ARTICOLI CORRELATI

Neuroma di Morton

Il Neuroma di Morton è una neuropatia che consiste in un rigonfiamento di un nervo del piede che si trova tra il terzo e il quarto dito. La patologia prende

E se riscrivessimo la nostra storia!

di Cristina Martinucci – Life Coach, PNL, Lausanne, Svizzera Abbiamo vissuto esperienze di vita che ci hanno segnato come esseri umani. La nostra vita è composta da una serie di magnifiche

Le diverse età della gravidanza

Qual è l'età più indicata per rimanere incinta, il momento migliore? Donne, diventate mamme, avranno sicuramente pareri differenti e le differenti esperienze sono importanti per capire un po’ di più il complesso mondo della gravidanza ed i suoi complessi aspetti.

La malattia schizofrenica tra mito e realtà

Gli esperti non sono sicuri del perché, ma molte persone confondono la schizofrenia con il disturbo dissociativo della personalità, che è quando qualcuno ha due o più identità o personalità.
Cos'è l'identità sessuale?

Cos’è l’identità sessuale?

L’identità sessuale è un costrutto che indica il modo in cui una persona vive il piacere, il sentimento, il rapporto con gli altri e come agisce la propria sessualità attraverso

Ansia: cause, sintomi e cure

portrait-1634421_1280

L’ansia o, più precisamente, il “disturbo d’ansia generalizzata” come indicato nel “Manuale diagnostico statistico dei disturbi mentali, è una malattia psichiatrica caratterizzata da: preoccupazione e ansia intense e persistenti non giustificate dalla gravità di situazioni, eventi o rischi reali; necessità di pianificare e tenere sotto controllo ogni aspetto della vita; incapacità di gestire l’incertezza e gli imprevisti; difficoltà a prendere decisioni ed eccessivo timore di compiere scelte sbagliate; apprensione eccessiva per la salute di un proprio caro; incapacità di distogliere i pensieri dall’oggetto della preoccupazione, di rilassarsi e di “sciogliere i nervi”; problemi di concentrazione.

Disturbi e Sintomi

Accanto a combinazioni variabili per tipologia e intensità dei sintomi psicoemotivi distintivi che lo definiscono, il disturbo d’ansia generalizzata comporta una serie di manifestazioni fisiche legate al nervosismo e allo stress intenso e persistente quali, per esempio: stanchezza immotivata, disturbi del sonno, contratture e dolori muscolari, bruxismo, mal di testa, alterazioni dell’appetito e disturbi digestivi (nausea, diarrea, sindrome del colon irritabile ecc.), sudorazioni, irritabilità, gesti ripetitivi e bisogno di muoversi, tachicardia, palpitazioni, dolori al centro del torace, cali di pressione, senso di costrizione e oppressione al petto, difficoltà respiratorie, sensazione di soffocamento, aumento della frequenza urinaria, disturbi del ciclo mestruale e del desiderio sessuale.

Il medico va interpellato ogni volta che un disagio psicofisico significativo caratterizzato da ansia e preoccupazione intense/ricorrenti, disturbi del sonno, sindromi dolorose e altri sintomi fisici non giustificati da malattie organiche interferiscono significativamente con il benessere generale e impediscono di svolgere serenamente le attività abituali per periodi superiori a qualche settimana. Il primo riferimento deve sempre essere il medico di famiglia, che potrà inquadrare il disturbo ed escludere la presenza di eventuali patologie organiche all’origine del malessere sperimentato. Una volta stabilito che si tratta di disturbo d’ansia generalizzata, potrà essere consigliato un consulto psicologico o psichiatrico.

Cause

Come la maggior parte delle condizioni psichiatriche, il disturbo d’ansia generalizzata ha cause complesse e non ancora ben definite, date dalla combinazione di predisposizione genetica, alterazione nel funzionamento di specifici circuiti cerebrali coinvolti nel controllo delle emozioni e della risposta allo stress, profilo di personalità predisponente e modalità dello sviluppo neuropsicologico.
L’insorgenza del disturbo d’ansia generalizzata può essere promosso da fattori di rischio quali: appartenenza al sesso femminile; storia di esperienze traumatiche o l’aver assistito a eventi drammatici durante l’infanzia; presenza di malattie croniche (soprattutto di tipo cardiaco, respiratorio, digestivo e metabolico) o storia di malattie/traumi fisici gravi (tumori, esiti di incidenti, infarto miocardico ecc.); esposizione a stress acuto intenso o modesto, ma ripetuto o duraturo; scarsa capacità di adattamento agli stimoli esterni e tendenza al nervosismo e alla preoccupazione; assunzione di sostanze che peggiorano la risposta allo stress (alcol, droghe, farmaci, caffeina, nicotina, estratti fitoterapici eccitanti ecc.).

Diagnosi

La diagnosi di disturbo d’ansia generalizzata è, di norma, abbastanza semplice perché i sintomi sono ben riconoscibili e il malessere sperimentato induce chi ne soffre a interpellare il medico abbastanza rapidamente per individuare una soluzione in grado di alleviare il disagio.

Negli adulti, per emettere una diagnosi di disturbo d’ansia generalizzata, oltre ai sintomi psicoemotivi caratteristici, devono essere presenti almeno tre sintomi fisici collegati all’ansia. Nel loro complesso, le manifestazioni devono avere un’intensità non giustificata dagli eventi/circostanze né dalla presenza di fattori scatenanti specifici (in particolare, assunzione di farmaci/sostanze o presenza di altre malattie) e tale da interferire con le attività abituali e il benessere di chi ne soffre, e persistere per più di sei mesi. Per la diagnosi di disturbo d’ansia nei bambini, in aggiunta all’ansia e alla preoccupazione persistenti, è sufficiente il riscontro di un solo sintomo fisico correlato, anche per periodi inferiori ai sei mesi.

