ARTICOLI CORRELATI

Cos’è il reflusso gastroesofageo?

Il reflusso gastroesofageo è una condizione clinica multifattoriale largamente diffusa, causata da un malfunzionamento dello sfintere esofageo inferiore e che determina un’anomala risalita di materiale acido proveniente dallo stomaco, le cui conseguenze sono: rigurgito

Pazienti candidati al training fisico riabilitativo

È possibile identificare le seguenti categorie di pazienti coronaropatici in cui il training fisico riabilitativo può fornire gli effetti desiderati: Pazienti a basso rischio dopo un evento cardiaco acuto, Pazienti

Immersioni, le regole fondamentali

Il corpo umano, pur muovendosi in acqua, nuotando o immergendosi, sa bene che essa rappresenta un pericolo costante dato che sotto questo elemento non può sopravvivere se non con riserve d’aria. Mai fare immersioni solitarie.

Bilancia bloccata? Ecco alcuni errori da evitare

Quanti errori si commettono quando si decide di seguire una dieta e perdere peso! Ma quali sono in particolare quelli che bloccano la bilancia e sono responsabili di non far buttare giù quei chili di troppo che compromettono forma fisica e salute?

Passare da circa undici mesi di scrivania a un mese o meno di sport estivi, impegnativi e talvolta pericolosi

Passare da circa undici mesi di scrivania a un mese o meno di sport estivi, impegnativi e talvolta pericolosi

Durante il periodo estivo, oltre al mare spesso si inizia anche a fare un po’ di movimento, praticando alcuni sport come il beach volley e lo sci d’acqua.
Per chi è abituato ad uno stile di vita sedentario è importante fare molta attenzione, in quanto questi sport potrebbero diventare impegnativi e talvolta pericolosi.
Fare molto sport in estate, quando non si è allenati per niente potrebbe provocare traumi e rischi cardiovascolari, infatti il caldo eccessivo può incidere negativamente sul benessere del sistema cardiocircolatorio.
A causa di temperature elevate è possibile subire un vero e proprio colpo di calore, specialmente per chi partica sport nelle ore più calde.

Come prevenire rischi cardiovascolari

Se proprio non si vuole fare a meno di praticare sport in estate è necessario fare moltissima attenzione e seguire alcuni consigli:

  1. Fare sport durante le ore più fresche della giornata.
    Molti pensano che il momento più fresco della giornata sia la sera, ma in realtà è la mattina presto. Se è davvero impossibile fare sport così presto, allora è necessario attendere almeno le ore 18, quando il sole sarà più lieve e il fresco della sera vi aiuterà a non subire un colpo di calore.
  1. Idratazione.
    È importantissimo bere tantissima acqua, specialmente quando si fa sport, infatti la disidratazione potrebbe essere particolarmente pericolosa per il nostro corpo.
  1. Scegliere il giusto abbigliamento.
    È necessario indossare abiti dai colori chiari, leggeri e traspiranti, non di cotone. Questo tessuto, infatti, assorbe il sudore e diventa ancora più pesante a contatto con il corpo.
  1. Proteggersi dal sole.
    Prima di iniziare a fare sport è consigliabile utilizzare delle creme per proteggersi dal sole. In commercio ne esistono anche alcune apposite per chi fa attività fisica, resistenti al sudore.
  1. Iniziare l’allenamento in modo graduale.
    Non bisogna strafare sin da subito, ma è importante capire quali sono i limiti del proprio corpo, cercando di riposarsi e fermarsi quando si sente la necessità. Inoltre è consigliabile non scegliere attività mai praticate prima, che potrebbero essere troppo pesanti per voi.

SPECIALISTI CORRELATI

  • Foto del profilo di Dr. Francesca Marceddu
    attivo 2 anni fa

    Anestesisti,Medici di Base

    • Via del Risorgimento 49 - Pirri
    Telefono
  • Foto del profilo di Dr. Roberto Zaffaroni
    attivo 2 anni fa

    Medici di Base,Terapeuta

    • Via San Francesco D' Assisi 5 - Varese
    Telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Emanuela Costantino
    attivo 2 anni fa

    Neurologi

    • Via Gallinara 2/B - Cagliari
    Telefono
  • Foto del profilo di Dr. Monica Gamba
    attivo 2 anni fa

    Medici Estetici,Chirurghi Plastici,Medici di Base

    • Viale Radich 21/N - Grugliasco
    Telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Irene Pistis
    attivo 2 anni fa

    Medici Estetici,Medici di Base,Medico Certificatore

    • Via della Reoubblica 461/3 - Vergato
    Telefono

PATOLOGIE CORRELATE

Stenosi carotidea

La stenosi carotidea corrisponde a un restringimento del calibro delle arterie carotidi, che sono i principali vasi sanguigni che riforniscono il cervello di sangue ricco di ossigeno e nutrienti (in

Ecodoppler cardiaco

L’ecocardiogramma, detto anche ecocardiografia, è una tecnica diagnostica di imaging basata sull’impiego di ultrasuoni, semplice e rapida da eseguire, innocua, indolore e a basso costo che, proprio per queste sue

Bronchiti

Con il termine bronchite si intende un’infiammazione acuta della trachea e dei bronchi che generalmente insorge come conseguenza di un’infezione virale o, più raramente, batterica. In persone complessivamente sane e

Arteriopatia obliterante periferica

L’arteriopatia obliterante periferica è una patologia vascolare che interessa le arterie, soprattutto quelle delle gambe, impedendo ai muscoli e ai tessuti di ricevere un’irrorazione sanguigna adeguata, con conseguente insorgenza di

Insufficienza cardiaca

L’insufficienza cardiaca corrisponde a una condizione nella quale il cuore non è in grado di ricevere e/o pompare con forza sufficiente il sangue verso i polmoni e il resto dell’organismo,

Aneurisma aortico

Con aneurisma aortico si intende la dilatazione permanente di un segmento ben delimitato dell’aorta, la più grande arteria del corpo che riceve il sangue direttamente dal ventricolo sinistro e lo

Angina pectoris

Indicata con il nome latino della sua manifestazione principale, una stretta al petto simile a un peso o a una morsa, l’angina pectoris non è di per sé una malattia,

Trombosi venosa profonda (TEP)

La trombosi venosa profonda (TEP) si instaura quando, all’interno di una vena, si forma un coagulo (trombo) che la occlude completamente o parzialmente, bloccando o limitando il flusso del sangue

Ipertensione

In base a quanto stabilito dalle linee guida ESH-ESC, l’ipertensione arteriosa è definita dal riscontro di valori di pressione sistolica (massima) ≥ 140 mmHg e/o di valori di pressione diastolica

Enfisema polmonare

L’enfisema è una condizione respiratoria che fa parte del quadro clinico caratteristico della broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) ed è caratterizzato da una progressiva distruzione dei setti e degli alveoli polmonari

FORMAZIONE