ARTICOLI CORRELATI

Le patologie dell’anca

I disturbi dell'anca sono disturbi che colpiscono l'articolazione dell'anca, che si presenta come una sorta di sfera inserita in una struttura che permette alla coscia di potersi muovere in più direzioni e che aiuta i fianchi a reggere il peso del corpo.

Lussazione

Una lussazione si verifica quando c’è uno spostamento permanente degli estremi ossei di un’articolazione. I sintomi della lussazione sono simili a quella di una frattura, quindi dolore intenso, deformità, tumefazione

Il glutine non produce sintomi nelle persone sane

L’assunzione di alimenti contenenti glutine può essere molto dannosa per le persone celiache, ma non provoca alcun sintomo gastrointestinale nelle persone senza un disturbo correlato: lo conferma uno studio in

Attacco cardiaco (o infarto)

Un attacco cardiaco avviene quando l’apporto ematico si riduce gravemente o si interrompe. I sintomi sono: oppressione e dolore al centro del torace, dolore che si irradia alle spalle, al

Omega 3 e 6: acidi grassi amici dell’organismo

Non tutti i grassi sono nocivi e nemici dell’organismo: ce ne sono due che sono particolarmente importanti anzi essenziali: l’acido linoleico (detto anche Omega6) e l’acido alfa-linolenico (Omega3), fondamentali per

La dieta per la prevenzione e cura dei tumori

la-dieta-la-prevenzione-e-cura-dei-tumori_FxvgIYa

È ormai provato che troppi zuccheri, carne e cibi raffinati aumentano il rischio di ammalarci, mentre cereali integrali e verdure ci proteggono.

Ma che tipo di dieta si può consigliare a un malato di tumore? Indicazioni e linee guida sull’alimentazione e sugli stili di vita da tenere, che richiamano quelle del Codice Europeo contro il cancro e si rifanno agli studi sugli effetti dell’alimentazione sulla prevenzione, progressione e cura della malattia.

Che tipo di dieta si può consigliare dunque a un malato di tumore in base a quello che si sa oggi mantenersi snelli e provato che chi è in sovrappeso si ammala di più e se ammalato ha più difficoltà a guarire.
Particolarmente pericoloso sembra essere il grasso depositato all’interno dell’addome quindi importante è mantenersi snelli ma soprattutto che la circonferenza vita non sia più di 80 88 cm nelle donne 94-102 negli uomini una restrizione calorica senza manutenzione di circa il 25 -30% di calorie in meno petto ad una dieta ad libitum prolunga invece la vita e riduce l’incidenza del cancro negli animali nel caso dei malati di cancro però la restrizione calorica non è sufficiente se non è associata anche a restrizione proteica naturalmente rimane che sei malato e denutrito occorre nutrirlo cosa talvolta difficile perché i tumori in stato avanzato causano spesso anoressia la perdita di peso dei malati di tumore dipenderebbe soprattutto dalla produzione di sostanze infiammatorie da parte del tumore come vedremo più avanti con la dieta però si può fare molto per ridurre questo stato fare esercizio fisico un’altra conoscenza ripetutamente confermata e chichi fa esercizio fisico si ammala meno e che gli ammalati che praticano esercizio fisico hanno una prognosi migliore si raccomanda pertanto di fare ogni giorno una passeggiata con passo vivace per almeno 30 minuti consecutivi oppure e un’ora di palestra o di sport almeno a giorni alterni tenere bassa la glicemia anche la glicemia alta è un fattore di rischio per mantenerla livelli bassi bisogna evitare le farine raffinate 00 e 0 il pane bianco I dolciumi commerciali le patate il riso bianco I fiocchi di mais la frutta molto zuccherina evitare lo zucchero lo sciroppo di glucosio e fruttosio e abituarsi progressivamente agustin meno dolci evitare inoltre i cibi ricchi di grassi saturi carni rosse salumi e formaggi mangiare invece regolarmente cereali integrali meglio se associati alle gummy verdure semi e frutti oleaginosi tenere bassa l’insulina oltre ai cibi a basso indice glicemico è meglio evitare il latte anche scremato che fa aumentare l’insulina tenere bassi I fattori di crescita evitare il latte ed evitare I cibi molto ricchi di proteine soprattutto animali ma anche le proteine vegetali come legumi pur presenti in ogni pasto devono essere consumate con moderazione non ci sono controindicazioni nemmeno per un consumo moderato di prodotti tradizionali di soia miso tofu tempeh tenere bassi i livelli di infiammazione favoriscono l’infiammazione tutti i cibi animali eccetto il pesce meglio se di piccola taglia perché i pesci grandi sono molto più inquinati hanno invece azione antiinfiammatoria i cereali integrali e molti altri alimenti vegetali in particolare quelli che contengono grassi omega 3 i semi di lino la soia le erbe selvatiche le cipolle e le mele e in generale alle verdure con l’eccezione delle solanacee pomodori melanzane e peperoni che è meglio evitare è prudente inoltre evitare I cibi ricchi di poliammine sostanze indispensabili alla proliferazione cellulare I pomodori le melanzane i peperoni gli agrumi le banane e kiwi e i frutti tropicali ci sono sempre più indicazioni invece che brevi periodi di digiuno cioè un paio di giorni a settimana possono aumentare l’efficacia delle terapie oncologiche in sintesi quindi possiamo dire che le raccomandazioni coincidono con quelle per la prevenzione dei tumori del fondo mondiale per la ricerca sul cancro che oggi sono state riprese dal codice europeo contro il cancro anche se con le precisazioni viste riguardo ad alcuni frutti e verdure da evitare.