Come si cura

La terapia del disturbo d’ansia generalizzata varia in funzione delle caratteristiche e dell’intensità del disagio nel singolo caso, ma è quasi sempre basata sull’impiego di farmaci in grado di ripristinare un buon equilibrio psicoemotivo e di migliorare la risposta agli stimoli esterni e allo stress e/o su interventi psicoterapici.

I farmaci cardine della terapia dell’ansia sono gli antidepressivi (principalmente, gli inibitori del sistema di recupero della serotonina – SSRI e gli inibitori del sistema di recupero della serotonina e della noradrenalina – SNRI), il cui impiego può essere affiancato nelle prime 2-3 settimane a farmaci tranquillanti (in particolare, benzodiazepine) che offrono un sollievo rapido, in attesa che gli antidepressivi inizino a fare effetto.

La psicoterapia prevista in presenza di disturbo d’ansia generalizzata è prevalentemente di tipo psico-comportamentale ed è indirizzata a potenziare la capacità di far fronte allo stress e a reagire in modo più consapevole e sereno alle difficoltà quotidiane, attraverso una sorta di ri-adattamento graduale.
Insieme ai farmaci e/o alla psicoterapia, può essere utile sfruttare tecniche di rilassamento come lo yoga, il tai-chi, la meditazione, il rebirthing, il massaggio shiatsu o tradizionale, l’agopuntura, l’ascolto della musica classica ecc. Altrettanto importante è praticare regolarmente attività fisica (preferibilmente, in mezzo al verde), dormire almeno 7-8 ore ogni notte, evitare di sovraccaricarsi di impegni, stare il più possibile in compagnia di persone tranquille e gradevoli, seguire un’alimentazione sana, evitare il fumo e l’assunzione di caffeina e alcolici, assumere tisane e infusi dalle proprietà rilassanti (per esempio, a base di camomilla, valeriana, tiglio, melissa, biancospino, passiflora, malva ecc.)

SPECIALISTI IN EVIDENZA

  • Foto del profilo di Dott.ssa Ilaria Berto
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici di Base, Agopuntori, Medici Estetici

    • Via Antonio Corradini 1 - Este
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Erminia Maria Ferrari
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medicina Omeopatica, Medici di Base, Pediatri

    • Via San Carlo 3 - Castel Rozzone
    telefono
  • Foto del profilo di Dott. Flavio Della Croce
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Psicoterapeuti, Medici di Base

    • Via Sacconi 1 - Borgonovo Val Tidone
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Francesca Vittorelli
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Terapeuta, Agopuntori, Medici di Base

    • Corso Andrea Palladio 134 - Vicenza
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Lucia Catalano
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Ginecologi, Senologi, Medici di Base

    • Via Belluno 1 - Roma
    telefono

PATOLOGIE CORRELATE

Depressione post-partum

La depressione post partum è un disturbo dell’umore caratterizzato da sintomi sovrapponibili a quelli della depressione maggiore e che si differenzia da quest’ultima essenzialmente per il fatto di insorgere nella

Svenimento

Lo svenimento è un termine semplice di uso comune che viene utilizzato per descrivere una perdita di coscienza che può verificarsi in un qualunque momento della vita per innumerevoli ragioni,
Dsturbo bipolare

Disturbo bipolare

Il disturbo bipolare è un disturbo dell’umore complesso e delicato da gestire che porta chi ne soffre a sperimentare periodi di umore depresso, caratterizzati da sintomi analoghi a quelli della

Sindrome di Menière

La sindrome di Menière è un disturbo dell’equilibrio caratterizzato da “attacchi” ricorrenti e imprevedibili, che comportano la comparsa di intense vertigini, associate a riduzione dell’udito, fischi e brusii. Ogni attacco

Sindrome delle apnee ostruttive del sonno

Le apnee ostruttive del sonno sono il tipo più diffuso di apnee del sonno: una categoria di disturbi accomunati dal verificarsi di ripetute interruzioni della normale respirazione mentre si dorme,

Sonno e disturbi dell’umore

Disturbi del sonno e disturbi dell’umore sono legati a un doppio filo e si influenzano a vicenda in modo articolato. Decenni di studi e di esperienza clinico-pratica, tanto nell’ambito della

Attacco ischemico transitorio

L’attacco ischemico transitorio (TIA) è una forma lieve di ictus cerebrale ischemico o “mini-stroke”, che si verifica quando la circolazione cerebrale è parzialmente compromessa dalla presenza di restringimenti od occlusioni

Bruxismo

Il bruxismo è una condizione in cui si digrignano i denti: può accadere, in maniera inconsapevole, in stato di veglia o, più spesso, durante il sonno. Le persone che stringono
Alcolismo

Alcolismo

L’alcolismo è una vera e propria malattia, per come si presenta, per i disturbi che causa, per i sintomi che procura al paziente. Si usa il termine Alcolismo quando i

Disturbo da stress post-traumatico

Il disturbo da stress post-traumatico (PTSD) è un disturbo psichiatrico che può insorgere a qualunque età in persone che hanno vissuto o hanno assistito a un evento traumatico che abbia
CULTURA E SALUTE
 
AGGIORNAMENTI
 
PERCORSI
 

la tua pubblicità
in esclusiva SU
MY SPECIAL DOCTOR

completa il form e sarai ricontattato da un nostro responsabile