ARTICOLI CORRELATI

Stenosi giugulare: cos’é?

La stenosi giugulare interessa il restringimento delle vene giugulari che impedisce la normale rimozione di sangue dal cervello e dal sistema nervoso centrale. All’origine del disturbo ci possono essere una malformazione congenita dei

Candidosi orale

La candidosi orale è un’infezione della bocca, causata da un tipo di fungo chiamato Candida Albicans. Si tratta, dunque, di una micosi che può presentarsi sia negli uomini che nelle donne di ogni età. In

Malocclusione: problema dentale che può diventare serio

Deviazioni dall’occlusione ideale sono conosciuti come malocclusione. Il tipo di deviazione è variabile, ma qualsiasi tipo di disallineamento può causare problemi. È necessario allineare i denti superiori per evitare morsi alle labbra e alla

Emorragie: cosa fare?

In caso di emorragie:  Proteggersi dalle infezioni, indossare i guanti in lattice e se questi non sono disponibili utilizzare diversi stati di garza o tessuto. Coprire la ferita con un

La rinite: cos’è e come curarla

Il termine rinite indica una generica irritazione e infiammazione della mucosa nasale. Esistono tre tipologie principali di rinite: la rinite infettiva, la rinite allergica e la rinite non-allergica (o rinite vasomotoria). La rinite infettiva insorge

I sintomi dell’Artrosi cervicale

L’artrosi è una malattia caratterizzata da lesioni degenerative a carico della cartilagine articolare. A seconda della sede colpita, si può parlare di artrosi al ginocchio, all’anca, al polso e via discorrendo. Nel caso specifico

Un esercito di micro-robot può spazzare via la placca dentale

placca

Uno sciame di micro-robot, diretto da magneti, è in grado di staccare e rimuovere il biofilm che forma la caratteristica placca che si forma intorno ai denti e che promuove e sostiene le comuni patologie orali, dalla carie alla malattia parodontale.

L’innovazione nasce da una partnership tra dentisti, biologi e ingegneri della University of Pennsylvania ed è stata descritta su Science Robotics. Con due tipi di sistemi robotici, uno progettato per lavorare sulle superfici e l’altro per operare all’interno di spazi ristretti, gli scienziati hanno dimostrato che i robot con attività catalitica hanno la capacità di distruggere il biofilm orale, quell’aggregazione complessa di microrganismi che si deposita sulla sostanza dura dentale, sui restauri e sulle ricostruzioni protesiche, sulla gengiva, sulle mucose, sulla lingua e nelle tasche paradontali. Questi sistemi robotici di rimozione del biofilm promettono di essere utili in un’ampia gamma di potenziali applicazioni: se da un lato potranno mantenere puliti tubi dell’acqua e cateteri, dall’altro andranno a ridurre il rischio di carie, infezioni endodontiche e contaminazione degli impianti.

A coordinare lo studio sono stati Hyun Koo della School of Dental Medicine e Edward Steager della the School of Engineering and Applied Science. «Alla base del nostro risultato – ha affermato Koo – c’è stata un’interazione davvero sinergica e multidisciplinare. Stiamo sfruttando l’esperienza di microbiologi, scienziati clinici e ingegneri per progettare il miglior sistema di eradicazione microbica possibile, aspetto importante anche per altri settori biomedici che affrontano biofilm resistenti ai farmaci, proprio mentre il mondo si sta avvicinando a un’era post-antibiotica».

E Steager ha aggiunto: «il trattamento dei biofilm che si formano sui denti richiede una grande quantità di lavoro manuale, con la nostra innovazione speriamo di migliorare le opzioni di trattamento e ridurre la difficoltà di assistenza».

Secondo i ricercatori americani, i trattamenti attualmente esistenti per i biofilm sono inefficaci perché sono incapaci di degradare simultaneamente la matrice protettiva, uccidere i batteri incorporati e rimuovere fisicamente i prodotti biodegradati. Invece, secondo Koo, «questi robot possono fare le tre cose contemporaneamente e in modo molto efficace, senza lasciare tracce di biofilm».

Hwang G, Paula JA, Hunter EE et al. Catalytic antimicrobial robots for biofilm eradication. Science Robotics  24 Apr 2019: Vol. 4, Issue 29, eaaw2388.

SPECIALISTI IN EVIDENZA

  • Foto del profilo di Dott. Franco Cicerchia
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Oculisti, Agopuntori, Medici di Base

    • Via Alcide de Gasperi 39 - Palestrina
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Lorenzo Cerreoni
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici Estetici, Medici di Base

    • Via Macero Sauli 52 - Forlì
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Cinzia Maria Zurra
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici di Base, Medici Estetici, Nutrizionisti

    • Viale Rimembranze 5 - Triuggio
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Federica Filigheddu
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici di Base

    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Izabella Sylwia Bartosiewicz
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici di Base, Reumatologi

    telefono

PATOLOGIE CORRELATE

Crosta lattea

La crosta lattea, tecnicamente indicata come “dermatite seborroica neonatale” o pityriasis capitis, è un disturbo dermatologico transitorio e sostanzialmente innocuo che interessa il cuoio capelluto di molti neonati e lattanti.

Occhio secco

La sindrome da occhio secco si instaura quando il film lacrimale superficiale che protegge, irrora e nutre gli strati esterni dell’occhio, in particolare cornea e congiuntiva, è troppo scarso o

Gonorrea

La gonorrea è una delle malattie a trasmissione sessuale (MST) più diffuse a livello mondiale, in entrambi i sessi, già a partire dall’adolescenza; se non riconosciuta e trattata adeguatamente in

Influenza

L’influenza stagionale è una malattia infettiva di origine virale che si trasmette per via respiratoria attraverso le particelle di vapore cariche di virus diffusi nell’aria da individui infetti, attraverso la

Tumore dell’ipofisi

I tumori dell’ipofisi (o ghiandola pituitaria) sono un gruppo di neoplasie prevalentemente benigne che interessano una piccola struttura posta al centro del cervello, posteriormente alla radice del naso, che ha

Aterosclerosi

L’aterosclerosi è un processo patologico che porta alla progressiva formazione di depositi localizzati composti principalmente da grassi e colesterolo e piastrine (ateromi o placche aterosclerotiche) all’interno delle pareti delle arterie

Coronaropatia

Con il termine coronaropatia ci si riferisce a una “sofferenza” cronica delle coronarie, le arterie che riforniscono di sangue il muscolo cardiaco, nella maggioranza dei casi determinata dalla patologia arteriosclerotica

Artrite reumatoide

L’artrite reumatoide è una malattia infiammatoria cronica su base autoimmunitaria che colpisce in primo luogo le articolazioni, ma che interessa l’intero organismo e che con il tempo, soprattutto se non

Poliposi nasale

I polipi nasali sono escrescenze molli, indolori e non cancerose che si formano sul rivestimento della cavità nasale o dei seni paranasali e che, aumentando di volume, possono procurare ostruzione

Emicrania

L’emicrania è una cefalea primaria che si manifesta con attacchi ricorrenti di mal di testa di intensità moderata o severa, di durata variabile dalle 4 alle 72 ore, intervallati da
CULTURA E SALUTE
 
AGGIORNAMENTI
 
PERCORSI
 

la tua pubblicità
in esclusiva SU
MY SPECIAL DOCTOR

completa il form e sarai ricontattato da un nostro responsabile