ARTICOLI CORRELATI

Camminare fa bene: ecco perché

Il corpo umano è nato per muoversi, e mantenersi attivi ogni giorno è un vero e proprio toccasana per corpo e mente. Anche se si ha qualche acciacco minore e

Gli sport acquatici

Siamo ormai giunti in piena estate. Le temperature cominciano ad innalzarsi senza sosta ed il caldo comincia a farsi sentire, soprattutto per chi pratica sport. Correre, andare in palestra, giocare

Sport da combattimento: come mettere al tappeto ansia e stress

kick-boxing

I benefici della maggior parte delle attività sportive vanno oltre quelli puramente fisici. Lo sport, in generale, aiuta infatti anche la nostra mente, liberandola da ansia, stress e frustrazioni quotidiane che spesso generano uno stato di malessere psicofisico nell’individuo. Ci sono però alcuni sport, anche se in questo caso il termine più corretto da utilizzare è “discipline“, che svolgono questa funzione “purificatrice” per la nostra mente in misura maggiore rispetto ad altri. Stiamo parlando nello specifico degli sport da combattimento!

Un colpo allo stress

Spesso si è portati, erroneamente, a pensare che le discipline sportive da combattimento siano capaci di aumentare l’aggressività e la pericolosità negli individui che le praticano. Nulla di più falso! Chi pratica arti marziali infatti, e lo fa coinvolgendo non solo il proprio corpo ma anche e soprattutto la propria mente, ha come pilastri fondamentali il rispetto, l’autocontrollo, la calma e il raziocinio. Chiunque pratichi seriamente e con passione un qualsiasi sport da combattimento riesce a gestire al meglio i propri impulsi e le proprio emozioni, che spesso sovrastano ed influenzano i comportamenti di chi non è abituato a trovarsi in situazioni di stress ( come può essere un combattimento faccia a faccia ).

Praticare una disciplina marziale infatti contribuisce a ridurre drasticamente i livelli di stress, ansia e tensione dell’organismo. Lo sforzo fisico e mentale che è necessario per sostenere gli allenamenti rappresenta una perfetta valvola di sfogo per scaricare (magari a suon di pugni contro un sacco) tutta la tensione, la rabbia e le emozioni negative che influenzano negativamente l’individuo.

Rispetto e tranquillità

Altro valore fondamentale che è presente in tutti gli atleti che praticano con passione e dedizione un’arte marziale è il rispetto dell’avversario, del maestro e del luogo in cui si praticano gli allenamenti (dojo). Dopo pugni, calci, proiezioni e leve di vario genere, ogni incontro (che sia di allenamento o agonistico) termina sempre con un abbraccio, una stretta di mano o semplicemente un saluto di ringraziamento tra i due atleti. E’ questo un aspetto fondamentale delle arti marziali, grazie al quale questo tipo di discipline è molto indicato soprattutto per i bambini e gli adolescenti, in quanto stimola in loro il rispetto e la lealtà reciproca.

Infine gli atleti marziali hanno la capacità di gestire con molta più tranquillità e razionalità gli imprevisti della vita quotidiana. Ciò avviene soprattutto perchè il loro corpo e la loro mente sono spesso soggetti a situazioni di stress intenso ( un allenamento estenuante o un combattimento ). Tale prassi ha contribuito a migliorare la resistenza dell’organismo in situazione di forte tensione e stress emotivo, migliorando quindi l’approccio alle problematiche della vita di tutti i giorni.

SPECIALISTI IN EVIDENZA

  • Foto del profilo di Dr. Squillante Gianni Erminio
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Agopuntori, Medicina Omeopatica, Medici di Base

    • Via Monterotondo 14 - Roma
    telefono
  • Foto del profilo di Dott.ssa Ilaria Berto
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medici di Base, Agopuntori, Medici Estetici

    • Via Antonio Corradini 1 - Este
    telefono
  • Foto del profilo di Studio Medico San Pellegrino
    attivo 3 anni, 5 mesi fa

    Medici dello Sport, Medici di Base

    Fai passa parola!

    Consiglia questo special

    doctor ad un amico

    messaggio telefono visita a
    domicilio
    video
    consulenza
    WhatsApp conferenze
    e webinar
  • Foto del profilo di Dott.ssa Carmela Tizziani
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Medico Legale, Medico Certificatore, Medici di Base

    • Via Gaetano Bruno 25 - Napoli
    telefono
  • Foto del profilo di Dott. Sandro Morganti
    attivo 3 anni, 8 mesi fa

    Ortopedici, Medici di Base, Osteopati

    • Via Foligno 6 - Roma
    telefono

PATOLOGIE CORRELATE

Neuroma di Morton

Il neuroma di Morton consiste nella formazione di un ispessimento del tessuto che circonda un tratto di nervo presente nella pianta del piede, in corrispondenza della zona d’appoggio anteriore (avampiede),

Meningite

“M” come meningite meningococcica Cosa si intende per meningite? Anche se il termine evoca subito la forma da meningococco, è bene non dimenticare che “meningite” vuol dire infiammazione delle meningi,

Disturbo da alimentazione incontrollata

Il disturbo da alimentazione incontrollata è un disturbo del comportamento alimentare che si caratterizza per l’incapacità nel controllare l’assunzione di cibo, che si traduce nel ripetersi più o meno frequente

Malattia di Parkinson

La malattia di Parkinson è una patologia neurodegenerativa del sistema nervoso centrale legata all’invecchiamento, che colpisce circa il 2,5% delle persone con più di 70 anni e che si caratterizza

Sonno e menopausa

I disturbi del sonno sono uno dei problemi di salute segnalati più spesso dalle donne che si avvicinano alla menopausa e nel periodo successivo (climaterio). Il bisogno di dormire tende

Sindrome delle apnee ostruttive del sonno

Le apnee ostruttive del sonno sono il tipo più diffuso di apnee del sonno: una categoria di disturbi accomunati dal verificarsi di ripetute interruzioni della normale respirazione mentre si dorme,

Ansia

L’ansia o, più precisamente, il “disturbo d’ansia generalizzata”, come indicato nel “Manuale diagnostico statistico dei disturbi mentali – DSM 5”. È una malattia psichiatrica caratterizzata da: preoccupazione e ansia intense

Demenza vascolare senile

La demenza vascolare senile corrisponde a un processo di declino cognitivo che va al di là della fisiologica riduzione delle capacità intellettive associata all’invecchiamento. Nella maggioranza dei casi, la demenza

Ictus ischemico

Secondo la definizione ufficiale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), l’ictus corrisponde a un’«improvvisa comparsa di segni e/o sintomi riferibili a deficit locale e/o globale delle funzioni cerebrali, di durata superiore

Trauma cranico

Un trauma cranico, detto anche “concussione” in termini medici, consiste nello scontro violento della testa contro una superficie dura o, viceversa, di un oggetto contundente contro la teca cranica e/o
CULTURA E SALUTE
 
AGGIORNAMENTI
 
PERCORSI
 

la tua pubblicità
in esclusiva SU
MY SPECIAL DOCTOR

completa il form e sarai ricontattato da un nostro responsabile