ARTICOLI CORRELATI

Edward de Bono. Semplicità.

Edward de Bono nel suo libro parte dal presupposto che spesso esiste un modo semplice per fare le cose. Nella vita molti problemi possono essere individuati e risolti in breve

Stress lavorativo e difficoltà organizzative

Keith Yamashita e Sandra Spataro nel loro libro “On-Off” hanno affermato il problema della motivazione personale nel contesto di un gruppo e determinato alcune strategie contro lo stress del lavoro.

La gestione del tempo

Ci sono diversi modi per utilizzare il tempo e quello peggiore è di fare bene qualcosa che non c’è bisogno di fare, sprecando energie che non portano a nulla. Siamo

La sindrome del Burn-out

Il termine Burn-out si riferisce ad un fenomeno tipico di quelle professioni che hanno nel loro mandato la connotazione di essere “d’aiuto agli altri”. In queste professioni è implicita una

Giornata mondiale dell’Aids: non abbassate la guardia

immagine

La diffusione dell’infezione da HIV è notevolmente diminuita negli ultimi anni, mentre le terapie disponibili per contrastarla sono aumentate, diventando sempre più efficaci e meglio tollerabili. Ciò ha permesso alle persone intercettate dal virus di raggiungere un’aspettativa di vita sovrapponibile a quella della popolazione non infetta e di mantenere un buon livello di benessere, a lungo. Mentre si celebra la Giornata mondiale dell’AIDS (1° Dicembre), l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ricorda che questi risultati, di cui è lecito rallegrarsi, non devono però indurre ad abbassare la guardia nei confronti di un virus che è sempre in agguato e che non ha certo smesso di creare problemi sanitari rilevanti, con relativi costi umani ed economici, in tutti i Paesi del mondo.    

Nonostante il problema HIV/AIDS sia oggi particolarmente drammatico nel continente africano (dove si contano circa 26 milioni di persone sieropositive e si incontrano notevoli difficoltà nel prevenire e contrastare la malattia), non va trascurato che anche 2,3 milioni di cittadini europei, 3,4 milioni di americani e altri 3,5 milioni di persone residenti nel Sud-Est asiatico sono HIV+ e richiedono cure costanti per mantenere una carica virale sufficientemente bassa e livelli di linfociti CD4 sufficientemente alti per evitare stati di immunosoppressione significativa e le complicanze che ne derivano.    

In base ai dati raccolti a livello nazionale dal Sistema di sorveglianza delle nuove diagnosi di infezione da HIV, nel 2018, in Italia si sono avute 2.847 nuove diagnosi di infezione da HIV pari a 4,7 nuovi casi per 100.000 residenti: un’incidenza poco al di sotto della media dei Paesi dell’Unione Europea (5,1 casi per 100.000 residenti) e complessivamente in diminuzione tra il 2012 e il 2018. Tuttavia, tra i giovani di età inferiore a 25 anni la diffusione dell’infezione ha avuto un picco nel 2017. L’incidenza più elevata è stata osservata tra le persone di 25-29 anni (11,8 nuovi casi ogni 100.000 residenti) e 30-39 anni (10,9 nuovi casi ogni 100.000 residenti). Le persone che hanno scoperto di essere HIV+ nel 2018 erano maschi nell’85,6% dei casi; l’età mediana era di 39 anni per gli uomini e di 38 anni per le donne.    

La maggioranza delle nuove diagnosi di infezione da HIV in Italia, nel 2018, era attribuibile a rapporti sessuali non protetti (80,2% di tutte le segnalazioni) e in un terzo dei casi il test HIV è stato eseguito in seguito al riscontro di una patologia correlabile all’HIV o di sintomi caratteristici (32,6%). Altri motivi di esecuzione del test sono stati: comportamento a rischio (14,4%), accertamenti per altra patologia (11,3%), iniziative di screening/campagne informative (9,8%), rapporti sessuali non protetti (9,7%), diagnosi o sospetta infezione sessualmente trasmessa – IST (4,0%).    

Come proteggersi e proteggere gli altri 
Essere consapevoli del fatto che, ancora oggi, l’infezione da HIV può avere gravi conseguenze, conoscere le modalità di trasmissione del virus e i metodi per evitare di essere contagiati è fondamentale per ridurre il rischio individuale di infezione e prevenire il contagio di altre persone. Attualmente, sono essenzialmente due le vie attraverso cui si può contrarre la malattia: l’attività sessuale e l’uso promiscuo di siringhe tra chi fa uso di sostanze d’abuso iniettive. A riguardo, va ribadito (perché molti lo dimenticano o sottovalutano il concetto) che non è necessario adottare comportamenti sessuali “a rischio” in prima persona o conoscere poco il proprio partner per ritrovarsi sieropositivi.    

Al virus dell’AIDS, infatti, non interessa conoscere le preferenze sessuali delle persone che decide di infettare, né se si tratta di rapporti sessuali omo o eterosessuali, se le persone coinvolte sono giovani o più in là con gli anni, se si sono appena incontrate o se sono sposate da tempo. Per l’HIV qualunque occasione è buona per colonizzare un nuovo ospite e non ha nessuna fretta di causare sintomi che potrebbero farne sospettare la presenza nell’organismo, perché rimanendo “in incognito” per un periodo più prolungato avrà maggiori probabilità di trasmettersi a più persone.    

Prendere precauzioni durante l’intera durata dei rapporti sessuali, prevedendo sempre l’uso del profilattico, è il mezzo più efficace per proteggere se stessi e il partner e per ridurre la diffusione dell’HIV. Questa cautela permetterà anche di tutelarsi da altre malattie a trasmissione sessuale, che negli ultimi anni hanno ripreso a diffondersi notevolmente soprattutto tra i giovani, come l’infezione da Chlamydia, la gonorrea, la tricomoniasi, l’herpes genitale e la sifilide (una malattia potenzialmente molto severa se non diagnosticata e trattata precocemente, che si pensava relegata ai libri di storia e che è, invece, tornata a far parlare di sé).    

