ARTICOLI CORRELATI

Il frutto della salute: il Cranberry

CARATTERISTICHE NUTRIZIONALI DEL CRANBERRY FRESCO I cranberries presentano un elevato contenuto d’acqua, ma anche di zuccheri. Le bacche contengono fibre, sali minerali e vitamine A, B e C. I composti

Insufficienza renale cronica e alimentazione

Quando si parla di insufficienza renale cronica ci si riferisce al progressivo ridursi della funzione glomerulare, con una ridotta capacità filtrante del rene. Le patologie che favoriscono la comparsa dell’IRC

Le Coliche gassose: fastidio, disturbo o patologia?

Se il gas nel sistema digestivo resta compresso e Il suo percorso risulta ostruito ecco allora che compare il dolore, che può presentarsi di lieve intensità e di breve durata o come persistente, forte e crescente, almeno finchè il gas non viene espulso.

Spreco di cibo: i consigli del ministero della salute per ospedali, aziende e scuole

spreco-alimentare-

Dal ministero della salute arrivano alcune importanti direttive e consigli per evitare lo spreco di cibo (eccessivo secondo gli ultimi dati) che si viene a creare nelle istituzioni come scuole ed ospedali ma anche nelle aziende medio grandi che prevedono una mensa per i propri lavoratori. Le stime parlano chiaro e sono molto preoccupati. Secondo alcuni dati infatti oggi, da quanto si evince dalle stime della Caritas e del Banco Alimentare (fondazione ONLUS che promuove il recupero delle eccedenze alimentari e la redistribuzione delle stesse alle strutture caritative) nella ristorazione organizzata vengono prodotti ogni anno circa 210.000 tonnellate di eccedenze. Si tratta di una quantità di cibo sprecato incredibilmente alta, se si pensa sopratutto che di questa enorme cifra solo il 12% viene recuperato e riutilizzato a favore di chi ne ha maggiormente bisogno.

Lo spreco di cibo, come già detto, interessa oltre alle aziende anche gli ospedali, dove l’alimentazione del paziente ha un’importanza ancora maggiore, e le mense scolastiche. Quali sono allora i consigli del ministero della salute per far fronte a questa grave problematica e recuperare quindi le eccedenze che si formano pasto dopo pasto? Analizziamole in base al settore interessato.

Per gli ospedali

Tra le soluzioni consigliate per evitare gli sprechi delle mense ospedaliere, il ministero della salute suggerisce di dare la possibilità al paziente di scegliere il pasto che più preferisce da un menù variegato, realizzato appositamente per lui. Non dimentichiamoci infatti che alcuni pazienti, a causa di determintate patologie di cui sono affetti, possono consumare solo specifici alimenti a scapito di altri. Questo però non pregiudica il fatto che il paziente possa comunque scegliere l’alimento che più gli aggrada da una lista di pietanze a lui concesse. Si consiglia inoltre di evitare porzioni abbondanti, per evitare eccedenze, e nel caso di pazienti malnutriti prevedere piatti fortificati.

Per la scuola

Anche sul fronte delle mense scolastiche gli sprechi alimentari non sono pochi. Secondo il ministero, oltre a creare una rete anti-spreco che includa scuole, famiglie e istituzioni, in modo da educare gli alunni ad uno stile di vita che eviti lo spreco degli alimenti, sarebbe opportuno offrire ai ragazzi una seconda razione di frutta da aggiungere a quella che normalmente viene data a pranzo e utilizzare per la merenda del giorno successivo frutta, pane e budini. E’ importante inoltre rendere più accoglienti le mense scolastiche, troppo spesso disorganizzate, troppo grandi, rumorose e male illuminate.

Per le aziende

Infine, non mancano i consigli per le aziende, medie o grandi che siano, che dispongono di una mensa interna per i pasti dei propri lavoratori. Per le aziende si parla del 2-3% delle eccedenze alimentari. Secondo il ministero occorre che cuochi e nutrizionisti lavorino fianco a fianco per garantire dei menù variegati ed equilibrati dal punto di vista nutrizionale ma che risultino anche molto appetibili per i lavoratori.

