ARTICOLI CORRELATI

Nervo ottico

Si può prevenire il glaucoma?

La prevenzione più significativa del glaucoma sta nel sottoporsi ad una visita oculistica al presentarsi dei primi disturbi o dei sintomi specifici della malattia oculare.

La sindrome da shock tossico

La sindrome da shock tossico è un tipo di shock particolarmente rischioso causato dalle tossine prodotte da batteri (stafilococco o streptococco).
Il-melanoma-in-giovani-e-adolescenti

Il melanoma in giovani e adolescenti

Il melanoma è molto diffuso anche in Europa dove fa registrare decine di migliaia di casi ogni anno, con una diffusione in crescite e alti livelli di mortalità.
Coppie separate dal Covid-19

I rapporti sessuali al tempo del Covid 19

Le direttive adottate per ridurre il rischio di contagio da Covid 19 limitano i contatti interpersonali, influenzando anche la vita sessuale. Sebbene il Covid-19 non sia classificabile come malattia sessualmente trasmissibile. Tutto questo causa degli effetti nelle abitudini sessuali delle persone.

Acne: di cosa si tratta e come si combatte

Il termine acne deriva dalla parola greca acmé o acné, ossia schiuma o sommità. È una malattia cutanea tra le più diffuse nella popolazione giovanile, infatti è presente in circa

Udito ovattato? Controllare il cerume

Va detto che Il cerume, quella sostanza giallognola ed oleosa, costituita da sebo e cellule morte della pelle, ha una funzione protettiva per il benessere dell’orecchio.

Il rigurgito

Il rigurgito è la risalita involontaria di contenuto gastrico in faringe, all’interno o fuori dalla bocca, di solito senza sforzo e non proiettivo.

Lussazione

Una lussazione si verifica quando c’è uno spostamento permanente degli estremi ossei di un’articolazione. I sintomi della lussazione sono simili a quella di una frattura, quindi dolore intenso, deformità, tumefazione

L’accumulo di grasso all’addome: i rischi e le soluzioni

L’accumulo di grasso all’addome: i rischi e le soluzioni

E’ luogo comune che l’aumento di peso sia negli uomini che nelle donne sia un segno dell’età che avanza e che il grasso in eccesso che si accumula a livello della vita, la cosiddetta “pancetta” sia un inevitabile segno degli anni, ma non corrisponde al vero, anche se l’età, in buona parte, influisce in parte su questa condizione.
Il dato reale è che un girovita invaso dall’accumulo di grasso rappresenta un serio pericolo per la salute esponendo le persone a molti disturbi e diversi tipi di patologie.

Il grasso addominale gradualmente può aumentare dando luogo all’Obesità Centrale, una condizione particolarmente subdola poiché, differentemente dal grasso che si accumula su altre parti del corpo sotto la cute, quello viscerale è annidato in una posizione profonda dell’addome pretendendo di riempire lo spazio tra i diversi organi addominali.
Questo tipo di grasso in uomini e donne è Il responsabile conclamato di alterazioni del sistema cardiocircolatorio, del metabolismo e principale responsabile della malattia diabetica, soprattutto negli uomini, mentre nelle donne concorre anche al carcinoma mammario o alla formazione di calcoli della colecisti o delle vie biliari.

Anche quando non si sia manifestata una patologia specifica, l’accumulo di grasso viscerale permette l’instaurarsi di una condizione denominata Sindrome Metabolica, nella quale possono coesistere una serie di fattori come sovrappeso, aumento della pressione arteriosa, tendenza alla sedentarietà provocata dallo stesso aumento ponderale, ed altri disturbi che potrebbero rappresentare l’anticamera di gravi patologie.

Si sa che l’accumulo di grasso sul girovita altera il profilo delle persone, provocando in esse un sentimento di disagio, talvolta anche nei rapporti familiari e sociali.

L’accumulo di grasso addominale può far apparire il proprio profilo come simile ad una pera o anche ad una mela, a seconda della localizzazione particolare del grasso addominale, dove la forma di pera si riferisce principalmente ad un grasso collocato sotto la cute, e dove la forma di mela si riferisce ad un grasso collocato a livello più viscerale.

Va detto che poi entrano anche in gioco fattori come le caratteristiche genetiche delle singole persone, il quadro ormonale, altre patologie pregresse, gli stili di vita, ma in ogni caso è oggi certezza da parte di medici e  ricercatori che l’accumulo di grasso addominale deve significare per chi ne è interessato un importante avviso da don sottovalutare per tutelare la propria salute e per l’operatore sanitario un dato clinico da approfondire in un’ottica di prevenzione delle malattie.

