Prendi in mano la tua salute

Prendi in mano la tua salute

Prendi in mano la tua salute

ARTICOLI CORRELATI

Riparazione della valvola aortica

Riparazione della valvola aortica

Quando la valvulopatia aortica presenta dei problemi rilevanti di qualità della vita per il paziente ma anche rischi evidenti di conseguenze gravi, si può rendere necessario ricorrere all’intervento del cardiochirurgo.

Coronografia

La coronarografia, detta anche angiografia coronarica, è una tecnica radiologica invasiva utilizzata in ambito cardiologico per visualizzare il decorso e lo stato delle arterie coronariche.

Professioni lavorative nella malattia della valvola mitrale

E’ noto che i fattori di rischio per le malattie del cuore sono dati da abitudini come l’uso eccessivo di alcol, come il fumo, da un’alimentazione iperproteica e ricca di grassi, ed anche da fattori genetici, mentre spesso una minore considerazione viene riservata ai fattori di origine professionale.

Ecocardiogramma

L'ecocardiogramma, detto anche ecocardiografia, è una tecnica diagnostica di imaging basata sull'impiego di ultrasuoni, semplice e rapida da eseguire, innocua, indolore e a basso costo che, proprio per queste sue caratteristiche favorevoli si è molto diffusa negli ultimi 20 anni in ambito cardiologico per studiare il cuore, i vasi sanguigni che lo circondano e le valvole cardiache.

Immersioni, le regole fondamentali

Il corpo umano, pur muovendosi in acqua, nuotando o immergendosi, sa bene che essa rappresenta un pericolo costante dato che sotto questo elemento non può sopravvivere se non con riserve d’aria. Mai fare immersioni solitarie.

Applicazione di Stent (Angioplastica coronarica)

Lo stent coronarico è un “device” medico, ovvero uno strumento utilizzato nell’Angioplastica Coronarica per sgombrare la via alle possibili ostruzioni delle arterie coronarie seguendo delle tecniche invasive aventi l’obiettivo di ripristinare la regolare circolazione sanguigna all’interno del cuore garantendone la corretta funzionalità.

TAC Tomografia Assiale Computerizzata

La tomografia computerizzata, in sigla TC, ancora spesso chiamata comunemente TAC (tomografia assiale computerizzata) nonostante l’evoluzione della metodica, è un’indagine di imaging che fornisce informazioni strutturali tridimensionali molto dettagliate degli

LA MALATTIA

Sono alcuni segni clinici a determinare la. diagnosi di arresto cardiaco: un arresto respiratorio, l’assenza di polso e una condizione ridotto stato di coscienza. Non è praticabile una misurazione della pressione arteriosa, è presente una dilatazione delle pupille che appaiono non reattive a stimoli esterni come la luce.

Possono manifestarsi tachicardia o fibrillazione ventricolare, oppure un’asistolia o anche un ritmo bradicardico con polso non percepibile. La valutazione del paziente adulto viene fatta in base ai possibili trattamenti, considerando il quadro elettrolitico e i livelli di ossigenazione. Nel caso di pazienti pediatrici vengono presi in considerazione i valori glicemici.

Le cause di arresto cardiaco non sono facilmente rilevabili in fase di rianimazione cardiopolmonare. Gli esami clinici, l’ecografia toracica, la radiografia toracica talvolta possono riscontrare la presenza di uno pneumotorace. L’ecocardiografia permette di rilevare le contrazioni cardiache e di individuare condizioni come il sovraccarico ventricolare destro che può annunciare l’embolia polmonare, oppure l’ipovolemia grave, o anomalie del ventricolo sinistro che può determinare un infarto del miocardio.

I testi rapidi di laboratorio spesso rilevano livelli anormali di potassio, consentendo di capire che l’arresto cardiaco sia stato causato da un’aritmia secondaria.