In via generale comunque andrebbero promossi maggiormente quegli alimenti conosciuti come “second life menu”, ovvero tutti quelli composti da ingredienti che possono essere facilmente riutilizzati per creare nuove pietanze gustose e che incontrino le preferenze dei consumatori. Infine, in qualunque situazioni, occorre organizzare la distribuzione delle eccedenze da destinare alle associazioni caritative e procedere al riciclo del materiale non più utilizzabile per l’alimentazione.

SPECIALISTI IN EVIDENZA

  • Foto del profilo di Dott.ssa Izabella Sylwia Bartosiewicz
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici di Base, Reumatologi

    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Squillante Gianni Erminio
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Agopuntori, Medicina Omeopatica, Medici di Base

    • Via Monterotondo 14 - Roma
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Antonio Varriale
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici Estetici, Dentisti, Medici di Base

    • Via Grotta dell Olmo 20 - Giugliano in Campania
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Sergio Ettore Salteri
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici di Base, Chiropratici, Posturologi

    • Via Vial di Romans 8 - Cordenons
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Francesca Marceddu
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Anestesisti, Medici di Base

    • Via del Risorgimento 49 - Pirri
    telefono

PATOLOGIE CORRELATE

Gonartrosi

Con il termine “gonartrosi” ci si riferisce all’artrosi che si sviluppa a livello del ginocchio; per cause, natura, caratteristiche ed evoluzione è del tutto sovrapponibile all’artrosi che interessa altre articolazioni

Infezione da Coronavirus

In realtà il Coronavirus appartiene ad una tipologia di virus in grado di causare malattie varie dal semplice raffreddore alla sindrome respiratoria acuta grave (SARS) e la sindrome respiratoria mediorientale

Linfedema

1/10 – Cos’è il linfedema Il linfedema è una condizione patologica cronica che si manifesta principalmente col gonfiore di una regione del corpo dovuto all’accumulo di linfa nei tessuti. Al

Iperprolattinemia

L’iperprolattinemia corrisponde a una condizione determinata dalla produzione eccessiva dell’ormone prolattina da parte dell’ipofisi (piccola ghiandola neuroendocrina presente al centro del cervello che media la comunicazione tra l’ipotalamo e il

Epatite B

L’epatite B è un’infiammazione del fegato abbastanza comune in tutti i Paesi del mondo, determinata dall’infezione da parte dell’Hepatitis B virus (HBV), che rappresenta la seconda causa di epatite acuta

Artrite reumatoide

L’artrite reumatoide è una malattia infiammatoria cronica su base autoimmunitaria che colpisce in primo luogo le articolazioni, ma che interessa l’intero organismo e che con il tempo, soprattutto se non

Faringite

La faringe è il canale muscolo-membranoso del cavo orale che si connette con la cavità nasale, l’esofago, la laringe e l’orecchio medio. La faringite è l’infiammazione della faringe e viene

Asma bronchiale

L’asma bronchiale è una malattia respiratoria cronica determinata da un’infiammazione persistente delle vie aeree, in particolare dei bronchi, che genera un’ipersensibilità a una serie di stimoli che, quando presenti, determinano

Esofago di Barrett

L’esofago di Barrett è una complicanza grave della malattia da reflusso gastroesofageo. Nell’esofago di Barrett, il tessuto normale che riveste l’esofago – il tubo che trasporta il cibo dalla bocca

Ulcera peptica

L’ulcera peptica è una lesione del rivestimento dello stomaco, della prima parte dell’intestino tenue o, occasionalmente, dell’esofago inferiore. L’ulcera nello stomaco è nota come ulcera gastrica mentre quella nella prima
CULTURA E SALUTE
 
AGGIORNAMENTI
 
PERCORSI
 

la tua pubblicità
in esclusiva SU
MY SPECIAL DOCTOR

completa il form e sarai ricontattato da un nostro responsabile