Sauli 52 - Forlì
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Lucia Catalano
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Ginecologi, Senologi, Medici di Base

    • Via Belluno 1 - Roma
    telefono

PATOLOGIE CORRELATE

Stimolazione cerebrale profonda

La stimolazione cerebrale profonda (Deep brain Stimulation, DBS) è una metodica neurochirurgica che prevede l’impianto nel cervello di elettrodi che, opportunamente posizionati e attivati da un generatore di impulsi inserito

Sindrome delle apnee ostruttive del sonno

Le apnee ostruttive del sonno sono il tipo più diffuso di apnee del sonno: una categoria di disturbi accomunati dal verificarsi di ripetute interruzioni della normale respirazione mentre si dorme,

Disturbo da stress post-traumatico

Il disturbo da stress post-traumatico (PTSD) è un disturbo psichiatrico che può insorgere a qualunque età in persone che hanno vissuto o hanno assistito a un evento traumatico che abbia

Malattia di Parkinson

La malattia di Parkinson è una patologia neurodegenerativa del sistema nervoso centrale legata all’invecchiamento, che colpisce circa il 2,5% delle persone con più di 70 anni e che si caratterizza

Apnee ostruttive notturne

Durante il sonno possono verificarsi degli episodi ripetitivi di ostruzione delle vie aeree superiori, spesso accompagnati a riduzione della saturazione di ossigeno. Tali episodi si accompagnano nella quasi totalità dei

Sindrome di Menière

La sindrome di Menière è un disturbo dell’equilibrio caratterizzato da “attacchi” ricorrenti e imprevedibili, che comportano la comparsa di intense vertigini, associate a riduzione dell’udito, fischi e brusii. Ogni attacco

Emicrania

L’emicrania è una cefalea primaria che si manifesta con attacchi ricorrenti di mal di testa di intensità moderata o severa, di durata variabile dalle 4 alle 72 ore, intervallati da

Depressione maggiore

La depressione maggiore (o “disturbo depressivo maggiore”, come indicato nel “Manuale diagnostico statistico dei disturbi mentali – DSM 5”), è un disturbo dell’umore che si contraddistingue per la presenza di

Disturbo da alimentazione incontrollata

Il disturbo da alimentazione incontrollata è un disturbo del comportamento alimentare che si caratterizza per l’incapacità nel controllare l’assunzione di cibo, che si traduce nel ripetersi più o meno frequente

Sindrome delle gambe senza riposo

La sindrome delle gambe senza riposo è un disturbo cronico caratterizzato dall’insorgenza di una sensazione di generico disagio alle gambe, che si manifesta quando le gambe sono tenute ferme anche
CULTURA E SALUTE
 
AGGIORNAMENTI
 
PERCORSI
 

la tua pubblicità
in esclusiva SU
MY SPECIAL DOCTOR

completa il form e sarai ricontattato da un nostro responsabile