SPECIALISTI IN EVIDENZA

  • Foto del profilo di Dott. Massimo Carotenuto
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Chirurghi Generali, Medici di Base

    • Via Lepanto 95 - Pompei
    telefono
  • Foto del profilo di Studio Medico San Pellegrino
    attivo 3 anni, 5 mesi fa

    Medici dello Sport, Medici di Base

    Fai passa parola!

    Consiglia questo special

    doctor ad un amico

    messaggio telefono visita a
    domicilio
    video
    consulenza
    WhatsApp conferenze
    e webinar
  • Foto del profilo di Dr. Roberto Zaffaroni
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici di Base, Terapeuta

    • Via San Francesco D' Assisi 5 - Varese
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Irene Pistis
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici Estetici, Medici di Base, Medico Certificatore

    • Via della Reoubblica 461/3 - Vergato
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Anna Puccio
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Ginecologi, Medici di Base

    • Via Vincenzo Ponsati 69 - Volvera
    telefono

PATOLOGIE CORRELATE

Ernia inguinale

L’ernia è la fuoriuscita di un viscere dalla cavità che normalmente lo contiene, attraverso un orifizio o un canale anatomico. Nell’ernia inguinale, il peduncolo esce dall’addome attraverso l’orifizio inguinale esterno

Appendicite

L’appendicite è un’infiammazione dell’appendice, una formazione tubulare che fa parte dell’intestino crasso, a cui in passato non veniva riconosciuto uno scopo specifico; recentemente si è però scoperto il suo ruolo

Esofago di Barrett

L’esofago di Barrett è una complicanza grave della malattia da reflusso gastroesofageo. Nell’esofago di Barrett, il tessuto normale che riveste l’esofago – il tubo che trasporta il cibo dalla bocca

Celiachia

La celiachia è una malattia autoimmune che può verificarsi in persone geneticamente predisposte, nelle quali l’ingestione di glutine comporta danni all’intestino tenue. Si stima che colpisca una persona su cento

Poliposi intestinale

I polipi sono crescite anomale di tessuto che sporgono verso una tonaca mucosa; sono escrescenze patologiche che, nell’intestino, si formano specialmente nel colon e nel retto. Per la maggior parte,

Tumore del fegato

Nel fegato si possono formare diversi tipi di tumore. Il tipo più comune di cancro al fegato è il carcinoma epatocellulare, che inizia origina negli epatociti, il tipo principale di

Calcolosi della colecisti

La colecisti (o cistifellea) è un organo cavo verde a forma di pera situato sotto il fegato; fa parte del sistema digerente e la sua funzione è di immagazzinare la

Tumore dello stomaco

Il cancro dello stomaco inizia quando le cellule tumorali si formano nel rivestimento interno dello stomaco, per poi crescere in maniera incotrollata. Il carcinoma gastrico è il tumore maligno più

Intolleranza al lattosio

Le persone con intolleranza al lattosio non sono in grado di digerire completamente lo zucchero contenuto nel latte. La condizione, che è anche chiamata malassorbimento del lattosio, è solitamente innocua,

Epatite B

L’epatite B è un’infiammazione del fegato abbastanza comune in tutti i Paesi del mondo, determinata dall’infezione da parte dell’Hepatitis B virus (HBV), che rappresenta la seconda causa di epatite acuta
CULTURA E SALUTE
 
AGGIORNAMENTI
 
PERCORSI
 

la tua pubblicità
in esclusiva SU
MY SPECIAL DOCTOR

completa il form e sarai ricontattato da un nostro responsabile