SEGNI GENERALI


 

ARRESTO RESPIRATORIO

POLSO ASSENTE

RIDOTTO STATO DI COSCIENZA

P.A. NON MISURABILE

PUPILLE DILATATE E NON REATTIVE


SEGNI CARDIACI


TACHICARDIA

 


FIBRILLAZIONE VENTRICOLARE


 

 


ASISTOLIA


 

 


RITMO BRADICARDICO


 


VALUTAZIONE DEL PAZIENTE ADULTO


 

LIVELLO OSSIGENO

QUADRO ELETTROLITICO

 


VALUTAZIONE DEL PAZIENTE PEDIATRICO


 

GLICEMIA

 


POSSIBILI COMPLICANZE


 

PNEUMOTORACE

SOVRACCARICO VENTRICOLARE DX

EMBOLIA POLMONARE

IPOVOLEMIA GRAVE

INFARTO DEL MIOCARDIO

SPECIALISTI IN EVIDENZA

  • Foto del profilo di Dr. Eugenio Vinci
    attivo 4 anni, 1 mese fa

    Cardiologi, Medici dello Sport

    • Via Senatore Avvocato Edoardo di Giovanni 29 - Siracusa
    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Mauro Agnifili
    attivo 4 anni, 1 mese fa

    • Piazza Edmondo Malan 1 - San Donato Milanese
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Francesca Chianura
    attivo 4 anni, 1 mese fa

    Cardiologi

    telefono
  • Foto del profilo di Dr. Antonio Casciello
    attivo 4 anni, 1 mese fa

    Cardiologi, Angiologi

    • Via Giacinto Vicinanza 11 palazzo ACI) - Salerno
    telefono
  • Foto del profilo di Prof. Valerio Sanguigni
    attivo 4 anni, 1 mese fa

    Cardiologi, Internista

    • Via Monte delle Gioie 13 - Roma
    telefono

PATOLOGIE CORRELATE

Ipertensione

In base a quanto stabilito dalle linee guida ESH-ESC, l’ipertensione arteriosa è definita dal riscontro di valori di pressione sistolica (massima) ≥ 140 mmHg e/o di valori di pressione diastolica

Ipertrofia ventricolare

L’ipertrofia ventricolare è una condizione caratterizzata dall’ispessimento e da una perdita di elasticità delle pareti del ventricolo sinistro (ossia della camera inferiore sinistra del cuore), che vede così parzialmente compromessa

Arteriopatia obliterante periferica

L’arteriopatia obliterante periferica è una patologia vascolare che interessa le arterie, soprattutto quelle delle gambe, impedendo ai muscoli e ai tessuti di ricevere un’irrorazione sanguigna adeguata, con conseguente insorgenza di

Trombosi venosa profonda (TEP)

La trombosi venosa profonda (TEP) si instaura quando, all’interno di una vena, si forma un coagulo (trombo) che la occlude completamente o parzialmente, bloccando o limitando il flusso del sangue
Valvulopatia aortica

Valvulopatia aortica

Quando la valvola aortica non svolge correttamente la propria funzione di pompare il sangue nel cuore si verifica una condizione di malattia dell’aorta che coinvolge anche il ventricolo sinistro. La

Linfedema

1/10 – Cos’è il linfedema Il linfedema è una condizione patologica cronica che si manifesta principalmente col gonfiore di una regione del corpo dovuto all’accumulo di linfa nei tessuti. Al

Soffio al cuore

Il “soffio al cuore” non è di per sé una patologia, ma soltanto il segnale che il sangue all’interno del cuore fluisce troppo in fretta o in modo “disordinato”, producendo

Insufficienza venosa

L’insufficienza venosa e i disturbi vascolari associati, come varici e teleangectasie (capillari superficiali), interessano soprattutto i vasi venosi delle gambe e delle braccia e sono legati principalmente alla diminuzione del

Apnee ostruttive notturne

Durante il sonno possono verificarsi degli episodi ripetitivi di ostruzione delle vie aeree superiori, spesso accompagnati a riduzione della saturazione di ossigeno. Tali episodi si accompagnano nella quasi totalità dei

Infarto miocardico

L’infarto miocardiaco acuto, che in Italia colpisce ogni anno circa 100.000 persone, corrisponde alla morte di una parte del muscolo cardiaco a causa di un’interruzione del rifornimento di ossigeno e
CULTURA E SALUTE
 
AGGIORNAMENTI
 
PERCORSI
 

la tua pubblicità
in esclusiva SU
MY SPECIAL DOCTOR

completa il form e sarai ricontattato da un nostro responsabile