Altrettanto importante, se si pensa di poter essere stati esposti al virus dell’AIDS per qualunque ragione, è verificare il proprio stato di sieronegatività o positività, attraverso un semplice esame del sangue, innocuo, anonimo e gratuito. Anche se l’attesa dell’esito può essere un po’ stressante, eseguire il test HIV è cruciale per sapere se è necessario procedere a valutazioni di approfondimento, avviare le opportune terapie e adottare comportamenti opportuni per evitare di trasmettere il virus ad altre persone. Per effettuarlo è sufficiente chiedere informazioni al proprio medico oppure rivolgersi direttamente a un ospedale, un centro clinico-diagnostico o a un ambulatorio autorizzati a eseguire il test.    

Per sapere quali sono i centri più vicini per effettuare il test HIV e/o si hanno domande o dubbi sulla malattia o si vuole approfondire l’argomento per supportare un amico o un familiare, si può contattare il Telefono Verde AIDS e Infezioni Sessualmente Trasmesse (TAV/IST) al numero 800.861.061, attivo dal lunedì al venerdì, dalle 13.00 alle 18.00. Gli operatori rispondono alle domande sia in italiano sia in inglese e, due volte alla settimana, è possibile ricevere anche la consulenza di un legale esperto nella tutela dei diritti delle persone con HIV e delle loro famiglie. In alternativa, si può consultare la mappa dei centri che eseguono il test HIV in ogni Regione presente sul sito web (https://www.uniticontrolaids.it/aids-ist/test/dove.aspx) o anche visitare il sito della ReTe AIDS – Uniti si vince (https://www.uniticontrolaids.it/ReTeAIDS.aspx) e contattare gli operatori delle Associazioni territoriali più vicine al proprio domicilio.       

Fonti    

  • Organizzazione Mondiale della Sanità – OMS (https://www.who.int/hiv/en/)    
  • Ministero della Salute (http://www.salute.gov.it/portale/hiv/dettaglioContenutiHIV.jsp?lingua=italiano&id=5206&area=aids&menu=conoscere)  

SPECIALISTI IN EVIDENZA

  • Foto del profilo di Dr. Giovanni Arrichiello
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Ginecologi, Medici di Base

    • Corso Regina Margherita 260 - Torino
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Vittorio Margutti
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Ortopedici, Medici di Base

    • Via Marco Simone Poli 1 - Guidonia Montecelio
    telefono
  • Foto del profilo di Dott. Gianlorenzo Casani
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Geriatria, Medico Certificatore, Medici di Base

    • Via Costantino Baroni 71/73 - Milano
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Floriana Di Martino
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici Estetici, Medici di Base

    • Piazza della Rinascita 13 - Pescara
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Squillante Gianni Erminio
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Agopuntori, Medicina Omeopatica, Medici di Base

    • Via Monterotondo 14 - Roma
    telefono

PATOLOGIE CORRELATE

Incontinenza urinaria

L’incontinenza urinaria è una condizione legata a deficit muscolari o neurologici a livello del pavimento pelvico (costituito dai fasci muscolari che chiudono la base dell’addome), che si caratterizza per l’impossibilità

Tumore dell’endometrio

Il tumore dell’endometrio è una neoplasia che si sviluppa a livello del tessuto che riveste le pareti interne dell’utero e, per questa ragione, è chiamato anche semplicemente tumore dell’utero, in

Calcolosi renale

La calcolosi renale è una patologia molto diffusa nei Paesi industrializzati, compresa l’Italia, soprattutto tra gli uomini adulti, colpiti con una frequenza circa doppia rispetto alle donne. I calcoli renali

Infezione da Coronavirus

In realtà il Coronavirus appartiene ad una tipologia di virus in grado di causare malattie varie dal semplice raffreddore alla sindrome respiratoria acuta grave (SARS) e la sindrome respiratoria mediorientale

Ipertrofia prostatica benigna

La prostata è una ghiandola a forma di castagna, del diametro di alcuni centimetri, presente soltanto negli uomini; è posizionata davanti al retto, al di sotto della vescica e circonda

Shock, emergenza medica

Può accadere che la circolazione del sangue attraverso il corpo subisca una improvvisa modificazione dando luogo ad una condizione di shock fisiologico, con diminuzione del flusso e di crisi da

Emorroidi

Le emorroidi sono strutture vascolari dell’ano e del retto inferiore, che servono per mantenere la continenza fecale. Se si gonfiano o infiammano diventano patologiche e causano una sindrome nota come

Cisti ovariche

Le cisti ovariche sono formazioni cave ripiene di fluido o altri materiali che possono occasionalmente formarsi all’interno o sulla superficie delle ovaie in diversi momenti della vita della donna, con

Morbillo

Il morbillo è un’infezione virale presente in ogni parte del mondo; è una malattia che colpisce solo l’uomo, non esistono riserve animali, non esiste uno stato di portatore asintomatico. L’OMS

Cistiti

Con il termine cistite ci si riferisce all’infiammazione della vescica urinaria, nella maggior parte dei casi, conseguente a un’infezione batterica. Il disturbo è molto diffuso soprattutto tra le donne, che
CULTURA E SALUTE
 
AGGIORNAMENTI
 
PERCORSI
 

la tua pubblicità
in esclusiva SU
MY SPECIAL DOCTOR

completa il form e sarai ricontattato da un nostro responsabile