ARTICOLI CORRELATI

Otto consigli per combattere lo stress

Viviamo in un mondo che ci mette costantemente sotto stress! Lavoro, studio, problemi familiari, sport, ormai tutto è motivo di stress se non siamo in grado di organizzare le varie

Ansia: cause, sintomi e cure

L’ansia o, più precisamente, il “disturbo d’ansia generalizzata” come indicato nel “Manuale diagnostico statistico dei disturbi mentali, è una malattia psichiatrica caratterizzata da: preoccupazione e ansia intense e persistenti non

Disturbi del neurosviluppo e autismo

Come sappiamo le patologie del neurosviluppo sono in forte aumento e ci troviamo ogni giorno sia come professionisti del settore, sia come persone, a considerarne tutti i risvolti clinici e umani.

Quando siamo stressati abbiamo più difficoltà a percepire i pericoli

stress-cure-benessere-combattere-psicologoroma

Spesso si è portati erroneamente a pensare che una situazione di forte stress ci dia la capacità di prestare maggior attenzione ai pericoli che ci circondano, facendo aumentare il nostro stato di allerta, o magari rendendo i nostri sensi più sopraffini e capaci di cogliere qualsiasi particolare. Ma la realtà non è sempre questa, anzi il più delle volta accade proprio il contrario! Lo stress infatti non farebbe altro che diminuire la nostra percezione delle insidie e dei pericoli.

Lo studio

Questa tesi è stata portata avanti da un team di studiosi della New York University, capitanato dalla ricercatrice Candace Raio, e pubblicata sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences. Secondo lo studio infatti lo stress diminuisce le nostre abilità nella percezione del pericolo e nella previsione di nuovi stimoli pericolosi. Contribuirebbe quindi a rendere il nostro organismo meno flessibile alle nuove forme che una minaccia potrebbe assumere, rendendoci molto vulnerabili e mettendo quindi a rischio, in determinate situazioni, la nostra stessa salute (pensiamo ad esempio a quando siamo alla guida o quando maneggiamo oggetti pericolosi). Secondo Candare Raio infatti: “Quando siamo sotto stress, prestiamo meno attenzione ai cambiamenti nell’ambiente, esponendoci a un rischio aumentato proprio perché ignoriamo le nuove fonti di pericolo“.

Il test

Per arrivare a questa conclusione, gli studiosi della New York University hanno sottoposto alcuni volontari ad un test di condizionamento diviso in due fasi. Nella prima fase tutti i partecipanti hanno visualizzato una serie di foto, alcune delle quali erano accompagnate da una piccola scarica elettrica sul polso. Le foto con la scarica rappresentavano immagini di pericolo, quelle senza, invece, raffiguravano situazioni innocue. Il giorno seguente metà dei partecipanti (i più sfortunati diremmo noi) sono stati sottoposti ad una procedura per aumentare i livelli di stress nel loro corpo: essi hanno dovuto immergere il loro braccio nell’acqua ghiacciata per qualche minuto in modo da aumentare i livelli di alcuni ormoni dello stress, quali cortisolo e l’alfa amilasi.

A questo punto è stato ripetuto nuovamente il test invertendo però le scosse, che questa volta venivano effettuate con le immagini “sicure”. Stando alle misurazioni effettuate dai ricercatori, i partecipanti sotto stress hanno mostrato una più lenta reazione fisiologica nell’ individuare i nuovi pericoli, quasi come non avessero colto affatto che gli stimoli pericolosi erano cambiati. Lo stress infatti ha inibito la loro capacità di apprendere, interferendo sulla loro capacità di associare la scossa al pericolo.

Si tratta di una ricerca molto importante, in quanto imparare ad intercettare velocemente i pericoli, o anche a prevederli, può risultare molto importante per la nostra incolumità e sopravvivenza. Così come lo è essere elastici ed adattarsi velocemente alle trasformazioni che il pericolo può avere da un momento all’altro.

SPECIALISTI IN EVIDENZA

  • Foto del profilo di Dott.ssa Carmela Tizziani
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medico Legale, Medico Certificatore, Medici di Base

    • Via Gaetano Bruno 25 - Napoli
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Maria Grazia Caruana
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici Estetici, Medici di Base

    • Viale Prassilla 41 - Roma
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Floriana Di Martino
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici Estetici, Medici di Base

    • Piazza della Rinascita 13 - Pescara
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Francesca Marceddu
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Anestesisti, Medici di Base

    • Via del Risorgimento 49 - Pirri
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Lucia Catalano
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Ginecologi, Senologi, Medici di Base

    • Via Belluno 1 - Roma
    telefono

PATOLOGIE CORRELATE

Sindrome delle apnee ostruttive del sonno

Le apnee ostruttive del sonno sono il tipo più diffuso di apnee del sonno: una categoria di disturbi accomunati dal verificarsi di ripetute interruzioni della normale respirazione mentre si dorme,

Stimolazione cerebrale profonda

La stimolazione cerebrale profonda (Deep brain Stimulation, DBS) è una metodica neurochirurgica che prevede l’impianto nel cervello di elettrodi che, opportunamente posizionati e attivati da un generatore di impulsi inserito

Disturbo da alimentazione incontrollata

Il disturbo da alimentazione incontrollata è un disturbo del comportamento alimentare che si caratterizza per l’incapacità nel controllare l’assunzione di cibo, che si traduce nel ripetersi più o meno frequente

Malattia di Alzheimer

La malattia di Alzheimer è la più comune e severa patologia degenerativa del cervello, caratterizzata da un progressivo decadimento delle funzioni cognitive (in particolare, della memoria e del linguaggio), associato
Dsturbo bipolare

Disturbo bipolare

Il disturbo bipolare è un disturbo dell’umore complesso e delicato da gestire che porta chi ne soffre a sperimentare periodi di umore depresso, caratterizzati da sintomi analoghi a quelli della

Sincope

Con il termine sincope ci si riferisce a un episodio di svenimento, ossia a un’improvvisa perdita dei sensi, che può interessare persone di qualunque età e che può essere indotta

Attacco di panico

Cosa si intende per attacco di panico? Si intende come la manifestazione improvvisa di una forte paura accompagnata da un’altrettanto intensa sintomatologia fisica pur in assenza di un reale pericolo

Ansia

L’ansia o, più precisamente, il “disturbo d’ansia generalizzata”, come indicato nel “Manuale diagnostico statistico dei disturbi mentali – DSM 5”. È una malattia psichiatrica caratterizzata da: preoccupazione e ansia intense

Emicrania

L’emicrania è una cefalea primaria che si manifesta con attacchi ricorrenti di mal di testa di intensità moderata o severa, di durata variabile dalle 4 alle 72 ore, intervallati da

Glaucoma

Il glaucoma è una grave malattia dell’occhio che può causare cecità, principalmente a causa di un aumento della pressione interna dell’occhio che danneggia il nervo ottico. La malattia può insorgere
CULTURA E SALUTE
 
AGGIORNAMENTI
 
PERCORSI
 

la tua pubblicità
in esclusiva SU
MY SPECIAL DOCTOR

completa il form e sarai ricontattato da un nostro responsabile