ARTICOLI CORRELATI

Avvelenamenti: dinitro-composti

Questi composti vengono utilizzati nei frutteti come “lavaggio invernale” e come erbicidi in estate. Da un punto di vista tossicologico la loro azione biochimica è comune a tutti i composti.

Contusioni: cosa fare?

Le contusioni si formano quando un oggetto smusso colpisce alcune parti del corpo, rompendo i vasi ematici sottocutanei. Non c’è fuoriuscita di sangue e solitamente le contusioni si presentano tumefatte

La folgorazione: cosa fare

In caso di folgorazione i danni maggiori sono visibili all’interno del corpo, anche se l’ustione può apparire piccola e superficiale. Cosa fare? Assicurarsi che il posto sia sicuro, staccare la

Laringo-tracheo-bronchite batterica: cosa fare?

Si tratta di un’infezione del tessuto sottoglottico caratterizzata dalla presenza di secrezioni purulente. L’agente patogeno più frequente è lo stafilococco, seguito da streptococco e pneumococco. È una malattia rara che

La meningite nei bambini

La meningite è una delle malattie neurologiche che si acquisiscono maggiormente durante l’infanzia. Si tratta dell’infezione delle meningi, a causa della penetrazione di patogeni nello spazio subaracnoideo e provoca l’aumento

Tetania: cosa fare?

La tetania si divide in: manifesta, latente e alcalosica. I sintomi della tetania manifesta sono: dolori e crampi muscolari, opistotono, parestesie o rigidità delle mani e dei piedi. Si possono

Lo shock nei bambini

Lo shock è la condizione in cui l’apporto circolatorio è insufficiente a sopperire alle necessità metaboliche dell’organismo. L’ipoperfusione tissutale può realizzarsi attraversi tre meccanismi: la riduzione della massa sanguigna globale,

Metalli e metalloidi: il tallio

Anche se il tallio viene utilizzato nell’industria non sembra creare rischi occupazionali. L’azione del tallio a livello biochimico non è ancora conosciuta e tutto quello che possiamo dire è che

Cos’è l’ipotermia?

ipotermia

L’ipotermia potrebbe essere un’emergenza potenzialmente fatale. Essa si sviluppa a temperature superiori a quella del congelamento, ma anche inferiori. Ci sono due tipi di ipotermia: la forma lieve e la forma grave. Nel primo caso il paziente tende a pronunciare parole in modo confuso, ha vuoti di memoria e brividi. Molte persone avvertono anche una sensazione di freddo a mani e pieni. Nel secondo caso i brividi scompaiono, i muscoli possono essere intorpiditi e rigidi e la cute diventa di un colore bluastro. La vittima sembra morta.

Cosa fare?

  1. In caso di ipotermia porre il paziente in posizione orizzontale e chiedere immediatamente l’intervento di un’ambulanza.
  2. Nel frattempo togliere la vittima nell’ambiente freddo, cercando una fonte di calore. Isolare termicamente la vittima e sostituire gli indumenti bagnati con altri asciutti. Una delle cose fondamentali da fare è quella di coprire la testa della vittima, in quando il 50% della perdita di calore corporeo avviene attraverso la testa.

Se ci si trova in un posto lontano e l’arrivo dell’ambulanza tarda, in caso di ipotermia lieve, immergere il corpo del paziente in acqua calda o fare impacchi bollenti, senza ustionare la vittima. Altro metodo è quello di coricarsi affianco alla persona ipotermica in un sacco a pelo. In caso di ipotermia grave o profonda è necessario controllare i parametri vitali e fornire la maggior quantità di calore possibile. Il riscaldamento in un luogo isolato è molto difficile, per cui è necessario trasportare la vittima con un elicottero.

Fonte: Guida Tascabile di Pronto Soccorso di Mediserve

SPECIALISTI IN EVIDENZA

  • Foto del profilo di Dr. Stefano Coscia
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    • 2 VIA DELLE COMETE VILLAGGIO MOSE' - Agrigento
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Karen Yael Hannuna
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    • Via Felice Poggi 36 - Roma
    telefono
  • Foto del profilo di Dott. Francesco V. Marino
    attivo 2 anni, 11 mesi fa

    Agopuntori, Medicina Omeopatica, Medicina Tradizionale Cinese

    • LOTUS Centro Medicina Olistica
    • via Divisione Torino 6
    • 00143 ROMA
    • 339/8928684
    messaggio telefono visita a
    domicilio
    video
    consulenza
    WhatsApp
  • Foto del profilo di Dr. Marco Stabile
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    • Via Alfeno Varo 41 - Cremona
    telefono
  • Foto del profilo di Dott. Antonino Viscuso
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    telefono

PATOLOGIE CORRELATE

Sonno e menopausa

I disturbi del sonno sono uno dei problemi di salute segnalati più spesso dalle donne che si avvicinano alla menopausa e nel periodo successivo (climaterio). Il bisogno di dormire tende

Soffio al cuore

Il “soffio al cuore” non è di per sé una patologia, ma soltanto il segnale che il sangue all’interno del cuore fluisce troppo in fretta o in modo “disordinato”, producendo

Faringite

La faringe è il canale muscolo-membranoso del cavo orale che si connette con la cavità nasale, l’esofago, la laringe e l’orecchio medio. La faringite è l’infiammazione della faringe e viene

Ambliopia

L’ambliopia, più comunemente nota come “occhio pigro”, è una malattia dell’apparato visivo caratterizzata da una visione ridotta in un occhio dovuta a uno sviluppo visivo anormale nei primi anni di

Parotite

La parotite è un’infezione virale acuta generalizzata, che colpisce principalmente bambini in età scolare e adolescenti. A malattia è diffusa in tutto il mondo e l’uomo è il solo ospite

Citomegalovirus

ll Citomegalovirus è un virus al DNA che appartiene al gruppo degli herpes virus. Dopo l’infezione primaria persiste in forma latente nell’organismo e può riattivarsi quando i sistemi di difesa

Coronaropatia

Con il termine coronaropatia ci si riferisce a una “sofferenza” cronica delle coronarie, le arterie che riforniscono di sangue il muscolo cardiaco, nella maggioranza dei casi determinata dalla patologia arteriosclerotica

Alluce valgo

L’alluce valgo è una deformazione del piede costituita dall’allontanamento della testa del primo metatarso dalle altre. In questa condizione, si ha una deviazione laterale dell’alluce che si inclina verso le

Frattura dell’anca

La frattura dell’anca è una lesione grave, con complicanze che possono essere pericolose per la vita. La maggior parte delle fratture dell’anca si verifica al femore, l’osso lungo che si

Sperone calcaneare

Con sperone calcaneare si fa riferimento a una protuberanza ossea a forma di spina o uncino (osteofita) che deriva da un processo di calcificazione anomala che può verificarsi a livello
CULTURA E SALUTE
 
AGGIORNAMENTI
 
PERCORSI
 

la tua pubblicità
in esclusiva SU
MY SPECIAL DOCTOR

completa il form e sarai ricontattato da un nostro responsabile