Il grasso viscerale può avere un ruolo significativo nello sviluppo delle infiammazioni, nell’ influenzare il sistema immunitario e cardiovascolare, ed anche influenzare le cellule rispetto all’azione dell’insulina, ed essere responsabile dell’aumento del colesterolo nel sangue.
Il primo consiglio è quello di prendere consapevolezza totale del problema, che poi, secondo le logiche dell’Empowerment della Salute, rappresenta il punto di partenza verso la soluzione di un disturbo o di una malattia o almeno verso un miglioramento.

Un secondo consiglio riguarda l’esercizio fisico e la dieta.
Infatti scegliere di essere fisicamente attivi durante la giornata, non cercando di sottrarsi a piccole fatiche routinarie ed aggiungendo a queste un tipo anche breve di esercizio dedicato.
Una maggiore attività fisica generalizzata aiuta a distrarre una eccessiva attenzione per il cibo, fino a autoregolarsi nelle quantità delle porzioni di cibo, fino a decidere di selezionare gli alimenti privilegiando quelli più salutari come le verdure, i prodotti integrali, la frutta, mettendo in minoranza gli alimenti a base di farine raffinate, quelli più grassi, l’alcol e le bevande zuccherine.

Un terzo consiglio riguarda l’approccio positivo della persona alla soluzione del problema clinico, che dovrebbe divenire protagonista in questa difficile condizione e non subirla come un evento avverso.

 

SPECIALISTI IN EVIDENZA

  • Foto del profilo di Dott. Massimo Carotenuto
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Chirurghi Generali, Medici di Base

    • Via Lepanto 95 - Pompei
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa OLGA PETROVSKAIA
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Terapisti del Dolore, Medici di Base, Terapeuta

    • Via Giulio Romano 3 - Valle Martella
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Squillante Gianni Erminio
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Agopuntori, Medicina Omeopatica, Medici di Base

    • Via Monterotondo 14 - Roma
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Francesca Vittorelli
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Terapeuta, Agopuntori, Medici di Base

    • Corso Andrea Palladio 134 - Vicenza
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Vittorio Margutti
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Ortopedici, Medici di Base

    • Via Marco Simone Poli 1 - Guidonia Montecelio
    telefono

PATOLOGIE CORRELATE

Rinite

Come tutti i termini medici che finiscono in “ite”, la rinite si riferisce a una situazione di infiammazione che, nello specifico, interessa le mucose del naso (dal latino, rhino) e

Arresto cardiaco

L’arresto cardiaco corrisponde all’interruzione della contrazione del cuore e della sua azione di pompa, conseguente a un’alterazione improvvisa e drastica della sua attività elettrica (fibrillazione ventricolare). L’arresto cardiaco è un’emergenza

Lussazione alla spalla

La spalla è l’articolazione del corpo più incline ad una possibile lussazione, cioè di una lesione in cui l’osso del braccio, trattenuto in una struttura detta “cuffia” facente parte della

Sindrome di Menière

La sindrome di Menière è un disturbo dell’equilibrio caratterizzato da “attacchi” ricorrenti e imprevedibili, che comportano la comparsa di intense vertigini, associate a riduzione dell’udito, fischi e brusii. Ogni attacco

Angina pectoris

Indicata con il nome latino della sua manifestazione principale, una stretta al petto simile a un peso o a una morsa, l’angina pectoris non è di per sé una malattia,

Contratture e crampi muscolari

Un crampo muscolare è una contrazione improvvisa e involontaria di uno o più muscoli. I crampi muscolari possono causare forti dolori; anche se generalmente sono inoffensivi, possono rendere temporaneamente impossibile

Fibrillazione atriale

La fibrillazione atriale è il disturbo del ritmo cardiaco più diffuso nel mondo occidentale. Negli Stati Uniti colpisce circa tre milioni di persone; in Italia, secondo le stime, a esserne
Capsulite adesiva della spalla

Capsulite adesiva della spalla

La capsulite adesiva è una condizione medica di sofferenza della spalla sia per la rigidità che per il dolore. Viene anche denominata “sindrome della spalla congelata” proprio per via della

Influenza

L’influenza stagionale è una malattia infettiva di origine virale che si trasmette per via respiratoria attraverso le particelle di vapore cariche di virus diffusi nell’aria da individui infetti, attraverso la

Artrosi

L’artrosi, detta anche osteoartrosi, è una condizione cronica degenerativa associata all’invecchiamento, che coinvolge primariamente le cartilagini e le superfici ossee articolari. La malattia può interessare tutte le articolazioni del corpo,
CULTURA E SALUTE
 
AGGIORNAMENTI
 
PERCORSI
 

la tua pubblicità
in esclusiva SU
MY SPECIAL DOCTOR

completa il form e sarai ricontattato da un nostro responsabile