ARTICOLI CORRELATI

Gli esercizi per migliorare le prestazioni sessuali

In genere l’attività fisica aiuta a ravvivare la nostra vita sessuale. Alcuni esercizi in particolare migliorano la circolazione sanguigna nel corpo, aumentano la resistenza e assicurando maggiore elasticità. Non parliamo

Cos’è il “chemsex”?

Il fenomeno del “chemsex” consiste in comportamenti di abuso di farmaci prima o durante i rapporti sessuali, al fine di facilitare, iniziare, prolungare, sostenere e intensificare l'incontro.

Sindrome dell’ovaio policistico

La sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) causa importanti effetti sulla salute della donna di tipo estetico, metabolico e riproduttivo. È caratterizzata dall’ingrossamento delle ovaie, dalla presenza di cisti ovariche multiple e
La pornografia negli utlimi sessant'anni

La pornografia negli ultimi sessanta anni

La letteratura odierna si dimostra unanime nello scegliere la definizione di pornografia proposta da Peter e Valkenburg, come quei contenuti che mostrano attività sessuali in modo diretto e non equivoco,

Cos’è l’ipertrofia prostatica benigna?

La ipertrofia prostatica benigna (IPB), o adenoma prostatico, è una malattia piuttosto comune che consiste nell’ingrossamento benigno della prostata, comportando non poche difficoltà a urinare. L’IPB colpisce l’8% degli uomini

Sessualità a rischio? Miglioratela così

La sessualità si dà spesso per scontata, come se fosse una reazione automatica dell’organismo che deve sempre attivarsi e funzionare perfettamente da sola, senza bisogno di troppe cure. La realtà

Terapia al testosterone, migliora il sesso ma rischia il cuore

terapia-al-testosterone-migliora-il-sesso-ma-rischia-il-cuore

Mantenere la virilità può diventare una bella spinta per l’autostima, ma secondo una ricerca scientifica tutto questo è dannoso per un altro importante organo: il cuore.

Lo studio che ha coinvolto un campione di oltre 15.400 uomini nel Regno Unito, ha scoperto che la terapia con il testosterone – spesso prescritta per mantenere una vita sessuale attiva – porta gli uomini ad avere il 21% in più di probabilità di avere un infarto o un ictus.

I problemi cardiaci con l’avanzare dell’età sono purtroppo una faccenda normale con lo stile di vita molto stressante e rapido che è oggi insito nella nostra cultura. Con la terapia al testosterone c’è inoltre un effetto negativo che si accumula allo stress già subito normalmente dal nostro cuore.

I partecipanti al test avevano un’età non inferiore ai 45 anni e bassi livelli di testosterone, che in medicina è uno stato definito come ipogonadismo. Il testosterone viene alzato ‘artificialmente’ attraverso la terapia, ma al contempo – secondo le risultanze degli esami – ciò contribuisce alla formazione di più coaguli di sangue. La formazione di piastrine aumenta il rischio di problemi cardiaci diffusi.

I risultati sono stati pubblicati; vengono mostrati anche diversi effetti collaterali immediati come

Un altro rischio potenziale è uno. Insomma, a letto si può essere ancora leoni, ma se poi il cuore fa crac non è davvero valsa la pena.

Migliorare le performances sessuali ma senza mettere a rischio il cuore

A persone con un basso livello di testosterone in relazione all’età cronologica (condizione che in medicina viene definito ipogonadismo) può essere prescritta, per un miglioramento delle performances sessuali, una terapia a base di testosterone. Questa terapia però può essere pericolosa.

Uno studio svolta dalla McGill University di Montreal e pubblicato sulla rivista ‘The American Journal of Medicine’  evidenzia come l’assunzione di testosterone può comportare un aumento del 21% di rischio di infarto o ictus.

La ricerca è stata condotta su 15.400 uomini di età superiore ai 45 anni e con bassi livelli di testosterone. Dai risultati emerge che un innalzamento “artificiale” (tramite la terapia) del testosterone aumenta il numero delle piastrine, la formazione cioè di coaguli di sangue, e quindi il rischio di problemi cardiaci che, come si sa, sono connessi con l’avanzare dell’età e con uno stile di vita stressante.

Nello studio vengono evidenziati anche altri effetti collaterali, quali: gonfiore al petto e alle caviglie, apnea notturna, acne e, non ultimo, stimolo a sviluppare cellule tumorali della prostata.

SPECIALISTI IN EVIDENZA

  • Foto del profilo di Dott. Giovanni Adamo
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Angiologi, Medici di Base

    • Provincia di Ragusa - Ragusa
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Lucia Catalano
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Ginecologi, Senologi, Medici di Base

    • Via Belluno 1 - Roma
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Monica Gamba
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici Estetici, Chirurghi Plastici, Medici di Base

    • Viale Radich 21/N - Grugliasco
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Ilaria Berto
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici di Base, Agopuntori, Medici Estetici

    • Via Antonio Corradini 1 - Este
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Giuseppe Panico
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Dermatologi, Medici di Base

    • Viale Prassilla 41 - Roma
    telefono

PATOLOGIE CORRELATE

Disturbo da alimentazione incontrollata

Il disturbo da alimentazione incontrollata è un disturbo del comportamento alimentare che si caratterizza per l’incapacità nel controllare l’assunzione di cibo, che si traduce nel ripetersi più o meno frequente

Morbo di Basedow

Il morbo di Basedow, noto anche come morbo di Basedow-Graves, è una malattia autoimmune che colpisce la tiroide e determina la comparsa dei sintomi tipici dell’ipertiroidismo, oftalmopatia/esoftalmo e dermopatia. Il

Menopausa

La menopausa è un evento fisiologico che riguarda tutte le donne nella fascia d’età che va dai 46 ai 53 anni e corrisponde al graduale venir meno della funzionalità ovarica

Aritmie cardiache

Il gruppo delle aritmie cardiache comprende tutte le patologie caratterizzate da un’alterazione del ritmo di contrazione del cuore, in eccesso o in difetto oppure associato a irregolarità che rendono meno

Bulimia nervosa

La bulimia nervosa è un disturbo del comportamento alimentare più diffuso di quanto si creda e ampiamente sottodiagnosticato, soprattutto nelle forme lievi, che possono passare inosservate se non sono i

Stenosi del canale vertebrale

La stenosi del canale vertebrale consiste nel restringimento di un tratto del canale presente lungo tutta la colonna vertebrale (formato dalla successione allineata dei piccoli fori presenti al centro di

Linfedema

1/10 – Cos’è il linfedema Il linfedema è una condizione patologica cronica che si manifesta principalmente col gonfiore di una regione del corpo dovuto all’accumulo di linfa nei tessuti. Al

Sifilide

La sifilide è una malattia a trasmissione sessuale (MTS) causata dal batterio Treponema pallidum e caratterizzata da tre fasi successive di gravità crescente (sifilide primaria, secondaria e avanzata), a evoluzione

Frattura dell’anca

La frattura dell’anca è una lesione grave, con complicanze che possono essere pericolose per la vita. La maggior parte delle fratture dell’anca si verifica al femore, l’osso lungo che si

Infarto miocardico

L’infarto miocardiaco acuto, che in Italia colpisce ogni anno circa 100.000 persone, corrisponde alla morte di una parte del muscolo cardiaco a causa di un’interruzione del rifornimento di ossigeno e
CULTURA E SALUTE
 
AGGIORNAMENTI
 
PERCORSI
 

la tua pubblicità
in esclusiva SU
MY SPECIAL DOCTOR

completa il form e sarai ricontattato da un nostro responsabile